chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Mozambico: politico arrestato per corruzione torna al suo posto di lavoro dopo il rilascio

Diodino Cambaza è stato Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società Aeroportuale del Mozambico tra il 2005 e il 2008. Foto: Gustavo Sugahara/Flickr, CC BY 2.0

I mozambicani hanno reagito con indignazione al caso di corruzione che ha coinvolto una figura senior del governo che, dopo aver scontato metà della pena, è tornato a lavorare nello stesso ente di cui aveva mal gestito i fondi.

La persona in questione è Diodino Cambaza, arrestato [pt, come i link seguenti] nel 2008 e giudicato colpevole nel 2010, insieme ad altre quattro persone, per aver utilizzato in modo improprio 54 milioni di meticais (880.000 dollari) di fondi pubblici della Società Aeroportuale del Mozambico, di cui era stato Presidente del Consiglio di amministrazione dal 2005 al 2008.

Cambaza è stato condannato a 22 anni di carcere, ma è stato rilasciato nel 2016 per buona condotta e si è subito dato da fare per essere reintegrato nel suo vecchio posto di lavoro. La sua riassunzione è stata resa ufficiale il 19 aprile.

Secondo quanto dichiarato dalla Procura della Repubblica del Mozambico, che ha espresso un parere favorevole alla sua richiesta, non c'erano elementi che impedivano a Cambaza di tornare a occupare il suo vecchio posto di lavoro, perché l'azienda non aveva avviato alcuna procedura disciplinare nei suoi confronti dopo la sua scarcerazione. Molti cittadini non hanno però accolto molto bene la notizia.

In un'intervista con Deutsche Vegel, il Centro per l'Integrità Pubblica (CIP), un ente locale che sostiene la trasparenza pubblica, ha condannato la decisione dell'azienda di riassumerlo con queste parole:

[A reintegração de Diodino Cambaza] representa um revés nos esforços da luta contra corrupção, falta de transparência e até nos esforços da justiça, diz o CIP. O que notamos é que o que deveria ter sido feito era também a empresa proceder disciplinarmente contra o infractor. Mas quer nos parecer que a empresa refugiou-se no silêncio, não instruiu o competente procedimento disciplinar para a aplicação das devidas funções.

[La riassunzione di Diodino Cambaza] vanifica tutti gli sforzi della lotta contro la corruzione, l'assenza di trasparenza e le attività del sistema giudiziario, ha affermato il CIP. Vorremmo sottolineare che l'azienda avrebbe dovuto prendere provvedimenti disciplinari contro il colpevole. Sembra invece che abbia mantenuto l'assoluto silenzio e che non abbia avviato la procedura disciplinare appropriata per l'applicazione dei necessari provvedimenti.

Anche Egídio Vaz, una voce molto attiva sui social media mozambicani, ha criticato questo atteggiamento e definito il caso come “disgustoso”:

Se Cambaza fosse um tipo competente, seria consultor, depois de ser condenado e cumprir metade da pena. Daria palestras pagas e discursos motivadores, faria consultoria e reformaria com imagem reservada. Mas porque é incompetente, aceitou ser reintegrado na empresa que ajudou a prejudicar. Portanto, está claro: Cambaza gosta mesmo é estar amarrado para comer. Nojento!

Se Cambaza fosse una persona competente, avrebbe potuto proporsi come consulente dopo la condanna e dopo aver scontato metà della pena. Avrebbe potuto tenere lezioni e discorsi motivazionali, fornire consulenza e riscattarsi mantenendo uno basso profilo. Poiché è incompetente, ha accettato di essere riassunto dall'azienda che ha aiutato a mandare in rovina. Non c'è ombra di dubbio che a Campaza piaccia veramente essere pagato per mantenere il silenzio. È semplicemente disgustoso.

Bitone Viage, un giovane politologo mozambicano che vive in Brasile, ha fatto presente che Cambaza non conosce il significato della moralità:

Cambaza Premiado por um Estado por ele Ofendido

Não estou em crer que se tenha premiado desta forma, alguém que um dia ofendeu gravemente o Estado. Cambaza não tem a moral para voltar a servir o Estado,*já teve uma oportunidade ímpar de servi-lo, mas este por sua vez apenas serviu-se do Estado. Cambaza usou o Estado como se dum cofre inesgotável se tratasse, e o próprio Estado se cansou deste senhor, sendo este por sua vez, intimado, julgado e por fim condenado à uma pena de prisão maior. Sinceramente falando não sei porquê este senhor foi premiado desta forma.

Cambaza premiato da uno stato che ha frodato.

Non credo che nessuno debba essere premiato in questo modo, come del resto chiunque abbia seriamente commesso reati contro lo stato. Cambaza non è abbastanza morale per tornare a servire lo stato. In passato ha già avuto la possibilità di servirlo, ma se n'è solo servito. Cambaza ha usato lo stato come un inesauribile salvadanaio e lo stato si è stufato di lui, finendo per citarlo in giudizio, giudicarlo e infine condannarlo a una lunga detenzione. Sinceramente, non capisco perché ora venga premiato in questo modo.

Francey Zeúte ha preferito ricordare il primo presidente del Mozambico, Samora Machel, per sottolineare che il posto più appropriato per un ladro è la galera:

Lugar de ladrão é na cadeia

Samora Machel será eternamente lembrado pelos moçambicanos não apenas por ter sido o primeiro Presidente de Moçambique independente, mas também pelos seus discursos contundentes, incisivos e, diga-se de passagem, proféticos. Uma das suas mais célebres exposição oral foi quando afirmou peremptoriamente que “um ambicioso é capaz de tudo, de vender a Pátria só por causa da sua ambição, do seu interesse individual”. Samora disse ainda que “não sei se um ambicioso muda, mas a minha experiência prova que não, muda de táctica, mas não elimina a ambição. Um ambicioso é criminoso ao mesmo tempo”.

Un ladro deve stare in galera

Samora Machel sarà eternamente ricordato dai mozambicani non solo per essere stato il primo presidente del Mozambico dopo l'indipendenza, ma anche per i suoi discorsi autorevoli, incisivi e quasi profetici. Uno dei suoi discorsi più famosi è stato quello in cui affermava in tono perentorio che “una persona senza ambizioni è capace di tutto, di vendere la madrepatria solo per pura ambizione e per interesse personale”. Samora ha poi anche dichiarato: “Non so se le persone ambiziose possono cambiare; in base alla mia esperienza personale non succede. Queste persone cambiano solo tattica ma non rinunciano all'ambizione. Chi è ambizioso è al tempo stesso un delinquente”.

Anche su Twitter, le reazioni sono state critiche:

Cambaza è stato condannato a 22 anni di carcere, ne ha scontati [ahimè] solo 10 ed è stato rilasciato. E oggi l'azienda dei cui fondi si è appropriato gli ha addirittura rinnovato il contratto.

Emildo Sambo del giornale @Verdade, ha sottolineato che in Mozambico la delinquenza rende bene:

In effetti, in Mozambico essere un ladro e un vassallo di Frelimo, il partito al governo, rende bene. Diodino Cambaza, condannato alla massima pena, è tornato a presiedere la Società Aeroportuale del Mozambico.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.