chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Youtube vieta il caricamento di video al sito-progetto tunisino Nawaat

Tre giorni fa il coordinatore di GV Advocacy [in], Sami Ben Gharbia, che è anche co-fondatore del sito d'informazione tunisino Nawaat, ha riportato [in] che dall'acconto di quest'ultimo sito non poteva più caricare video su YouTube, dopo che lo staff di YouTube aveva ritenuto che un filmato, in procinto di essere caricato, contenesse “contenuti deplorevoli”. Ben Gharbia ha pubblicato il messaggio ricevuto da Nawaat, dove simdiceva:

Il seguente video proveniente dal vostro acconto è stato disabilitato per violazione delle norme della comunità di YouTube: Tunise: enfants des zones défavorisées (Nawaat).
Nonostante possa non sembrare corretto proibire la visione di qualcosa a fronte della teorica reazione degli spettatori, abbiamo l'obbligo di porre un limite a contenuti che possano incitare alla violenza o incoraggiare attività pericolose e illegali con possibili rischi di seri danni fisici o di morte. Non è consentita la pubblicazione di video con contenuti inopportuni come violenze sugli animali, abuso di droghe, bere o fumare tra minorenni, fabbricazione di bombe. Filmati di questo tipo devono essere di taglio educativo o informativo, non realizzati per aiutare o incitare altri a imitarne il comportamento.

Questo è il secondo avviso di violazione delle norme della comunità che il vostro acconto ha ricevuto negli ultimi sei mesi. Di conseguenza, la possibilità di postare nuovi contenuti da questo acconto è stata disabilitata e rimarrà tale fino a due settimane dopo aver confermato la ricezione di questo messaggio. Vi invitiamo a rivedere le norme che regolano la comunità di YouTube e di astenervi da ulteriori violazioni che potrebbero avere come conseguenza la cencellazione del vostro acconto.

Il video [ar] in questione mostra un gruppo di giovanissimi che sniffano colla e discutono di tale pratica, comune tra la gioventù disagiata tunisina e considerata sostanza estremamente pericolosa. Il video è stato ideato allo scopo di essere il primo filmato realizzato da singoli individui che documenta questa pratica in Tunisia.

Nel post su Nawaat Ben Gharbia fa notare che altri video violano potenzialmente i termini del servizio di YouTube, incluso quello che descrive in modo scellerato la morte dell'iraniana Neda Agha-Soltan [pr] e diversi altri che mostrano la recente morte sullo slittino dell'atleta olimpico georgiano Nodar Kumaritashvili.

Il sito di condivisione di foto Flickr ha una simile procedura, che è stata messa sotto tiro nel 2007, dopo che il fotografo tedesco Maarten Dors aveva protestato per la rimozione di una sua foto, che mostrava un giovane rumeno mentre fumava una sigaretta. Flickr aveva poi ripristinato la foto e si era scusato [in] con Dors.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.