chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Messico: le reazioni dei netizen all'iniziativa “El Buen Fin”

Lo scorso 9 novembre 2011 il Presidente degli Stati Uniti Messicani, Felipe Calderón [it], ha annunciato il lancio dell'iniziativa “El Buen Fin : ) el fin de semana más barato del año [es, ]” (“Il fine settimana buono :) il fine settimana più economico e redditizio dell'anno”), che avrà luogo fra il 18 e il 21 novembre 2011, e che si spera verrà ripetuto nei prossimi anni.

Secondo le informazioni ufficiali sul tema, “El Buen Fin” consiste nell'applicazione di sconti in tutti gli esercizi commerciali e nell'anticipazione della tredicesima ai lavoratori degli enti pubblici. Secondo queste stesse fonti, l'idea è nata da un'iniziativa privata e promuoverà il benessere delle famiglie, oltre a dare impulso a tutti i settori dell'economia, generando posti di lavoro e crescita economica per il Paese.

L'annuncio di Felipe Calederón ha provocato molte reazioni fra i blogger e gli utenti di reti sociali in Messico. Diego del Blog de Blogs, vede in quest'iniziativa preannunciata dei tratti in comune con l'istituzione del Black Friday (che negli Stati Uniti si tiene il giorno successivo alla celebrazione del Ringraziamento), ma allo stesso tempo dubita che i commercianti facciano sconti reali e mette in discussione l'opportunità dell'iniziativa:

Hoy el Presidente Felipe Calderón, presento la iniciativa “El Buen Fin” que viene a ser una copia mexicana de el Black Friday (Viernes Negro) que es el dia que las tiendas en Estados Unidos, ponen grandes ofertas al dia siguiente de el “Dia de Acción de Gracias“.

Supuestamente dice que se pusieron de acuerdo con organizaciones de comercio y servicio que ofrecerán, del 18 al 21 de noviembre, los precios y las tarifas más bajas al año.

A ver si los comercios mexicanos, si le siguen el rollo al presidente, por que al modo un dia antes van a subir los precios, para que con el gran descuento que den durante ese fin de semana, nos sigan costando igual.

La idea es beneficiar al comercio y a los consumidores.

Creo que esto es un signo de miopia política con matices electoreros, haciendo las cosas buenas al final, cuando bien las pudo hacer al principio de su mandato. (sic)

Oggi il presidente Felipe Calderón ha presentato l'iniziativa “El Buen Fin”, che sarà una copia messicana del Black Friday, il giorno successivo al Thanksgiving, quando negli Stati Uniti i negozi offrono grandi sconti.
A quanto dice si sono accordati con entità commerciali e fornitori di servizi che, dal 18 al 21 novembre, offriranno i prezzi e le tariffe più bassi dell'anno.
Vedremo se i commercianti messicani reggeranno il gioco al Presidente, o se come sempre alzeranno i prezzi un giorno prima, per continuare a costarci uguale nonostante i grandi sconti di quel fine settimana.
L'idea è quella di favorire il commercio e i consumatori.
Credo che questo sia un segno di miopia politica con sfumature da campagna elettorale, facendo le cose buone alla fine, quando avrebbe potuto farle benissimo al principio del suo mandato. (sic)

Querétaro, México. Immagine di broc7, utente Flickr, su licenza Creative Commons (CC BY-NC-SA 2.0)

Eduardo S. H. in El Gerundio del Ocio, con un tono apparentemente più ottimista, pronostica invece la possibilità di risultati positivi per la realizzazione di questo progetto:

La iniciativa es sin duda interesante, tanto para los consumidores como para los empresarios y el gobierno mismo. Es decir que esto podría darle empuje a la economía interna, ayudar a las empresas y reducir (o por lo menos estabilizar) la tasa de desempleo en México. Incluso cuando no estoy muy de acuerdo en que se promocione el consumismo, creo que una iniciativa como El Buen Fin, en caso de funcionar correctamente, podría traer algunos ligeros beneficios al país. Después de todo, consumistas ya somos, lo único que nos falta para llegar a los niveles ridículos a los que han llegado en Estados Unidos es más poder adquisitivo.

