chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Il Madagascar meno conosciuto del Parco Nazionale della Montagna d'Ambra

l Parco Nazionale della Montagna d'Ambra, in Madagascar. Fotografia dell'autore, utilizzata con il suo permesso.

Il Parco Nazionale della Montagna d'Ambra, in Madagascar. Fotografia dell'autore, utilizzata con il suo permesso.

La Montagna d'Ambra, il primo Parco Nazionale del Madagascar, è una delle aree protette del paese più interessanti da esplorare, soprattutto a causa della sua ricchissima biodiversità e dalla presenza di numerose specie endemiche. Ma la Montagna d'Ambra è anche un'oasi di freschezza, nella quale regna un'atmosfera totalmente contrastante con il caldo torrido tipico di questa regione della “Grande Isola Rossa.”

Esplorando il Parco Nazionale della Montagna d'Ambra

Il Parco Nazionale della Montagna d'Ambra [it] si trova a 14 km a sud di Diego Suarez, nella parte settentrionale del Madagascar. La sua umida foresta tropicale si estende per oltre 23.000 ettari, rivestendo le montagne vulcaniche. È proprio grazie alla sua umidità che questa foresta è la fonte dell'85% delle precipitazioni annuali della regione. Qui troverete anche sei laghi, numerose cascate e fiumi.

Se deciderete di esplorare questa riserva naturale durante il vostro soggiorno in Madagascar [fr] dovrete affidarvi ai servizi delle guide professionali del Parco Nazionale del Madagascar (MNP), l’ente che si occupa della gestione delle aree protette del paese. Potrete scegliere tra i tantissimi percorsi disponibili, della durata variabile tra mezza giornata e tre giorni. Durante queste escursioni percorrerete dei sentieri che si trovano tra gli 800 e i 1400 metri sul livello del mare.

Alla scoperta di una flora e di una fauna incredibili

Brookesia micra, endemico del Madagascar. Fotografia dell'autore, utilizzata con il suo permesso.

Brookesia micra, camaleonte endemico del Madagascar. Fotografia dell'autore, utilizzata con il suo permesso.

Prima di addentrarvi nell'area, dovrete conoscere i ‘fady’ locali da rispettare (i divieti, o tabù tradizionali tipici della cultura malgascia). Ma non preoccupatevi, la vostra guida vi fornirà tutte le informazioni di cui avrete bisogno. Il Parco Nazionale della Montagna d'Ambra ospita un numero impressionante di specie endemiche: ad oggi, sono state descritte 77 diverse specie di uccelli, sette di lemuri e 24 di anfibi.

Uno dei primati più piccoli del mondo, il microcebo rosso, viene avvistato spesso all'interno del parco. Potreste anche andare alla ricerca dell'ibis crestato di foresta, che si nasconde tra i rami degli alberi. Oppure, potreste provare ad avvistare il camaleonte più piccolo del mondo (Brookesia micra). Pensate che persino gli individui adulti di questo camaleonte raggiungono a malapena i tre centimetri di lunghezza! Il Brookesia micra è particolarmente difficile da vedere, non solo a causa delle sue dimensioni, ma anche perché si mimetizza molto bene tra il fogliame.

La diversità vegetale della Montagna d'Ambra, costituita da oltre 1020 specie, non è certo da meno. Probabilmente la vostra guida potrà illustrarvi le proprietà medicinali di molte di queste specie. Tra le piante più comuni troviamo gli alberi di palissandro, di famelona (Chrysophyllum boivinianum) e perfino di ramy (Canarium madagascariensis), ma anche altri elementi che compongono il paesaggio circostante, tipici della foresta pluviale malgascia, come le felci, le palme del viaggiatore, le liane e le orchidee.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.