chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Russia: Ospedali Potemkin?

Prime Minister Medvedev visits a Moscow hospital. YouTube screenshot.

Il premier russo Medvedev in visita ad un ospedale di Mosca. Schermata YouTube.

Ci si può fidare di quello che viene trasmesso dalla televisione russa? In un post pubblicato l'11 novembre 2013 su LiveJournal (LJ) [ru, come i link successivi salvo diversa indicazione], il blogger moscovita Daniil Tereschenko dice di no. Tereschenko, membro della Orthodox Brotherhood of the Resurrection (Confraternita Ortodossa della Resurrezione, un'organizzazione religiosa con tendenze nazionaliste), racconta una storia interessante sulla recente visita (trasmessa in televisione) del premier russo Dmitry Medvedev ad un ospedale della capitale.

Secondo fonti anonime (un “ex compagno di scuola” di Tereschenko che lavora all'ospedale), nei giorni precedenti all'arrivo del premier, l'ospedale ha subito alcuni cambiamenti. Due giorni prima della visita, hanno sospeso il ricovero dei pazienti e, allo stesso tempo, hanno dimesso chiunque fosse in grado di camminare senza mettere a repentaglio la propria incolumità.  Ma il bello è stato questo:

Коридоры, по которым должен был пройти Медведев, быстро отделали накладными пластиковыми панелями, раскатали новый линолеум. […] как только Медведев из больницы уехал, накладные пластиковые панели и линолеум в коридорах тут же сняли и увезли.

Hanno ricostruito velocemente i corridoi per i quali Medvedev doveva passare, usando pannelli di plastica incollati assieme, e hanno ricoperto il pavimento con del linoleum. […] subito dopo la partenza di Medvedev, hanno rimosso i pannelli e il linoleum dai corridoi e li hanno portati via.

Il post, che non fornisce alcun tipo di prova o testimonianza (a parte quella soggettiva dell'autore), ha generato quasi quattrocento commenti. In molti hanno subito creduto che la storia fosse vera, e alcuni avevano storie sullo stile di quelle dei “villaggi Potëmkin” [it]. L'utente di LJ salome_lou  scrive:

То же самое было, когда он приезжал на журфак. Я не узнала нашу главную аудиторию, они ее переделали вплоть до коврового покрытия, а потом все увезли.

Lo stesso è accaduto quando ha visitato la facoltà di giornalismo [all'università statale di Mosca]. Non ho riconosciuto la nostra aula magna: l'avevano rifatta interamente, compresa la moquette. Poi hanno portato via tutto.

Un altro blogger racconta la storia di quando Medvedev si è recato alla cittadina di Kozelsk, dove le autorità avevano deciso di attivare la fontana della città in suo onore. Peccato che fosse inverno e che le temperatura fossero gelide… Un terzo blogger ricorda un episodio riguardo ad uno stabilimento in Siberia nel quale avevano installato una connessione WiFi, per poi rimuoverla alla fine della visita.

Altri blogger però criticano il post di Tereschenko. Uno di loro commenta dicendo che l'installazione di un linoleum temporaneo creerebbe così tanti problemi, che questo semplice fatto è sufficiente a mettere in dubbio il resto della storia. Un altro utente, facendo notare la mancanza di foto incriminanti (dopotutto, al giorno d'oggi, hanno tutti un telefono con fotocamera), ha creato un link alla galleria fotografica online dell'ospedale in questione. Le foto mostrano locali puliti e ben illuminati, e attrezzature moderne:

Hospital #67 photo gallery. Screenshot.

Ospedale : schermata della galleria fotografica n.67 dal website.

Naturalmente, come sottolinea prontamente l'utente Andrey Bibikov, questo non garantisce che le foto non siano altro che una messa in scena. 

Per concludere, il post di Tereschenko ha richiamato l'attenzione dell'ospedale stesso, che ha pubblicato una risposta sul proprio sito. L'ospedale smentisce cambiamenti nella gestione delle proprie operazioni e la sospensione della cura e del ricovero di pazienti. Inoltre considera ridicola la storia del linoleum, ammettendo però di aver cambiato temporaneamente la moquette nella sala conferenze per migliorare l'acustica. 

È difficile stabilire chi abbia ragione, a meno che non si vada all'ospedale di persona per controllare. In ogni caso, ognuno crede a ciò che vuole credere, sia che lo veda in televisione, sia che lo legga su Internet.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.