chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Perù: si celebra la Festa del Sole incaica

Lo scorso 24 giugno più di 64.000 persone hanno assistito alle celebrazioni dell’Inti Raymi [it], l'antica Festa del Sole incaica, tenutasi nel complesso archeologico di Sacshayhuamán [it] situato a circa 15 minuti dalla città di Cusco [it] in Perù.

La rievocazione storica [es, come i link che seguono salvo diversa indicazione] dell'Inti Raymi è iniziata con il saluto al dio Sole nel tempio di Coricancha [it] ed è proseguita in Plaza Mayor, nel centro di Cusco, concludendosi a Sacshayhuamán con la cerimonia vera e propria.

L’Inca supremo [it], accompagnato dalla consorte principale, la coya [it] e seguito da un corteo composto da più di 200 persone, ha fatto il suo ingresso nell'antica fortezza alle due di pomeriggio e, dopo un percorso tra i bastioni in pietra, si è posizionato su una tribuna montata al centro del complesso archeologico. Qui sono stati celebrati diversi riti propiziatori come l'offerta di chica de jora [it], il rituale del fuoco e quello del sank'u (pane sacro) che costituiva l'alimento principale delle popolazioni andine.

Inti Raymi

Cerimonia dell'Inti Raymi. Foto di Ayla Zanini ripresa da Flickr con licenza Creative Commons BY-NC-ND 2.0.

Nell'emisfero australe, il 24 giugno è la data del solstizio d'inverno [it] e coincide con il giorno più corto e la notte più lunga dell'anno. Durante il periodo incaico, segnava l'inizio di un nuovo anno e secondo “El Inca” Garcilaso de la Vega [it], scrittore e storico vissuto nel XVII secolo, rappresentava la festa più importante per le popolazioni andine.

Nella Cusco di oggi, la cerimonia ha perso l'aura di sacralità del passato e si è trasformata in una sorta di spettacolo teatrale a beneficio dei turisti ma anche degli abitanti della città, i quali partecipano in massa e con entusiasmo all'evento, che rappresenta per loro un importante punto di riferimento della loro identità culturale.

Nel sito web Toustodo Blog viene fornita una spiegazione riguardo al solstizio:

Astronómicamente el solsticio es el momento en que el Sol alcanza la máxima declinación Norte (23° 27’) o Sur (-23° 27’) con respecto al ecuador terrestre.

En el hemisferio Norte el Sol alcanza el cenit en el solsticio de invierno al medio día sobre el Trópico de Capricornio, sucede el 20 o 21 de junio. En el hemisferio Sur el Sol alcanza su cenit al medio día sobre el Trópico de Cáncer, el 21 o 22 de junio.

Los solsticios se originan por la inclinación del eje de la Tierra sobre el plano de su órbita.

Dal punto di vista astronomico, il solstizio è il momento in cui il sole raggiunge la massima declinazione a nord (23° 27’) o sud (-23° 27’) rispetto all'equatore terrestre.

Nell'emisfero boreale, il sole culmina allo zenit a mezzogiorno sopra il Tropico del Cancro il 20 o il 21 giugno, durante il solstizio d'estate, mentre nell'emisfero australe il sole raggiunge lo zenit sopra il Tropico del Capricorno a mezzogiorno del 21 o 22 dicembre.

I solstizi sono dovuti all'inclinazione dell'asse terrestre rispetto al piano della sua orbita.

Sul blog Medios Alternativos si trovano alcune informazioni storiche sulla cerimonia dell'Inti Raymi:

Desde la conquista española, la ceremonia fue suprimida por la Iglesia Católica y la sociedad andina que celebraba la fiesta del sol fue desmembrada. El Inti Raymi fue entonces olvidado, hasta mediados del siglo XX cuando, como expresión de un gran movimiento de revaloración de la cultura nativa en el Perú, fue vuelto a la escena.

[…]

El Inti Raymi en tiempo de los Incas era una ceremonia religiosa, ahora es una representación de teatro, sin embargo esta expresión genera un sentimiento de identidad en el pueblo […]. La versión está expresada en el idioma original, quechua, con su correspondiente traducción al castellano para facilitar una mejor comprensión.

In seguito alla conquista spagnola, la cerimonia venne proibita dalla Chiesa Cattolica mentre la società andina che celebrava la festa del sole si disperse. Di conseguenza l'Inti Raymi cadde nell'oblio fino a metà del XX secolo, quando venne riportato in vita nell'ambito di un forte movimento di valorizzazione della cultura nativa del Perù.

[…]

Al tempo degli Inca, l'Inti Raymi era una cerimonia religiosa mentre ai giorni nostri si è trasformato in una rappresentazione teatrale; nonostante questo la manifestazione rinsalda il senso di identità della popolazione […]. La rievocazione si svolge in quechua, la lingua nativa, ma è disponibile la traduzione in castigliano che ne favorisce la comprensione.

Svariati commenti riguardo alla Festa del Sole sono stati pubblicati anche su Twitter, come ad esempio quello di Kristell PerezAlbela (@Kristellpa):

@Kristellpa: Quisiera estar en el #IntiRaymi !!

@Kristellpa: Vorrei essere all’#IntiRaymi in questo momento!!

L'utente SanBlasSpanishSchool (@SanBlasSpanish) non nasconde il suo entusiasmo:

@SanBlasSpanish: Ieri [il 24 giugno] si è svolto l'Inti Raymi. Speriamo che vi sia piaciuto!

Sull'inizio delle celebrazioni Val (@Vientino) scrive:

@Vientino: Desde el amanecer de ayer se celebró la fiesta del sol, el Inti Raymi, en las estepas y las serranías de los Andes.

@Vientino: Sugli altipiani e nelle steppe andine all'alba di ieri [24 giugno] hanno avuto inizio le celebrazioni della festa del sole, l'Inti Raymi

Anyel (@AnyelZae) ironizza sulle difficoltà di alcuni genitori a scegliere il nome per i figli:

@AnyelZae: Pucha aveces los padres estan estresados cuando escogen nombres a sus hijos #intiraymi x ejmplo ..

@AnyelZae: Accidenti a volte i genitori si fanno tanti problemi a scegliere il nome per i figli. Potrebbero chiamarli #intiraymi ad esempio…

Dall'Argentina Ralph H (@lopezraulh) racconta come ha celebrato la festa:

@lopezraulh: Ayer en el trabajo festejamos el Inti Raymi. Con apacheta [montículo de piedras] y ofrenda.
Así nomas de particulares somos.

@lopezraulh: Ieri al lavoro abbiamo festeggiato l'Inti Raymi. Abbiamo costruito un’apacheta [it] e fatto delle offerte.
Eh, sì… siamo davvero originali!

Infine, ronaldchamat (@ronaldchamat) ha condiviso l'emozione di aver assistito personalmente alla cerimonia dell'Inti Raymi:

@ronaldchamat: Hace 5 años estuve presente en el #IntiRaymi, qué privilegio haber estado en ese lugar en ese preciso instante http://elcomercio.pe/actualidad/159…

@ronaldchamat: Cinque anni fa c'ero anche io all’#IntiRaymi. Che privilegio essere stato presente in quel preciso momento http://elcomercio.pe/actualidad/159…

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.