chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Tunisia: sparizioni, arresti e censure per blogger e attivisti impegnati nelle attuali proteste

Questo post è a cura di Malek, membro del blog collettivo nawaat.org. Aggiornamento: sono stati arrestati anche i cyber-dissidenti Hamadi Kaloutcha e Sleh Edine Kchouk, il rapper Hamada Ben Amor (Général Lebled). Si veda il comunicato di Reporters Without Borders [en] e il post su Fortress Europe [it].


Foto di Slim Amamou

Slim Amamou

Il blogger e attivista tunisino Slim Amamou [anche corrispondente di Global Voices Advocacy, en] è stato arrestato a Tunisi il 6 gennaio, intorno all'una del pomeriggio. Da quel momento amici e colleghi non hanno avuto più sue notizie, nè si conoscono le circostanze del suo arresto. Avrebbe dovuto recarsi al lavoro dopo aver fatto revisionare la macchina. L'ultima notizia risale a un suo tweet inviato intorno all'una [l'account Twitter di Amamou non è più attivo].

Schermata con l'ultimo tweet di Slim Amamou

404L esame fallito a causa della luce della targa :/ Devo diventare una star televisiva

Intorno alle 6 del pomeriggio, il cellulare di Slim Amamou è stato localizzato da un amico blogger, Stupeur,  utilizzando il social network Google Latitude[en], che permette agli utenti di segnalare la propria posizione grazie alla geolocalizzazione [it]. Secondo Latitude, egli si trovava nel palazzo del Ministero dell'Interno, in Avenue Habib Bourghiba, come mostra questa istantanea di Google Map.

Slim Amamou ha appena rivelato la sua posizione attuale col telefonino: Tunisi, Ministero dell'interno. Fonte : Haythem El MekkiSlim Amamou rivela la sua posizione tramite il cellulare: Tunisi, Ministero dell'interno.

Slim Amamou aveva avvertito gli amici (sempre via Twitter) che alcuni agenti ne sorvegliavano la casa da mercoledì 5 gennaio e che la mattina del 6 dei poliziotti erano stati visti anche vicino alla casa di un amico. Parecchie le telefonate anonime ricevute dal suo ufficio.

fermo-immagine del tweet di Amamou

Poliziotti vicino a casa mia ieri e a casa di un amico oggi pomeriggio, hanno telefonato in ufficio nel pomeriggio

Slim Amamou è uno dei più noti blogger tunisini. L'anno scorso denunciò un'operazione di phishing [en] (furto di dati sensibili [it]) dalle caselle email di diversi cittadini. È stato uno dei promotori dell'operazione “Nhar 3la 3ammar” [fr] (movimento civico e pacifico contro la censura in Tunisia) e uno degli organizzatori della protesta contro la censura svoltasi il 22 maggio 2010 [fr] a Tunisi.

Alla vigilia di quella manifestazione, era stato arrestato [fr] con il co-signatario Yassine Ayari [blog censurato, fr], rinchiuso per oltre 12 ore in carcere, e poi costretto a registrare un video in cui chiedeva l'annullamento della manifestazione.

Anche Azyz Amamy, 27 anni, blogger e attivista tunisino, è scomparso da giovedì, probabilmente arrestato dalla polizia tunisina.

Azyz aveva partecipato attivamente al movimento di protesta nella regione di Sidi Bouzid, di cui è originario.

foto di Azyz Ammami
Azyz Ammami

Azyz era stato arrestato già alcuni giorni addietro, durante una manifestazione a Tunisi, e brutalizzato dalle forze di polizia mentre si trovava sotto custodia, secondo quando segnalato  sul suo blog [ar]. Anche questo blog sembra essere stato rimosso.  L'ultimo testo pubblicato, non più visibile, s'intitolava Azyz è tornato.

3 commenti

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.