L'iniziativa è indubbiamente interessante, sia per i consumatori che per gli imprenditori e il governo stesso. Questo potrebbe cioè dare una spinta all'economia interna, aiutare le aziende e ridurre (o per lo meno stabilizzare) il tasso di disoccupazione in Messico. Anche se non sono molto d'accordo con il fatto che si promuova il consumismo, credo che un'iniziativa come “El Buen Fin”, se funzionasse correttamente, potrebbe portare alcuni leggeri benefici al Paese. Dopotutto, consumisti già lo siamo, quello che ci manca per arrivare ai livelli ridicoli ai quali sono arrivati negli Stati Uniti è un maggiore potere d'acquisto.

Bombusterrestris1 de La Trapaleta, ha approfittato dell'occasione per fornire ai suoi lettori alcuni suggerimenti per acquisti migliori.

Compara precios, no te dejes llevar por las emociones, establece prioridades como el pago de tarjetas, ahorra y, por ningún motivo, compres más de lo que puedes pagar, porque ello hipoteca el salario del próximo año.

Confronta i pezzi, non ti lasciare trasportare dalle emozioni, stabilisci priorità come il pagamento delle carte di credito, risparmia, e non comprare per nessun motivo più di quello che puoi pagare, perché così si mette un'ipoteca sullo stipendio del prossimo anno.

Su Twitter, l'utente Celiaalviso (@Celiaalviso) ha messo in discussione l'opportunità dell'iniziativa a discapito di una che fomenti la cultura del risparmio:

¿Y si Gobierno Federal mejor fortaleciera la cultura del ahorro en lugar de orquestar “grandes ofertas en tiendas del país”? #BuenFin

E se il Governo Federale rafforzasse la cultura del risparmio piuttosto che organizzare “grandi offerte nei negozi del Paese”? #BuenFin

Altri utenti, come Gerson Obrajero (@tlalocman), si sono lamentati di non essere dipendenti pubblici e non avere il beneficio dell'anticipazione della tredicesima per approfittare degli sconti:

Yo si planeo comprarme algo en el #BuenFin. Lástima que no sea burócrata para tener algo de aguinaldo en noviembre!

Io si che ho in programma di comprarmi qualcosa nel #BuenFin. Peccato che non sia un dipendente pubblico per avere una parte della tredicesima a novembre!

Kid Buda (@kidbuda) ha espresso un commento su quello che sarebbe davvero un buon fine settimana:

no se…llámenme Hippie o comunista…pero un #BuenFin chido, de a de veras, sería un fin de semana lleno de buena voluntad, generosidad…

non so… chiamatemi Hippie o comunista… però un #BuenFin davvero bello, ma per davvero, sarebbe un fine settimana pieno di buona volontà, generosità…

D'altra parte e senza perdere di vista il clima di insicurezza che si vive attualmente in Messico, Hugo Tenorio Cedeño (@sonidototal) così si è pronunciato sull'iniziativa annunciata dal capo del potere esecutivo:

Solo espero que ese tan llamado #buenfin no se convierta en el fin de semana mas violento de todo el sexenio.

Spero solo che questo #buenfin tanto discusso non si trasformi nel fine settimana più violento degli ultimi sei anni.

Come si può osservare, le reazioni dei messicani in relazione a questo tema sono diversificate e interessanti, anche se si dovranno aspettare gli ultimi giorni del mese per sapere si saranno raggiunti gli obiettivi previsti. Va infine chiarito che “El Buen Fin” non avverrà allo stesso tempo del Black Friday, o per lo meno non quest'anno, dato che Thanksgiving 2011 si festeggerà negli Stati Uniti il quarto giovedì di novembre, così che le vendite del Black Friday avranno luogo dal primo minuto di venerdì 25 novembre, una settimana dopo l'inizio del “Buen Fin” in Messico.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.