chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Iraq: Nero, il colore del dolore

Ormai le donne irachene sono abituate a vestire in nero, il colore del dolore e del lutto – fa notare Inside Iraq, blog curato da giornalisti iracheni che lavorano per il gruppo USA dei quotidiani McClatchy. Eppure, nonostante il buio e lo sconforto, non mancano le giovani donne che ammettono di indossare colori come il marrone, il verde e persino il rosa!

Secondo la corrispondente Jenan:

Le donne irachene generalmente vestono di nero non perchè quel colore piaccia loro in modo particolare, quanto piuttosto perchè ormai vi sono sono abituate. Le irachene subiscono guerre da decenni, spesso perdendo i propri cari, e ciò le ha costrette a vestire di nero, simbolo di profonda afflizione.

Questa usanza, sottolinea Jenan, significa buoni affari per i produttori tessili:

L'abbigliamento in nero è il piu’ importato dai commercianti iracheni proprio per soddisfare le richieste di mercato.

“Ci sono forse altri standard in base ai quali le irachene scelgono il colore degli abiti?”, si chiede e si risponde Jenan:

Come già spiegato, il colore più in voga è il nero, che oltre ad essere il colore del lutto è anche quello del nostro costume tradizionale, la tunica (aba).

Aggiungendo più avanti, in base all'esperienza personale di sua madre che da 28 anni veste completamente di nero:

Dal 1980 ad oggi ho sempre visto mia madre vestita in nero dalla testa ai piedi. Iniziò a indossare quel colore con la morte di mio padre, 28 anni fa e da allora non lo ha mai più cambiato, nonostante nella nostra famiglia ci siano stati anche eventi felici. Mia madre è come la maggior parte delle irachene che hanno perso i propri mariti, fratelli, figli o altre persone care.

Quando le chiesi perchè almeno per il capo non scegliesse un velo bianco, mi rispose: “È una vergogna indossare abiti colorati quando uno dei tuoi cari se n'è andato.” Mia madre era convinta che le donne che hanno perso i propri cari non dovessero indossare altri colori se non il nero.

E Jenan? Cosa preferisce? Ecco la sua confessione:

Personalmente preferisco usare vestiti di diversi colori. In particolare mi piacciono il marrone e il verde, e talvolta indosso perfino qualcosa di rosa! Non lo scelgo per occasioni speciali, ma semplicemente quando ne ho voglia. Oltre alle aba, indossiamo anche il velo, che dovrebbe coordinarsi con gli altri colori indossati.

Sotto la tunica possiamo indossare tutti i colori che vogliamo, ma il velo, che rimane all'esterno, sopra e intorno al capo, deve intonarsi con il colore dell'aba. Inoltre, con un'aba nera vanno abbinati soltanto sandali neri, mentre con vestiti di altri colori si possono indossare scarpe di colori diversi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.