chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Ridurre le emissioni di carbonio e la produzione di rifiuti è la priorità attuale, dice l'ambientalista indiano Afroz Shah

Clean-up activities in Versova and Dana Paani beach. Image by Afroz Shah. Used with permission

Attività di bonifica sulla spiaggia di Versova e Dana Paani. Immagine di Afroz Shah, usata con autorizzazione

L'avvocato e ambientalista indiano Afroz Shah divide il suo tempo tra l'aula del tribunale e la separazione di cumuli di plastica. Shah, noto prevalentemente per aver lanciato la più grande iniziativa di bonifica al mondo nella capitale finanziaria dell'India, Mumbai, ha vinto il premio delle Nazioni Unite “Champions of the Earth” (Campioni della Terra) [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] nel 2016 e ha gestito con successo le iniziative di bonifica delle spiagge in tutta l'India. Dagli umili inizi dell'azione come una iniziativa di pulizia con un vicino di 84 anni, adesso i Volontari dei residenti di Versova (VRV) possono vantarsi di aver coinvolto quasi 70.000 studenti delle scuole e 1.200.000 cittadini in varie iniziative di bonifica.

Global Voices ha parlato con Shah riguardo ai pericoli dei rifiuti di plastica, gli inizi dell'iniziativa VRV e come i social media gli hanno permesso di trasformare una iniziativa di bonifica di una spiaggia in un movimento.

L'India produce più di 62 milioni di tonnellate di immondizia all'anno e le discariche sono al terzo posto per le emissioni di gas effetto serra. Secondo Shah, i combustibili fossili devono essere gradualmente eliminati per proteggere il pianeta dalla distruzione derivante dai cambiamenti climatici, comprese le inondazioni, le ondate di calore e la riduzione di copertura forestale:

Fossil fuels are a big problem and manufacturing plastic is a by-product of it clogging the environment. To tackle the climate crisis, youngsters need to step up and find solutions. Greta [a 15-year-old Swedish environmental activist] is keeping the politicians on their toes by frequently highlighting the current state of the environment which is suffocating everyone.

I combustibili fossili sono un grande problema e la manifattura di materia plastica è un suo sottoprodotto che sta ostruendo l'ambiente. Per affrontare la crisi climatica, i più giovani devono intervenire e trovare soluzioni. Greta [un'attivista ambientale svedese di 15 anni] sta tenendo sulle spine i politici, illustrando frequentemente lo stato attuale dell'ambiente, che sta soffocando tutti.

Shah ha aggiunto che l'applicazione della legislazione non conseguirà risultati, ma che piuttosto la sensibilizzazione della popolazione sui pericoli dell'inquinamento è l'unica soluzione.

Confezioni di detersivo in polvere, dentifricio, latte e shampoo, raccolte dalla spiaggia.
Bonifica della spiaggia di Versova (Versova Beach Cleanup). Immagine di Afroz Shah, usata con autorizzazione

While looking for solutions to dispose of the plastic, I visited Dharavi since it is the largest slum with micro-enterprises in Asia. Socio-economic problems cannot be solved by just floating tenders and spending money. Instead of laws conversing with us, we should converse with people and decide what is good for our surroundings.

Mentre cercavo soluzioni per smaltire la plastica, ho visitato Dharavi [it], poiché è la più vasta baraccopoli con microimprese in Asia. I problemi socio economici non possono essere risolti semplicemente proponendo bandi di gara e spendendo i soldi. Invece di legislazioni che conversano con noi, dovremmo conversare con la gente e decidere che cosa è buono per il nostro ambiente circostante.

Durante la sua visita a Dharavi, Shah era allarmato dalle quantità di immondizia, in particolare i rifiuti di plastica, e come finivano sul lungomare a Mumbai e negli altri Stati indiani.

“La gente bruciava la plastica, che è pericoloso. C'era immondizia e plastica ovunque, e ogni pezzo di plastica era ricoperto da feci a causa della defecazione all'aperto,” ha detto Shah durante un'intervista nel suo appartamento di fronte al mare a Mumbai.

Le zone costiere dell'India sono ricche di vita marina e costiera, ma decenni di inquinamento, distruzione delle mangrovie e scarico di plastica sulle spiagge di Mumbai sono risultate nella degradazione costiera e la scomparsa di molte specie, comprese le autoctone tartarughe Olive Ridley. Nonostante il danno ambientale arrecato alla costa, l'iniziativa di Shah sta già iniziando a fare una differenza. Nel 2018 la tartaruga Olive Ridley è stata avvistata sulla spiaggia di Versova. Shah, il cui team di volontari ha avvistato le giovani tartarughe che attraversavano a guado il loro cammino nella sabbia, era estatico e in lacrime.

It was nature's blessing that Olive Ridley turtles returned to Mumbai's coastline after years of disappearance due to pollution and garbage dumping. I was crying when the news came out as we spent years wading through muck collecting tonnes of plastic and hoping to clean our environment.

È stata una benedizione della natura che le tartarughe Olive Ridley siano tornate sul litorale di Mumbai dopo anni di latitanza, a causa dell'inquinamento e delle discariche di rifiuti. Ho pianto quando è arrivata la notizia, infatti abbiamo trascorso anni camminando in mezzo al marciume, raccogliendo tonnellate di plastica e sperando di ripulire il nostro ambiente.

