chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vita, morte e pupazzi: l'animazione in stop-motion di Murata Tomoyasu

tomoyasu murata

Immagine tratta da 木ノ花ノ咲クヤ森 (Ki-no Hana-no Sakuya Mori) di Murata Tomoyasu.

Murata Tomoyasu è un artista e animatore in stop motion giapponese; i suoi cortometraggi e le sue installazioni esplorano i temi della vita e della morte.

Murata, nato nel 1974, produce film dal 1998 e recentemente ha cominciato a farsi notare al di fuori del Giappone. Le sue opere sono apparse sul servizio di cinema d'autore MUBI [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] e, a febbraio del 2019, i film di Murata sono stati proiettati in Nord America per la prima volta dalla Japan Society di New York.

Murata usa pupazzi e animazione in stop motion invece della CGI e i suoi film surreali generalmente mischiano realismo e fantastico, a cavallo tra il mondo dei vivi e l'aldilà.

L'ultima serie di film di Murata si focalizza sul Terremoto del Tōhoku, la scossa e lo tsunami del 2011 che distrussero dozzine di città sulla costa, uccidendo almeno 20.000 persone e creando un incidente nucleare che ha contaminato numerose comunità rurali.

Nel primo di una trilogia di cortometraggi sul disastro del 2011, Ki-no Hana-no Sakuya Mori (木ノ花ノ咲クヤ森, “Il bosco degli albero in fiore”), un lupo che ha perso la memoria ripercorre il suo passato e sfugge ai cacciatori.

In un saggio per MUBI, Murata scrive:

The Japanese archipelago is a unique island formed by about 2000 active faults. They cause huge earthquakes all over in Japan in 100-year, 300-year, 500-year and 1000-year units. The earthquake caused the most serious damage in Japan on March 11, 2011 is one of the huge earthquakes that occur at intervals of a hundred years [sic]. Everyone was just stunned by the images we have never seen before of a tsunami attacking. Nearly 18,000 people died. I felt rather powerless and prayed deeply for the victims of the tragedy.

L'arcipelago giapponese è un'isola unica formata da circa 2000 faglie attive. Queste causano enormi terremoti in tutto il Giappone a intervalli di 100, 300, 500 e 1000 anni. Il terremoto che ha causato i danni più seri in Giappone l'11 marzo del 2011 è uno dei grandi terremoti che avvengono a intervalli di 100 anni [sic]. Tutti erano semplicemente scioccati dalle immagini di un attacco di uno tsunami che non avevamo mai visto.  Sono morte quasi 18.000 persone. Mi sono sentito impotente e ho pregato molto per le vittime della tragedia.

L'emittente pubblica giapponese NHK ha prodotto nel 2017 un breve documentario su Tomoyasu Murata che si può vedere online con sottotitoli in inglese e in cinese.

Altri esempi delle opere di Murata si possono trovare sul suo canale YouTube, su Vimeo e sul suo sito ufficiale.

Anche una casa di distribuzione cinematografica ha caricato una selezione di filmati delle opere di Murata.

Storie recenti Asia orientale

Le migliori storie dal mondo

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.