chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

L'India lotta contro il cambiamento climatico mentre gruppi di giovani e startup esplorano soluzioni più ecologiche

Alcune donne realizzano bigiotteria di argilla nel villaggio di Nadsur in Maharashtra, India. Immagine di Karishma V, usata con autorizzazione.

Molti indiani, in particolare nelle aree rurali, stanno affrontando gli impatti avversi del cambiamento climatico in mezzo agli sforzi del Paese di ridurre le sue emissioni di carbonio [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] e passare a fonti di energia rinnovabili. Ciò è aggravato dagli alti livelli di contaminazione di origine umana, la rapida industrializzazione e il danno ambientale. Mentre gli studenti di tutto il mondo si radunano alla ricerca di migliori politiche per combattere il cambiamento climatico, questo autore di Global Voices ha parlato in India con gli agricoltori, gli esperti, i gruppi di giovani e gli imprenditori sociali che stanno realizzando idee innovative per affrontare il cambiamento climatico.

Un rapporto del 2018 del Comitato intergovernamentale sul cambiamento climatico (IPCC) segnala le disastrose conseguenze del riscaldamento globale [it] se non si invertono le attuali tendenze, con gravi ripercussioni per le nazioni del sud dell'Asia, incluse India e Pakistan, che stanno affrontando la perdita di copertura forestale, l'incremento delle temperature, le ondate di calore che hanno mietuto migliaia di vite e un aumento del livello del mare. L'India, con una lunga linea costiera, è particolarmente vulnerabile, poiché milioni di persone dipendono dal mare per la sussistenza e vivono vicino alle zone costiere.

L'India è sotto pressione per mitigare il cambiamento climatico controllando le emissioni letali. Dovrà comunque adattarsi anche alla crescente scarsità di acqua, la siccità, le inondazioni, i cicloni e altri disastri naturali per prevenire morti premature, come dice il rapporto delle Nazioni Unite intitolato ‘Global Environment Outlook‘ (Prospettive dell'ambiente mondiale) descrive un crescente divario tra le nazioni ricche e povere per quanto riguarda la fame, le malattie e l'inquinamento.

Photographer: Karishma Venkiteswaran . Used with permission

Una donna agricoltore guarda la sua produzione agricola nello stato occidentale di Maharashtra, afflitto spesso da siccità. Fotografo: Karishma. Foto usata con autorizzazione.

Impatto sugli agricoltori

Per Sunil Patil, un agricoltore indiano di 44 anni, il cambiamento climatico [it] è un grave problema che ha distrutto le sue coltivazioni con piogge fuori stagione, grandinate e inquinamento. Patil, che possiede 22 acri [8,9 ettari] nello Stato di Maharashtra [it] nell'India occidentale, dice che il cambiamento climatico ha ridotto il suo reddito, compromesso l'ambiente e lo ha reso più povero, mentre lotta affinché i suoi figli possano studiare. Ho parlato con Patil, un agricoltore di seconda generazione:

I've completely stopped producing sugarcane as it is water-dependent and we have droughts in Nashik (region) and agriculture is akin to playing gamble with nature and has led to losses for many farmers. We keep looking for solutions but they are temporary and the government needs to educate us first on how to tackle increasing temperatures or avoid using too many chemicals.

Ho abbandonato completamente la produzione di canna da zucchero perché dipende dall'acqua e abbiamo siccità a Nashik [it] (regione), l'agricoltura è come un gioco d'azzardo con la natura e ha causato perdite a molti agricoltori. Continuiamo a cercare soluzioni, ma sono temporanee, e il governo deve prima educarci su come affrontare l'aumento delle temperature, o su come evitare di utilizzare troppi prodotti chimici.

Quando l'imprenditrice sociale Akansha Singh è andata nel minuscolo villaggio di Jhabua, nello Stato indiano di Madhya Pradesh [it], si è ritrovata immersa nelle ineguaglianze sociali ed economiche nell'entroterra dell'India. Gli agricoltori che sono già afflitti dal cambiamento climatico usano concentrazioni più elevate di pesticidi e fertilizzanti con la speranza di un maggiore rendimento della produzione. Le loro azioni hanno un impatto arbitrario sul terreno locale.

Una donna indiana di Maharashtra al lavoro nelle sue risaie. Fotografo: Karishma V. Foto usata con autorizzazione.

Singh, che ha parlato con questo autore di Global Voices, dice che ha osservato come la popolazione dei villaggi usa torte di stecco di vacca per cucinare, inalando così i gas tossici e inquinando l'ambiente. Per spezzare questo circolo vizioso ha fondato Swayambhu, un'impresa sociale che costruisce impianti di biogas per offrire combustibile e bioelettricità più economici e, inoltre, biofertilizzanti e biopesticidi per invertire il danno economico. Singh ha detto:

India is rich in feedstock but lags in producing biogas but imports natural gas and other polluting fuels. At every stage, we created awareness amongst villagers trying to reduce their carbon footprint, bring down levels of methane gas and offer them cleaner sources of electricity, fuel.

L'India è ricca di materie prime, ma ristagna nella produzione di biogas, ma importa gas naturale e altri combustibili inquinanti. Ad ogni livello, abbiamo creato consapevolezza tra la popolazione dei villaggi per ridurre la loro impronta di carbonio, diminuire i livelli di gas metano e offrire loro fonti di elettricità e carburanti più pulite.

