chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Portogallo: “Grazie Troika!” manifestanti contro l'austerità delle politiche governative

“There are no dead ends – Screw Troika!” Poster of the national demonstration called for October 26. At the time of publishing of this post, 5,866 people had said on Facebook that they were going to the protest in Lisbon; 14 cities have organized events.

“Non ci sono vie d'uscita – Fanculo la Troika!” Poster della protesta nazionale indetta per il 26 Ottobre. Al momento in cui si scrive, 5,866 persone hanno già confermato la loro presenza sull'evento Facebook relativo alla protesta di Lisbona; 14 città hanno organizzato eventi correlati.

 

La scorsa settimana Lisbona è stata teatro di una protesta particolare che, sovvertendo il tema dell'austerità, ha “ringraziato” il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Centrale Europea e la Commissione Europea, per le misure adottate in Portogallo per fronteggiare la crisi economica.

La manifestazione si è svolta lo scorso 21 ottobre, ed ha attirato l'attenzione dei media tradizionali, i cui giornalisti hanno assistito sorpresi all'ironia dei manifestanti:

De forma a: 1. mostrar, usando uma linguagem clara e sem subterfúgios o que realmente a troika e o governo querem, 2. tornar clarinho como água o que já sabiamos, que só 2% dos portugueses acredita que a austeridade está a funcionar; e 3. divulgar a manifestação de dia 26 de Outubro, o grupo Que se Lixe a troika, organizou este protesto recorrendo à ironia e ao humor.

Vogliamo: 1. mostrare, con un linguaggio chiaro e privo di ambiguità, cosa vogliono realmente il governo e la troika;

2. rendere evidente a tutti qualcosa che per noi è già chiaro: ovvero che solo il 2% dei portoghesi ha fiducia nelle misure di austerità;

e 3. richiamare l'attenzione sulla manifestazione indetta per il 26 ottobre dal gruppo “Que se lixe a Troika” (Che si fotta la troika) anch'essa con il filo conduttore dell'ironia.

In un video [pt, come tutti i link indicati] girato durante la manifestazione del 21 ottobre si possono sentire messaggi di “incoraggiamento” alla troika come: “485€ al mese?? Ma non sarà un po’ troppo? 150 o 200 possono bastare!” oppure:

Siamo qui per ringraziare la troika e la sua politica di austerità, sono convinto che dovremmo essere più poveri, perchè non tutti possono avere dei diritti, no?

Nella didascalia del poster altre informazioni sulla protesta del 26 ottobre. 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.