chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cina 2011: repressioni, rivolte popolari e cyber-attivismo

Il 2011 è iniziato con un giro di vite da parte delle autorità cinesi per prevenire il dilagare della cosidetta ‘Rivoluzione Araba dei Gelsomini’ ed è terminato con una serie di rivolte di una popolazione stanca a causa della corruzione delle autorità locali e delle acquisizioni illegali di terreni.

Repressioni dei Gelsomini

La Primavera Araba ha riportato alla memoria [en, come tutti gli altri link eccetto ove diversamente segnalato] del popolo cinese la sua stessa storia politica contro le autorità. La caduta di Mubarak in Egitto ha quindi messo in allerta il regime autoritario illegittimo in Cina.

Senza un confronto reale con alcuna opposizione, il Partito Comunista Cinese (PCC) ha cominciato l’anno con una dura repressione contro alcuni utori influenti online [it] e gli attivisti dei diritti umani nel febbraio 2011. Tra loro ci sono il blogger attivista Liu Di, il famoso attivista-artista Ai Weiwei, lo scrittore del Sichuan Ran Yunfei, l'avvocatessa di Shanghai Li Tiantian [it], l'attivista forense del Sichuan Li Shuangde e l'attivista di Pechino Wang Lihong.

Christian Bale, immagine da Weibo

Christian Bale, immagine da Weibo

Nonostante l’atmosfera tesa, gli attivisti dell’informazione hanno continuato a manifestare a favore di tutti i detenuti politici. La campagna a favore della liberazione di Chen Guangchen[it] si è protratta per mesi dal settembre 2011, e gli ultimi sviluppi sono quelli che hanno visto protagonista l’attore attivista Christian Bale che è stato malmenato dalle guardie del villaggio [it] mentre cercava di far visita a Chen.

Conflitti sociali

I conflitti sociali hanno continuato a proliferare tra le comunità locali per tutto il 2011. Il primo caso all’inizio dell’anno è stata l’indagine sul presunto omicidio di Qian Yunhui, un capo villaggio nella provincia dello Zhejiang che si era opposto alle acquisizioni forzate di terreni nella contea di Yueqing. Mentre l’indagine ufficiale chiudeva il caso come un incidente, molti netizen ritenevano si trattasse di un omicidio per i ben numerosi interessi che il governo della contea ha nei progetti di sviluppo edilizio..

Mentre le aree rurali sono state devastate dalla confisca territoriale, le aree urbane erano minacciate dalle bolle immobiliari. La maggior parte dei cittadini pensavano che il governo avrebbe dovuto introdurre una politica per ridimensionare il mercato immobiliare e hanno espresso la loro rabbia verso l’irrealistica propaganda comunista [it], secondo cui generosi sussidi di affitto erano disponibili per aiutare le famiglie a basso reddito a Pechino.

Invece di aiutare i poveri, molte città hanno adottato la politica di ripulirsi dagli “indesiderati”[it]. La disparità di reddito e l’ingiustizia sociale hanno causato un amaro risentimento di quest'ultimi verso le persone ricche e i governanti.

Le reazione dei netizen al caso di omicidio di Yao Jiaxin ha rispecchiato il sentimento popolare. I tassisti sono stati tra i principali gruppi sociali a provare l’effetto dell’inflazione sulla loro vita. D’altra parte, dal momento che la società è divenuta più instabile e l’economia ha subito un’inflessione, i ricchi sono fuggiti[it], chi comanda è scappato e gli impiegati statali si sono suicidati.

In questa situazione di ingiustizia sociale i bambini son il gruppo più vulnerabile. Nelle aree rurali, 58 milioni di bambini sono stati abbandonati [it] dai loro genitori che sono andati in città alla ricerca di lavoro. Molti di loro sono diventati vittime di rapimenti [it]. Ancora più grave è il fatto che i rapitori di questi bambini siano protetti dalla “legge sulla prostituzione minorile” [it].

La sicurezza alimentare rimane un problema irrisolto [it]. Gli scandali del latte avvelenato ha continuato a persistere per tutto l’anno. In seguito al fenomeno dei cinesi continentali che hanno attraversato il confine per approvvigionarsi di latte in polvere, si è verificata una carenza ad Hong Kong. Il responso immediato del popolo cinese alla crisi giapponese per le radiazioni dovute al terremoto è stata la psicosi di acquisto di sale marino. In ogni caso, l’effetto radioattivo è probabilmente minore rispetto ai componenti chimici trovati nelle angurie [it] e nell’aceto [it].

Sviluppo eccessivo e rivolte popolari

Molti dei conflitti popolari sono stati l’effetto di uno sviluppo incontrollato. L’impatto ambientale della costruzione della Diga delle Tre Gole [it] deve essere ancora valutato.

Migliaia di persone bloccano l'entrata di un'autostrada. Immagini ampiamente circolate in Weibo.

Migliaia di persone bloccano una autostrada.

In agosto, una mobilitazione su larga scala “non nel mio cortile” ha avuto luogo a Dalian e il governo locale è stato obbligato ad accettare la richiesta dei residenti di trasferire una fabbrica chimica. L’anno si è concluso con due rivolte dall’esito positivo nella provincia del Guangdong a Wukan [it] e ad Haimen: entrambe nate contro i principali progetti di espansione edilizia che traevano profitto dall’appropriazione dei terreni della popolazione.

Il modello Cina

Da una parte, le autorità sono assai orgogliose della crescita della Cina come nazione forte. Né sono mancati i film, come Beginning of the Great Revival [it], realizzati per celebrare il novantesimo anniversario del Partito Comunista Cinese (PCC).

Da un'altra parte, però, al fine di fronteggiare i malcontenti sociali e politici senza dure repressioni, il PCC cerca di studiare differenti modelli di governo per risolvere la sua crisi di legittimità. Alcuni studiosi hanno invocato il ritorno al Confucianesimo come ideologia di stato [it].

Il PCC non vuole rinunciare al suo modello dittatoriale monopartitico e introdurre riforme politiche. Preferisce un’educazione che esegue il lavaggio del cervello[it] e la propaganda comunista piuttosto che un cambiamento razionale delle procedure politiche e si basa sul sistema di stabilità per mantenere l’ordine sociale e politico. Così le azioni in difesa dei diritti sono state considerate assurde [it], le campagne di candidati indipendenti nelle elezioni locali sono state soppresse, le piattaforme di micro-blogging hanno ricevuto continui attacchi [it], e gli attivisti sono stati soggetti a controlli quotidiani.

Il Modello Cina sembrava fosse anche entrato ad Hong Kong durante la visita del futuro premier Li Keqiang nell’agosto 2011. E’ la prima volta nella storia della città che un cittadino è stato arrestato per aver indossato una T-shirt a carattere politico.

Geopolitica

Il costoso razzo spaziale è simbolo per i cinesi e per il mondo della crescita della nazione. Ma in termini di politica internazionale, alcuni studiosi credono che la Cina si stia bloccando [it] a livello geopolitico. Il massacro sul fiume Mekong e la strategia diplomatica statunitense nel Pacifico Orientale hanno messo in allarme i nazionalisti cinesi sulla marginalizzazione della posizione diplomatica della Cina nel mondo.

In ogni caso, il gioco del nemico immaginario [it] non potrà mai risolvere i conflitti sociali interni. Anche se alcuni intellettuali possono trovare un’altra rivoluzione troppo remota e irrealistica, la democrazia e la libertà sono definitivamente diventate un’aspirazione della gente comune nell’anno del centesimo anniversario della Rivoluzione Xinhai.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.