chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

La Cina perseguita la sinistra indipendente in nome del marxismo

Dal programma della China Central Television “Marx aveva ragione.” Screenshot da Youtube.

Il 28 dicembre scorso, la polizia ha arrestato [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] un gruppo di studenti dell'Università di Pechino per aver protestato contro l'acquisizione della “società marxista” del campus, in un'ennesima riprova dell'abisso tra marxismo e marxismo “con caratteristiche cinesi”.

L'azione fa seguito all'arresto del presidente della società Qiu Zhanxuan per aver celebrato il compleanno dell'ex leader del Partito comunista cinese (CPP), Mao Zedong, il 26 dicembre scorso.

Questi arresti sono solo l'episodio più recente della repressione da parte del PCC ai danni della sinistra cinese indipendente. Ad agosto, 50 persone tra studenti e lavoratori, che avevano tentato di creare un sindacato in una fabbrica della holding Jasic Technology nel sud della Cina, sono state arrestate.

Tra i detenuti c'è Yue Xin, una ragazza laureata dell'Università di Pechino che ha aderito pubblicamente al pensiero del presidente Xi Jinping. Invece di proseguire gli studi all'estero, è diventata un'operaia nella fabbrica della Jasic Technology. È scomparsa dal giorno dell'incursione della polizia ad agosto. Il gruppo marxista dell'Università di Pechino ha fatto una campagna per la liberazione degli militanti detenuti.

Questa nuova generazione di giovani di sinistra, che hanno messo in pratica i valori nei quali crede, è stata accusata dai commentatori filogovernativi di leggere Marx sotto la direzione segreta di potenze straniere.

Su Weibo, l'ideologo del PCC e redattore capo del Global Times Hu Xijin ha giustificato [zh] la repressione del gruppo marxista dell'Università di Pechino, i cui principali membri sono stati sostituiti con gente scelta dall'università [zh]:

老胡想对邱同学说,只有中国才能救社会主义,中国是马克思主义学说在未来发扬光大的唯一希望。而中国面临着内外种种挑战,所有支持人类拥抱社会主义理想的中国人,都应该支持国家走稳中国特色社会主义道路,支持在改革开放的现实环境下发展马克思主义。社会主义是极其复杂的社会实践运动,而非理想主义的教条主义追求。可以肯定地说,中国好了社会主义才能好。
老胡希望所有年轻人都能意识到,对中国极不友好的力量一直在寻找各种各样的机会攻击我们。我们都应该尽量避免给那些力量提供这样的机会。

Voglio dire allo studente Qiu che solo la Cina può salvare il socialismo. La Cina è l'unica speranza per il futuro del marxismo. La Cina sta affrontando molte sfide all'interno e all'esterno del paese. Tutti i cinesi che credono negli ideali socialisti dovrebbero sostenere lo stato nel perseguimento della via del socialismo con il carattere cinese e lo sviluppo del marxismo nelle circostanze della riforma e delle porte aperte. Il socialismo è una prassi molto complicata, non è una ricerca dogmatica e idealistica. È chiaro che il destino del socialismo dipende da quello della Cina. Spero che tutti i giovani possano rendersene conto. Le forze ostili hanno preso ogni sorta di opportunità per attaccarci. Dobbiamo evitare di fornire tali opportunità a queste forze.

La dichiarazione di Hu riflette la recente appropriazione da parte della Cina del marxismo come uno strumento ideologico, che aiuta a legittimare la strategia di governance del presidente Xi Jinping basata sull'autoritarismo e il progresso economico.

Per tutto il 2018 il PCC ha celebrato in modo spettacolare il 200° anniversario di Karl Marx, il padre del pensiero comunista. Ha organizzato una conferenza accademica internazionale a Bejing [it], un grande raduno [it] del Partito, ha finanziato una gigantesca statua al luogo di nascita di Marx [it] in Germania, prodotto una serie televisiva rivolta ai giovani intitolata “Marx was right” (Marx aveva ragione) e, più recentemente, ha pubblicato una serie animata chiamata “Il leader” basato sulla vita di Marx.

La serie di 5 episodi “Marx aveva ragione” [it], trasmessa quest'anno dal principale canale televisivo statale cinese, sostiene che l'economia di mercato della Cina è uno “strumento per realizzare i valori e gli obiettivi del socialismo” nonché un antidoto alle crisi come quelle affrontate dalle democrazie occidentali negli ultimi dieci anni, dalle crisi finanziarie globali del 2008 al referendum sulla Brexit nel Regno Unito.

Come ha detto Xi alla grande celebrazione del 200° compleanno di Marx a Pechino a maggio:

It is perfectly right for history and the people to choose Marxism, as well as for the CPC to write Marxism on its own flag, to adhere to the principle of combining the fundamental principles of Marxism with China's reality, and continuously adapt Marxism to the Chinese context and the times.

È perfettamente giusto per la storia e il popolo scegliere il marxismo, così come per il PCC scrivere il marxismo sulla propria bandiera, aderire al principio di combinare i principi fondamentali del marxismo con la realtà cinese, e adattare continuamente il marxismo al contesto cinese e tempi odierni.

Più di 30 eminenti studiosi hanno deciso di boicottare il Congresso Mondiale di Pechino del 2019 sul marxismo, incluso il professore di sinistra Noam Chomsky, che ha affermato di non voler essere “complice nel gioco del governo cinese“.

La Cina è la più grande economia manifatturiera e investitrice internazionale del mondo, e la sua economia è altamente sfruttatrice della classe operaia.

La pratica del PCC di sopprimere i movimenti di lavoratori indipendenti e le organizzazioni operaie, risalgono a decenni fa. Mentre molti marxisti credono nella lotta dei lavoratori come la forza trainante per la trasformazione sociale e politica, gli ideologi cinesi considerano i giovani studenti di sinistra che sostengono i diritti dei lavoratori semplicemente come dei provocatori.

Dopo l'acquisizione della società marxista dell'Università di Pechino, l'utente di Twitter @luli398 ha scritto in modo brusco:

Se Marx fosse ancora vivo, sarebbe stato arrestato dal PCC e condannato a vita, perché difende la libertà di stampa, di parola e di pensiero.

Che cosa è esattamente il marxismo con caratteristiche cinesi? Per capirlo, si può dare un'occhiata a questo cartone animato di propaganda chiamato “The Leader” (il leader).

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.