chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Partito politico in rappresentanza dei disabili si candida alle elezioni europee

Un nuovo partito politico in rappresentanza di tutti coloro che sono affetti da disabilità o malattie rare si è presentato alle Elezioni Europee [en] il 25 Maggio.  

Oltre ai partiti più rinomati, con un ampio seguito, vi sono infatti nuove realtà, come il Movimiento Red, Primavera Europea, VOX, Podemos (Possiamo), e Recortes (Tagli). In più, quest'anno è stata lanciata un'altra alternativa ai partiti tradizionali, l’Associazione dei Votanti con Disabilità e Malattie Rare – DER [es, come i seguenti]. L'obiettivo primario non è quello di promuovere un'ideologia, piuttosto, il partito nasce dall'esigenza di migliorare la qualità della vita di tutti coloro che sono costretti a convivere con una disabilità o una malattia rara.

Eduard Carreras, cabeza de la agrupación DER

Eduard Carreras, capo del DER.

“Siamo un gruppo di persone affette, direttamente o indirettamente, da una disabilità o un disturbo raro, unite da un obiettivo comune – migliorare le vite dei malati”, questo è quanto è stato dichiarato da Eduard Carreras, il candidato del partito, un venticinquenne di Girona, Spagna, che soffre di distrofia muscolare degenerativa. 

Il manifesto elettorale si incentra su questioni quali il lavoro, dal momento che il movimento sottolinea come il tasso di disoccupazione giovanile fra i disabili superi il 60%, con conseguenze anche sulla loro autonomia ed indipendenza. Il programma del partito inoltre promuove l'accessibilità al trasporto e ai luoghi pubblici, l'esenzione dall'IVA per l'acquisto di veicoli speciali o medicinali, un aumento dei fondi alla ricerca sulle malattie rare, e un miglioramento nei servizi sanitari e scolastici, insieme ad un maggiore sforzo per l'integrazione sociale dei diversamente abili.   

Il partito non promuove o rigetta alcuna ideologia. Il solo obiettivo è portare avanti il loro programma elettorale, che, secondo Carreras, è “l'unico vero comune denominatore che ci unisce”. E aggiunge: “Non siamo un semplice partito. Non abbiamo un'ideologia, che è proprio ciò che ci differenzia dai partiti tradizionali.” 

Carreras ha assicurato che “il denaro verrà adoperato solo per giusti fini” e ha già dimostrato come, dopo aver ottenuto le 15,000 firme necessarie per presentarsi alle elezioni, non abbia speso neanche un centesimo in pubblicità. Carreras ha infatti spiegato che: 

Vamos a intentar convencer de que es necesario actuar rápido y tomarse en serio nuestros problemas, y vamos a denunciar a todo el que ponga obstáculos. Si nuestras propuestas son rechazadas, serán los que las rechacen quienes tendrán que justificarse ante sus ciudadanos. Estamos dispuestos a sumar, y serán bienvenidos quienes se sumen a nuestras propuestas.

Cercheremo di convincervi che è necessario agire in fretta e prendere i nostri problemi sul serio, denunceremo tutti gli ostacoli trovati sul nostro cammino. Se le nostre proposte verranno rigettate, coloro che le rigetteranno dovranno spiegare le proprie ragioni davanti a tutti i cittadini. Siamo inoltre pronti a collaborare con chiunque si renda disponibile e ad accogliere chi volesse dare una mano.  

Qui sotto si può visualizzare un video sulla missione e gli obiettivi dell'Associazione dei Votanti con Disabilità e Malattie Rare [es]:  

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.