chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Caraibi: una piccola biblioteca di Grenada che sta facendo una grande differenza

West Indian Stories. Photo by Flickr user coconinoco. CC BY-NC-ND 2.0

West Indian Stories. Foto dell'utente coconinoco su Flickr. CC BY-NC-ND 2.0

A Grenada [it] c'è una biblioteca fuori dal comune. Fondata da uno scrittore, da un gruppo parrocchiale e dal collettivo di azione sociale Groundation Grenada [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] , Mt. Zion è una piccola biblioteca che promuove la cultura del volontariato, attività non molto praticata nei Caraibi, e incoraggia i giovani non solo a partecipare alle attività ma anche a inizare ad amare la lettura.

L'attenzione ai giovani da parte del progetto si deve soprattutto allo Human Development Report [it] del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo [it], il quale nel 2009 ha evidenziato che Grenada è la nazione dei Caraibi inglesi con il più alto tasso di povertà. A risentirne di più sono i giovani: la situazione economica si ripercuote sull'istruzione e, di conseguenza, sull'impiego nel paese, il cui tasso di disoccupazione si aggira attorno al 40%. 

Mt. Zion ha perciò deciso di promuovere il servizio in biblioteca come una possibile opportunità lavorativa, con l'incentivo di far appassionare un'intera nuova generazione alla lettura. 

Groundation Grenada offre un esempio peculiare: Alesia Aird, artista e musicista ventenne, lontana dalla classica figura della bibliotecaria. Alesia, infatti, ascolta la musica impegnata dell'icona del reggae giamaicano Peter Tosh [it] e sembra più Lauryn Hill [it] che Nancy Pearl, eppure passa la maggior parte del tempo come volontaria al Mt. Zion, dove tra le altre cose è diventata un'appassionata di letteratura caraibica e di fantascienza.

Spiegano quelli di Groundation:

Ad Alesia non è mai stata una lettrice. In effetti, ricorda di aver sempre visto la lettura come una sorta di punizione o di obbligo. L'esperienza scolastica è stata per lei come voler insegnare a un pesce ad arrampicarsi su un albero, dal momento che il sistema scolastico non riusciva a riconoscere ed applicare diversi metodi e ritmi di insegnamento. 

Ma di preciso come è venuto in mente a una non lettrice di diventare una bibliotecaria volontaria? Poco alla volta, a quanto pare. Ha iniziato aiutando un amico a riordinare i libri e si è lasciata conquistare dalle “vibrazioni positive” delle persone coinvolte; e aggiunge che quello che l'ha convinta a rimanere sono stati “i sorrisi dei non lettori convertiti quando trovavano un libro da amare.”

Aird è convinta che Mt. Zion sia speciale non solo per la passione dei volontari, ma anche “per la sede (nel centro di Saint George's [it]) e le sue origini, che danno alla biblioteca un fascino unico e originale.”

La popolarità di Mt. Zion è in continua crescita (con circa 2 nuovi membri ogni giorno), soprattutto tra i più giovani, i quali trovano in essa un luogo di appoggio dove scambiarsi idee ed essere se stessi. 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.