chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Due latino americani nominati per agli Awards sulla libertà di espressione

Afiche de los premios Index a la libertad de expresión

Manifesto degli Awards di Index of Censorship per la libertà di espressione

La piattaforma collaborativa di notizie Coraggio per Tamaulipas [es] e il disegnatore ecuadoriano Xavier “Bonil” Bonilla [es], sono gli unici due latino americani nominati agli Awards di Index of Censorship per la libertà di espressione, che premiano le organizzazioni o gli individui che lottano contro la censura.

I premi sono stati creati da Index on Censorship [en, come tutti i link seguenti], organizzazione internazionale per la difesa della libertà di espressione, e vengono assegnati in quattro categorie: giornalismo, arte, campagne e attivismo digitale. Su un totale di 2.000 candidature, solo 17 sono entrati in finale.

Bonilla, nominato nella sezione arte, è stato bersagliato da multe e da vari procedimenti legali in Ecuador. Nel 2013, il presidente Rafael Correa ha approvato una legge che premette al governo di esercitare un controllo su contenuti giornalistici specifici. Tra i primi a sperimentarne l'applicazione c'è Bonilla stesso e il giornale El Universo, che pubblica le sue vignette. Entrambi hanno dovuto ritirare una vignetta e pagare una multa.

Invece, Coraggio per Tamaulipas, una piattaforma collaborativa di notizie, concorre nella categoria dell’attivismo digitale, per cui il pubblico può votare al seguente link. Il sito messicano è stato creato in una delle zone più pericolose per il giornalismo. Dal 2010 sono stati assassinati 6 giornalisti, e la violenza esercitata dai cartelli della droga nella regione ha portato un oscuramento informativo, che adesso viene interrotto anonimamente dei cittadini con articoli sulla narco-violenza.

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.