chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Un movimento giovanile sta sfidando la vecchia guardia politica in Namibia

La Christ Church luterana (o Christuskirche) è un punto di riferimento storico a Windhoek, in Namibia. Immagine di Henning Supertramp, 9 dicembre 2016 (CC BY 2.0)

Poco più di sei anni fa, il 10 novembre 2014, alcuni giovani uomini si sono diretti verso un pezzo di terreno comunale libero [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] nella capitale della Namibia, Windhoek, hanno appeso dei cartelli e dichiarato occupato il terreno.

Gli uomini – guidati dagli attivisti Job Amupanda, George Kambala e Dimbulikeni Nauyomamade – hanno citato la disuguaglianza e l'ingiustizia nell'accesso alla terra come le ragioni della presa della terra. La risposta che seguì non avrebbe potuto essere maggiore: la maggior parte dei media namibiani riportò l'incidente, persino il presidente Hage Geingob reagì.

Il 25 novembre 2020, uno di questi giovani, Job Amupanda, è stato eletto sindaco della capitale namibiana Windhoek nelle elezioni locali.

In questo giorno, 6 anni fa, il palcoscenico era pronto e non ci siamo mai guardati indietro.
Possiamo non avere il POTERE e i SOLDI ma abbiamo IDEE, IDEE potenti – qualcosa che loro non hanno. Abbiamo spirito, energia, talento, ritmo. Idee potenti in arrivo!

Amupanda, 33 anni, è un ex docente senior e vice preside dell'Università della Namibia e ha un dottorato in studi politici. All'epoca del land grabbing, era segretario dell'informazione per la SWAPO Party Youth League (SPYL).

La protesta degli attivisti ha dato origine al movimento di sinistra radicale Affirmative Repositioning, che è diventato un partito politico nel 2020. L'azione non si è limitata alla protesta per l'accaparramento delle terre: Poco dopo la fondazione del movimento nel 2014, più di 14.000 persone hanno risposto al loro appello nel novembre 2014 per presentare domande di terra. A marzo 2015, più di 35.000 namibiani avevano fatto domanda per la terra. Questo picco nelle richieste di terra era un riflesso dell'inaccessibilità prevalente della terra nel paese.

I tre attivisti hanno accusato la South West African People's Organisation (SWAPO), il partito al potere in parlamento, di non aver risolto le disuguaglianze prevalenti in Namibia, da qui la loro azione per trovare soluzioni da soli e mobilitare la società.

Per decenni, la SWAPO ha combattuto per l'indipendenza della Namibia contro il dominio coloniale. La tenacia della SWAPO, fondata nel 1960, come combattente per la libertà, ha ottenuto il riconoscimento delle Nazioni Unite nel luglio 1966, come unico rappresentante del popolo namibiano.

Nelle prime elezioni libere ed eque del 1989 (prima di allora, solo i bianchi potevano votare) il leader della SWAPO Sam Nujoma fu eletto primo presidente della Namibia indipendente. Da allora, la SWAPO è rimasta il partito dominante nel paese, ma nelle elezioni nazionali del 2019 ha perso circa il 30% dei voti.

Le disuguaglianze coloniali sono ancora vive nella Namibia indipendente

L'allontanamento degli elettori dai combattenti per l'indipendenza, una volta venerati, non era senza motivo. Le conseguenze della colonizzazione e dell'apartheid sono ancora visibili in Namibia.

Nelle città, i diversi gruppi di popolazione vivono ancora ampiamente segregati l'uno dall'altro e i costi degli alloggi sono alti, specialmente a Windhoek dove l’accesso alla terra è estremamente difficile ed esorbitante. Questo problema persiste perché il 70% dei terreni agricoli commerciali in Namibia è ancora di proprietà della minoranza bianca, tre decenni dopo che questo paese dell'Africa meridionale ha ottenuto l'indipendenza nel 1990.

La disuguaglianza sociale in Namibia è quindi tra le più alte del mondo, con un gran numero di cittadini che soffrono di povertà e senza tetto. Per molti namibiani, l'indipendenza ha a malapena migliorato il loro standard di vita. L'eredità coloniale è ancora palpabile. Trent'anni dopo l'indipendenza, la delusione si sta diffondendo nella società namibiana.

Prendendo le distanze dalla SWAPO, Amupanda ha aggirato lo scetticismo che i namibiani nutrono nei confronti dell'élite al potere. Questo ha probabilmente contribuito alla sua ascesa al potere. Ha continuato a parlare di affrontare le disuguaglianze prevalenti nella società namibiana. Questo è stato evidente nel suo primo discorso come sindaco di Windhoek, tenuto nel dicembre 2020, in cui ha promesso di concentrarsi sulla fornitura di servizi e non sulla politica di partito: “Sappiate che la vostra responsabilità è nella gestione. Non la leadership politica, ma l'amministrazione della città”, avrebbe detto.

Vera azione politica

Job Shipululo Amupanda durante una protesta giovanile sulla terra a Windhoek. Immagine da ShopLeft, 21 aprile 2019, CC BY-SA 4.0

Amupanda ha promesso di affrontare le inefficienze e l'inefficacia che hanno caratterizzato per anni la scarsa fornitura di servizi del comune. Il 2 marzo, l'amministrazione cittadina ha tagliato la fornitura di acqua a cinque ministeri per la loro incapacità di saldare una bolletta dell'acqua accumulata di 47 milioni di dollari namibiani (circa 3,1 milioni di dollari USA):

APPENA SUCCESSO: La città di Windhoek mercoledì ha tagliato il rifornimento idrico di cinque ministeri. Il portavoce della città Lydia Amutenya ha confermato i tagli questa mattina e ha detto che i ministeri hanno 47 milioni di dollari in bollette non pagate.

La misura ha avuto un impatto immediato: Il governo ha pagato. Di conseguenza, il comune è stato anche in grado di pagare i suoi debiti ai fornitori di acqua ed energia NamPower, per la prima volta in decenni.

Un altro esempio è un progetto di giardinaggio urbano. La Namibia dipende in gran parte dalle importazioni di cibo dal Sudafrica e per questo l'amministrazione di Amupanda vuole produrre cibo in una fattoria di 2.000 ettari di proprietà della città.

Data la situazione, promuovere modi moderni di agricoltura domestica è un atto di auto-emancipazione per i cittadini namibiani.

Per quanto riguarda l'agricoltura urbana abbiamo grandi sogni e idee. Questa è la periferia della nostra città. Su questa terra di circa 2000 ettari, costruiremo un'azienda agricola produttrice di cibo. Seguendo le parole di Thomas Sankara, “colui che vi nutre vi controlla”.

Il Riposizionamento Affermativo di Amupanda si è trasformato da un movimento giovanile in un partito politico. Anche la SWAPO si è trasformata da combattente per l'indipendenza in un partito politico.

Il futuro determinerà se Amupanda e il suo partito continueranno a mantenere le promesse. Altrimenti, rischiano lo stesso destino che è toccato al partito un tempo dominante in quella nazione dell'Africa meridionale.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.