Singh dice che l'utilizzo di biofertilizzanti ha aiutato questi agricoltori a migliorare i loro raccolti, invertendo lentamente anche i livelli pH del terreno.

P Sainath, fondatore degli Archivi popolari dell'India rurale (PARI) ha detto a questo autore:

Indian farmers are seriously affected by climate change across multiple geographies. The situation is pretty serious and there has been an extreme increase in weather episodes in the last fifteen years. We can't blame nature as what humans have done to the soil, groundwater, forests is having a damaging impact.

Gli agricoltori indiani sono gravemente colpiti dai cambiamenti climatici in varie regioni geografiche. La situazione è piuttosto grave e c'è stato un aumento estremo di eventi meteorologici negli ultimi quindici anni. Non possiamo incolpare la natura, poiché quello che gli esseri umani hanno fatto al suolo, alle falde acquifere e alle foreste sta avendo un impatto distruttivo.

Aumento delle reti giovanili attive

L'India, con 1.300 milioni di abitanti, ha una larga percentuale di giovani, ma la mancanza di impiego, la consapevolezza del cambiamento climatico e le iniziative tardive del governo stanno causando danni all'ambiente. Questo ha causato una lacuna che le reti giovanili sperano di colmare.

Per creare consapevolezza sul cambiamento climatico, la ONG di giovani per il cambiamento climatico (IYCN, Youth For Climate Change) di New Delhi organizza workshop, campagne e sta attualmente cercando di mobilitare dei team regionali, poiché i problemi associati con il cambiamento climatico si intensificano all'interno dell'India e colpiscono gli agricoltori, le popolazioni tribali e i centri urbani. Manish Gautam di IYCN ha detto a questo autore:

In our workshops, we try to include basic climate science jargons, explain COP [Conference of the Parties] negotiations and involve more youngsters. In 2014, we had conducted nine workshops on climate change and youth survey as well.

Nei nostri workshop cerchiamo di includere gerghi basilari sulla scienza del clima, spiegando le negoziazioni della COP [Conferenze delle Parti] e coinvolgendo i più giovani. Nel 2014 abbiamo svolto nove workshop sul cambiamento climatico e anche un'inchiesta fra i giovani.

Gautam continua:

We are planning more initiatives, workshops and collaborating with many organizations. But, youth participation in India needs to be more and on a larger scale as our problems are much more complex.

Stiamo progettando altre iniziative, workshop e collaborazioni con molte organizzazioni. Ciononostante, è necessario aumentare la partecipazione giovanile in India su larga scala, poiché i nostri problemi sono molto più complessi.

Soluzioni innovative su larga scala

L'India, un'economia in via di sviluppo con minori risorse e una popolazione immensa deve investire mille miliardi di dollari per affrontare i suoi obiettivi correlati al cambiamento climatico, secondo gli studi. Mentre queste cifre colossali sono un indicatore del problema, le nostre startup stanno utilizzando nuove tecnologie per convertire l'incubo del problema dello smog della capitale indiana di New Delhi in una soluzione innovativa.

Le innovazioni di Chakr, una startup di New Delhi, stanno convertendo lo smog e gli inquinanti dell'aria in inchiostro e lo hanno capitalizzato in macchine che eruttano fumo per catturare fino al 90% degli inquinanti nocivi.

Un'altra azienda indiana, Selco India, ha ampliato la capacità esistente di energia solare nazionale offrendo lanterne, lampade, micro griglie e fornelli a energia solare ai cittadini delle zone rurali, con l'intento di creare fonti di energia sostenibili che riducano l'inquinamento.

Milioni di indiani non hanno accesso a fonti di energia più pulite e sono privi del sostegno finanziario per realizzare la transizione, dice Sarah Alexander, consulente senior presso la Selco Foundation.

We're hoping to increase the resilience of people to tackle climate change and also offering efficient sources of energy. This will impact their overall well-being.

Speriamo di accrescere la resilienza della popolazione nell'affrontare il cambiamento climatico e anche offrendo fonti di energia efficienti. Questo avrà un impatto sul benessere generale.

Un'altra startup, Let's Recycle (Ricicliamo) sta utilizzando un programma innovativo per identificare i modelli di generazione e raccolta dei rifiuti nello Stato occidentale indiano di Gujarat, e ha incorporato centinaia di straccivendoli nell'economia formale, enfatizzando contemporaneamente il riciclo. Sandip Patel, amministratore delegato di Nepra e Let's Recycle, dichiara:

We use technology to map waste generation pattern across Ahmedabad and are focusing on recycling efficiently. With this, we hope to tackle climate change and expand across India.

Usiamo la tecnologia per mappare il modello di generazione di rifiuti in Ahmedabad e ci stiamo concentrando sul riciclaggio efficiente. Speriamo così di fronteggiare il cambiamento climatico ed espanderci in tutta l'India.

Nonostante l'obiettivo di affrontare il cambiamento climatico ed educare i cittadini sul suo impatto sia immenso per l'India, questi gruppi e startup stanno contribuendo in modo innovativo per affrontare questioni cruciali.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.