chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Siria: cresce l'ondata di proteste nel Paese

Proseguono [en, come gli altri link eccetto ove diversamente indicato] le proteste a Daraa, nel sud della Siria, dove le notizie confermano la morte di cinque manifestanti il 20 di marzo e di uno il giorno successivo.

I notiziari danno ai manifestanti la responsabilità degli incendi degli edifici pubblici avvenuti nel corso della giornata, mentre i netizen e gli attivisti affermano che siano state le forze di sicurezza nazionali ad aver appiccato il fuoco. Nel frattempo su Twitter molti sostengono che Daraa sia per la Siria ciò che Sidi Bouzid è stata per i Tunisini. Sidi Bouzid è stata la città da cui si è propagata la rivoluzione tunisina che ha messo fine ai 23 anni di governo di Zeine Al Abdideen Ben Alii.

La Siria è l'ultimo Paese a unirsi all’ ondata di proteste che hanno coinvolto quasti tutto il Medio Oriente. Dopo il fallimento del precedente appello a manifestare lanciato il 5 di febbraio, la convocatoria del 15 marzo a scendere in piazza ha riunito molte centinaia di persone in molte città tra cui la capitale Damasco e ad Aleppo. Il numero può sembrare modesto ma si tratta di un evento cruciale per la Siria dove non sono mai state organizzate proteste anti governative e tutte le dimostrazioni di dissenso sono state sempre schiacciate con il pugno di ferro.

Queste sono alcune delle reazioni apparse su Twitter rispetto agli ultimi avvenimenti:

@razaniyat: #Daraa le forze di sicurezza siriane hanno ucciso cinque manifestanti. Non dimenticheremo mai i nostri martiri. Mai. #Syria

@monaeltahawy: #il regime degli Assad – quello del padre e poi del figlio – non fa discriminazioni quando entra in azione: mette in prigione sia adulti che bambini. #Syria #Daraa #March15

@daniachebib: #Daraa ha un portale video adesso: http://tinyurl.com/6hl7ebx nonostante la scarsa e cattiva copertura della notizia. MIGLIAIA per le strade OGGI! #Syria #March15

@gyonis: La città di Dara'a [it] si trova nel sud della Siria

@AJEnglish: I manifestanti in Siria danno fuoco agli edifici: si registra un morto nella città meridionale di Daraa mentre le manifestazioni continuano… http://aje.me/eVcW14

@Amaterasujp: La folla ha dato fuoco al tribunale e ad altri edifici il terzo giorno di manifestazioni nella città merdionale di Daraa.

@razaniyat: Haitham Manna’ su France24:i manifestanti di #Daraa mi hanno chiesto personalmente di confirmare che non hanno dato fuoco a nessun edificio. Le notizie sono false. #Syria

@iyad_elbaghdadi: Le sedi del partito Baath sono state incendiate nella città siriana di Daraa. #Syria

@ZsofiaT: Haytham Manna’ su France24: IMPORTANTE: I manifestanti NON hanno dato fuoco agli edifici a #Daraa, sono state le forze di sicurezza. #Syria

@AhmadHKh:#Daraa sarà per la #Syria ciò che #sidibouzid è stata per la #Tunisia ?

@M_akbik: Gente di Da'el nella periferia di #Daraa si è unita alle proteste domenica notte http://goo.gl/oZe1X #Syria

@BigAlBrand: sono stati arrestati 15 ragazzi a #Daraa. Tutti minori di 15 anni. È arrivata la conferma del governo. #Syria.

@ZetonaXX: Urgente da Daraa: Sono arrivati più di 200 veicoli militari pieni di membri della guarda repubblicana armati e vestiti di nero !!#syria

@razaniyat: Sto ancora aspettando che Azmi Bsraha (parlamentare arabo della Knesset israeliana) e Nassralla (segretario di Hezbollah) parlino delle violazioni dei diritti umani del regime in #Syria a #Daraa. Mi deluderebbe molto se non intervenissero.

@Memetak: @SyrianJasmine @generativeid i Siriani non hanno accesso ai mezzi di comuniczione, molti non sanno cosa sta succedendo a Daraa, speriamo che domani sia il giorno della libertà

@maher0007: Non sono d'accordo con ciò che è successo oggi a #Daraa, un atto di estremo vandalismo non importa da che parte ci si schieri, propongo un gesto di pace, anche se non serve a nulla. #Syria

@NohaZayed: #Syria La rivoluzione lancia un appello per domani in tutto il paese per appoggiare Daraa e celebrare Nayrouz bit.ly/guyAyy

@Salman_Shaikh1: # La Siria è preoccupaa per #Daraa. Potrebbe verificarsi una ritirata tattica dei servizi di sicurezza nazionali per permettere un attacco ancora più pesante dei militari ? Dobbiamo vigilare su Daraa.

Nel video che segue, caricato da freeknight2011, i manifestanti feriti vengono portati in salvo in una moschea di Daraa.

Segue una breve descrizione:

Riprese dei protestanti feriti che sono stati portati all'interno della moschea Omari a Daraa, Siria 20 di marzo 2011. Le forze del governo usano gas lacrimogeni ma anche arme cariche e proiettili di gomma contro la folla di migliaia di manifestanti.

Il video successivo riguarda le dimostrazioni svoltesi a Dael, a circa 15km da Daraa,

Di seguito la cronaca del filmato:

مجموعة من شباب مدينة داعل (15 كم عن درعا-سوريا)
تتظاهر مناصرة لمظاهرات درعا وهم يهتفون
الله وسوريا وحرية وبس
مافي خوف بعد اليوم
وانطلقت من المساجد بعد استيلائهم على المكروفونات ومطالبتهم
للناس بالنخوة والفزعة لأهالي درعا
وجابت الشوارع الرئيسية في المدينة وتوجهت إلى أطراف البلد حيث يتواجد تمثال الرئيس حافظ الأسد وقاموا
“La gioventù di Dael (a 15km da Daraa) protesta in appoggio a Daraa, e canta: Allah, Siria e libertà. Da oggi non c'è più paura. Le proteste sono iniziate nella moschea dopo che i manifestanti hanno preso la parola al microfono e hanno chiesto di appoggiare i manifestanti di Daraa.
I manifestanti hanno occupato le strade principali, sono arrivati nei dintorni della città e lì hanno distrutto la statua di Hafez Al Assad.”

Il canale di Daraa News è accessibile anche su YouTube.

Su questa pagina [ar] sono disponibili maggiori informazioni, la mappa delle proteste in corso e altri aggiornamenti.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.