chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Giappone: Tokyo poche ore dopo il sisma

Venerdì 11 marzo 2011 alle 14:46:23 (ora locale), un terremoto di magnitudo 8.9 ha colpito il Giappone [it]. Si tratta del sisma più forte mai registrato nel Paese.

Sono passate più di 5 ore dalla scossa principale e molti abitanti di Tokyo stanno ancora tentando di rincasare a piedi dato che il trasporto ferroviario è stato sospeso.

L'utente @Kenji_Hall [en] riferisce:

sto ancora camminando, come tutti a Tokyo. Treni fermi. Taxi pieni. Lunghe code alle fermate degli autobus. Ho bisogno di andare a nord ma sono bloccato a Tokyo. #quake12

Tokyo: code alle fermate degli autobus. Foto dell'utente @durf su Twitter
Code alle fermate degli autobus

@oohamazaki [ja] sta creando una mappa su Google per segnalare i potenziali punti di raccolta per la popolazione nell'area di Tokyo.


より大きな地図で 東京都内避難場所 を表示

Il sole è tramontato e hotel, scuole, ristoranti e altre strutture si stanno preparando ad accogliere la popolazione della capitale.

L'utente @tsuyoshi_ide [ja] fa sapere che:

【拡散希望】 新宿南口の文化服装学院が、非常食と宿泊受け入れ準備中です! #jishin #jisin #shinjyuku

Il Bunka Fashion College [ja] vicino all'uscita sud di Shinjuku dispone di cibo e si sta preparando affinché la gente possa trascorrervi la notte.

@gmsq [ja] invita a diffondere le informazioni:

【拡散希望】立教大学は一晩中教室を開放することを決定しました!宿泊可能です! 大学関係者以外の方ももちろん利用可能なので、お困りの方は立教大学までいらして下さい!僕宛にリプライいただければ、なにかお困りの際はお手伝いします! #rikkyo_raise

Per favore diffondente l'informazione! L'università Rikkyo sta mettendo a disposizione le sue aule per la notte. Tutti possono fermarsi. @rispondetemi se avete bisogno di aiuto.

Fotografia di Scilla Alleci, co-editor di Global Voices per la lingua giapponese:

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.