chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Un artista digitale ritrae la vita dei thailandesi e la lotta per la democrazia

‘Vita da cittadino di Bangkok 01’. Ritratto digitale di Pssyppl, usato con il suo consenso. Ritrae una giovane cittadina che mostra il saluto degli “Hunger Games”, usato dai giovani manifestanti in Thailandia nella loro campagna per le riforme democratiche.

Molti artisti hanno sostenuto il movimento di protesta [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] guidato da una gioventù che ha richiesto riforme democratiche in Thailandia nel 2020. Uno di questi artisti è Pssyppl, descritto dal BK Magazine come “artista e designer in rapida ascesa, che realizza dipinti digitali cupi, in gran parte satirici, che riflettono i temi scottanti dei nostri tempi”.

In un articolo pubblicato sul BK Magazine dedicato a lui e ad altri artisti, Pssyppl ha condiviso la seguente descrizione della sua visione artistica:

My digital artwork focuses on events that are happening around me—events that leave me with a certain feeling inside my head, and then that feeling is molded and visualized in a sarcastic way through digital paintings. The reason I did these pieces is because of anger—anger that I cannot say anything or do anything to resist this corrupt system [that rules Thailand]. Art is my only way to express this smoldering emotion inside my mind.

La mia arte digitale si concentra sugli eventi che accadono intorno a me – eventi che suscitano una certa sensazione nella mia mente, e poi quella sensazione viene plasmata e visualizzata in modo sarcastico attraverso i dipinti digitali. Ho realizzato questi pezzi per rabbia – rabbia causata dall'impossibilità di dire o fare qualcosa per resistere a questo sistema corrotto [che domina la Thailandia]. L'arte è l'unico modo che ho per esprimere questo sentimento che arde nella mia mente.

La rabbia sembra infatti essere una delle principali forze motrici delle opere d'arte digitali che Pssyppl pubblica su Instagram. Una di esse ritrae la resistenza dei thailandesi contro un governo che utilizza la legge repressiva della Sezione 112 per arrestare coloro che criticano la monarchia.

Questa opera d'arte è stata pubblicata sul giornale online New Naratif e include una descrizione dell'artista:

We the people have been oppressed, manipulated and controlled by higher powers for as long as I remember. Now that their ivory tower has started to tremble, it’s time for us to rise up for a better future not just for ourselves, but also for the generations to come.

Da che ricordo, il nostro popolo è sempre stato oppresso, manipolato e controllato dai poteri più alti. Ora che la loro torre d'avorio ha iniziato a tremare, è tempo di ribellarsi per un futuro migliore non solo per noi stessi, ma anche per le generazioni a venire.

Un'altra opera d'arte critica l'esercito, che ha architettato un colpo di stato nel 2014 e continua a guidare il governo civile anche dopo le elezioni del 2019.

I symbolised this rotten system of Thailand into the character of a general. The system that barks order at you and you will follow. The system that tells you from the other side of the poster that you already have a good life, don’t ask questions, don’t try to change the way things are. The system that hides all those bodies of the people that try to fight for their life, distorting history and turns people against each other. In the end, this is just a poster. You either choose to believe in the ‘system’ that is trying to control you through the artwork, or together, we can fight the system and tear it down to the ground.

Ho rappresentato il marcio sistema della Thailandia sotto forma di un generale. Un sistema che sbraita ordini che eseguirai. Un sistema che dall'altra parte del manifesto ti dice che hai già una bella vita, di non fare domande, di non cercare di cambiare le cose. Un sistema che nasconde i corpi di coloro che cercano di lottare per la propria vita, distorcendo la storia e mettendo le persone l'una contro l'altra. In fin dei conti questo è solo un manifesto. O si sceglie di credere nel “sistema” che cerca di controllarti attraverso l'opera d'arte, o insieme possiamo combattere il sistema e distruggerlo.

“Seguendo gli ordini”

Ho intervistato Pssyppl via Twitter sull'importanza dell'arte a sostegno del movimento di protesta a favore della democrazia in Thailandia:

In my opinion, in the country where people cannot speak out the fact and spread out the truth, art, music, performance and any other form of expression other than words are quite important. They are the alternative ways for people to express their feelings, to make people listen.

A mio parere, in un paese in cui la gente non può rivelare come stanno le cose e diffondere la verità, l'arte, la musica, lo spettacolo e qualsiasi altra forma di espressione diversa dalle parole risultano essere piuttosto importanti. Sono i modi alternativi per le persone di esprimere i propri sentimenti, per far sì che gli altri ascoltino.

“Rivoluzione” (Ispirato a “La Libertà che guida il popolo”, dipinto di Eugène Delacroix).

Gli ho anche chiesto della possibilità di una campagna per la democrazia nel 2021:

We have come a long way since the coup seven years ago. The fight is going to be long and it might last longer than 2021 in my opinion. I can’t really tell what the future would hold, but changes are coming and the glimpse of hope is starting to surface. Now that there’s covid-19 around, we have more responsibility than before. It is going to be a slow process but I believe that we surely are progressing.

Abbiamo fatto molta strada dal colpo di stato di sette anni fa. La lotta sarà lunga e, a mio avviso, potrebbe protrarsi oltre il 2021. Non posso prevedere che cosa ci riserva il futuro, ma i cambiamenti sono in arrivo e comincia ad affiorare uno spiraglio di speranza. Ora che il covid-19 si sta diffondendo, abbiamo più responsabilità di prima. Sarà un processo lento, ma credo che stiamo sicuramente progredendo.

“Insurrezione”.

Questo è il suo messaggio ai colleghi artisti:

To me, it’s of utmost importance that you never doubt yourself. There’s gonna be the work you hate, you are gonna feel tired and confused whether you’ve chosen the right part. But if it’s what you love, never stop do art. If you fail, try and fail again until you fall in love with your failure.

Per me, è di estrema importanza che non dubitiate mai di voi stessi. Ci sarà il lavoro che odierete, vi sentirete stanchi e vi domanderete se avete scelto la parte giusta. Ma se è ciò che amate, non smettete mai di fare arte. Se fallite, provate e fallite di nuovo fino a quando non vi innamorerete del vostro fallimento.

“La scelta”.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.