chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

L'azienda di cosplay ‘Mario Kart’ si blocca e brucia dopo aver fatto appello alla sentenza Nintendo

mario kart tokyo

Uno YouTuber vestito dal personaggio di Nintendo Mario che guida un go-kart per le strade di Tokyo. Screencap da YouTube. Il tour operator afferma che non esiste alcun legame con Nintendo.

Il 20 gennaio 2020 la corte suprema della proprietà intellettuale giapponese ha respinto un appello di un famoso tour operator con sede a Tokyo in una causa intentata da Nintendo contro la sua azienda. La corte suprema piuttosto ha aumentato drasticamente i danni dovuti al gigante dei videogiochi e dell'intrattenimento da 10.000.000 yen giapponesi (100.000 dollari) a 50.000.000 yen (500.000 dollari).

MARI Mobility Development, [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] nota anche come Maricar, noleggia go-kart legali in diverse località di Tokyo, in Giappone. I partecipanti sono stati a lungo incoraggiati a vestirsi con i costumi forniti da Maricart come personaggi della popolare serie di Nintendo “Mario Kart“, per poi “correre” nel traffico cittadino in flotte di go-kart. Chiunque abbia una patente di guida giapponese o un permesso di guida internazionale può guidare i go-kart.

Secondo BengoDotCom [jp], un sito di notizie giapponese che riporta problemi legali, prima di essere citato in giudizio da Nintendo, il sito Web di Maricar ha dichiarato [jp]:

スーパーマリオのコスプレをして乗れば、まさにリアルマリオカート状態!

Se ti vesti come un personaggio di Super Mario, sarà come se stessi guidando un vero Mario Kart [del videogioco]!

BengoDotCom ha anche riferito che Maricar ha utilizzato oggetti di scena, statue e articoli ufficiali Nintendo a tema Mario per decorare e commercializzare le sue diverse postazioni del tour nei dintorni di Tokyo.

Anche se Maricar afferma di non avere alcun legame né affiliazione con Nintendo: Street Kart non è in alcun modo un riflesso di Nintendo, [o] del gioco “Mario Kart”, si legge in una dichiarazione di non responsabilità sul sito web del franchising, il creatore del video “Mario Kart” con sede a Kyoto ha deciso di portare Maricar in tribunale a settembre 2018 [jp]. Nintendo ha sostenuto che, ai sensi della legge sulla prevenzione della concorrenza sleale del Giappone, usando i personaggi di “Mario Kart” nei materiali di marketing senza permesso, Maricar ha intrapreso una “concorrenza sleale” (“不正競争行為にあたる” [jp]).

La corte di Tokyo ha concordato [jp] con Nintendo, stabilendo l'assegnazione di 10.000.000 yen in danni al produttore di videogiochi, che dovranno essere pagati da Maricar nello stesso anno. Maricar ha fatto appello alla sentenza di Tokyo presso la corte suprema della proprietà intellettuale del Giappone, che ha respinto [jp] l'appello in una sentenza ad interim [jp] nel maggio 2019, affermando che “le azioni di Maricar violano gli interessi commerciali di Nintendo” (“MARI社の行為は、任天堂の営業上の利益を侵害する”).

A gennaio 2020, la corte suprema della proprietà intellettuale ha aumentato la ricompensa di Nintendo di 50.000.000 yen:

Questo è troppo per gli standard giapponesi.

Nintendo ha vinto casi seriali nelle ultime settimane in Giappone e negli Stati Uniti.

(C'è un motivo per cui in un ritratto aziendale qualche tempo fa, il Nikkei ha definito il dipartimento Nintendo “leggendario”)

Nintendo ha la reputazione di essere dalla querela facile. Nello stesso periodo in cui la società vinceva il suo appello contro Maricar, ha anche vinto una sentenza sulla proprietà intellettuale negli Stati Uniti, nella sua lotta di lunga data per vietare l'hosting online delle sue precedenti versioni di giochi più famosi. In Europa, sempre a gennaio 2020, Nintendo ha vinto la sua battaglia legale per impedire ad alcuni clienti di annullare i preordini.

Per quanto riguarda Maricar, dato che Nintendo prevede di aprire un parco a tema entro la fine dell'anno a Osaka che includerà i personaggi di “Mario Kart”, l'esistenza di un'azienda di go-kart tour a Tokyo che utilizza il marchio Nintendo, anche in modo informale, ha il potenziale per confondere i visitatori. Inoltre, i go-kart Maricar hanno causato diversi incidenti [jp], e i residenti di Tokyo in genere non amano vederli [jp] nelle strade della città, l'azienda ha rappresentato un rischio tangibile [jp] per il marchio Nintendo [jp]:

地元の住民たちは、街ゆく公道カートを見かけては、任天堂に対する怒りを抱いて、苦情のメールや電話をするまでに至っていた。

Dopo aver visto i go-kart che viaggiano per le strade in pubblico, la gente del posto si è arrabbiata molto con la stessa Nintendo, inviando e-mail e lamentele alla [società di videogiochi].

Mentre Maricar offre ancora tour di go-kart a Tokyo, sin dalla sentenza provvisoria del maggio 2019, l'azienda ha rimosso il suo sito web principale e ritirato i costumi e il marchio relativo a Nintendo dalle sue diverse località. Tuttavia, i giorni in cui Mario e altri personaggi Nintendo guidavano i go-kart nelle strade della città di Tokyo continuano a vivere in molti video di Youtube.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.