Image by Afroz Shah. Used with permission

Immagine di Afroz Shah, usata con autorizzazione

Nel 2016 il capo del Progetto ambientale delle Nazioni Unite (UNEP), Erik Solheim, ha visitato una spiaggia di Versova inondata dall'immondizia e ha detto che “non ha mai visto uno spettacolo così orrendo”. Dopo la sua visita, Solheim ha annunciato un supporto per l'iniziativa cittadina di bonifica guidata da Shah. A ottobre 2018 la spiaggia è stata trasformata con decine di migliaia di volontari impegnati nei loro fine settimana per separare la plastica per il riciclaggio.

Solheim è andato avanti lanciando la campagna globale ‘Clean Seas‘ (mari puliti) e ha collaborato con l'iniziativa di Shah.

Vijay Samnotra, capo dell'Ufficio nazionale dell'ambiente ONU in India, ha lodato Shah e i suoi volontari in un comunicato stampa:

UN Environment is proud of the inspiring and mostly back-breaking work that Afroz and his small band of volunteers have been doing in Versova. He has shown how commitment and single-minded devotion of an individual to the cause of environment can mobilize citizens in conserving and protecting the environment.

UN Environment (ONU Ambiente) è orgoglioso del lavoro ispiratore e faticoso che Afroz e la sua piccola banda di volontari hanno svolto in Versova. Ha dimostrato come l'impegno e la profonda devozione di un individuo alla causa dell'ambiente possono mobilitare i cittadini nella salvaguardia e protezione dell'ambiente.

Tuttavia Shah, che ha iniziato il suo viaggio da solo, ha compreso che deve coinvolgere i più giovani e i cittadini, se spera in un cambiamento sostenibile e a lungo termine. Come un novizio dei social media che ha avviato la sua iniziativa di bonifica con un vicino di 84 anni, Shah ha inizialmente apostrofato le persone che camminavano sulla spiaggia chiedendo il loro aiuto:

There is an inertia in the government and it is not responding as it should to our environmental needs. I started in October 2015 and there was barely any response from people as they would shy away. I wasn't social media savvy and would call 80-100 people on the phone every weekend requesting people to come and join us for cleanups. I would randomly approach people explaining them the problem of plastic dumping and destruction of mangroves and beachfront.

C'è un'inerzia nel governo e non sta rispondendo come dovrebbe alle nostre esigenze ambientali. Ho iniziato nell'ottobre 2015 e non c'era quasi risposta da parte della gente, che tendeva a scansarsi. Non ero esperto di social media e chiamavo 80-100 persone al telefono ogni fine settimana, chiedendo alla gente di venire ad aiutarci con le bonifiche. Mi rivolgevo in modo casuale alle persone, spiegando loro il problema delle discariche di plastica e la distruzione delle mangrovie e del lungomare.

Alla fine, l'iniziativa è riuscita a sensibilizzare l'attenzione dei giovani che hanno partecipato in risposta alla crisi ambientale.

Evidenziando i concetti dell’economia circolare, Shah dice che le famiglie e le comunità di tutto il mondo devono ridurre giudiziosamente la loro emissione di carbonio e la produzione di rifiuti.

Settimana 193 della bonifica sulla spiaggia di Versova e Dana Paani. Immagine di Afroz Shah. Usata con autorizzazione

La bonifica della spiaggia è stato il punto di svolta e la gente è uscita dalla propria zona di conforto e ha compreso che deve iniziare a restituire al nostro ambiente. Shah, che vive uno stile di vita frugale con un uso minimo della plastica, dice che i suoi team hanno lavorato con i locali abitanti delle baraccopoli a Mumbai per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla nettezza urbana, l'uso della plastica e lo smaltimento dei rifiuti.

There is a lot to be done for the environment and millions of species inhabiting the earth around us. The state of Mumbai is bad and every hundred meters has a garbage dump filled with wet and dry garbage and we dump these in landfills.

C'è molto da fare per l'ambiente e i milioni di specie che vivono sulla Terra intorno a noi. Lo Stato di Mumbai è scadente e ha una discarica di immondizia ogni cento metri, riempita di immondizia umida e secca, che scarichiamo nelle discariche.

Nonostante i successi dell'iniziativa, le sfide che affrontano gli ambientalisti sono spaventose e c'è ancora molto da fare.

Oltre all'inquinamento oceanico, l'India deve affrontare regolarmente anche i livelli allarmanti di inquinamento dell'aria, uno dei peggiori globalmente. I fiumi che circondano New Delhi, il Gange e Yamuna, si trovano di fronte a minacce ecologiche derivanti dallo scarico di immondizia e rifiuti, mentre le campagne del governo per ripulirli ottengono scarsi risultati.

Nel 2018, nel mezzo delle piogge torrenziali di Mumbai, il mare ha respinto tonnellate di immondizia, dalla plastica al polistirolo, sulle spiagge, evidenziando come la città ha trasformato il mare in un terreno di discarica. Inoltre una discarica nel Ghaziapur della capitale indiana di New Delhi, che misura più di 65 metri, e la discarica Deonar di Mumbai, che stanno traboccando, stanno preoccupando i funzionari.

Guarda il video Champion of the Earth (Campione della terra) delle Nazioni Unite che presenta Afroz Shah:

Vishal è un membro dell'hub Climate Tracker South Asia. 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.