chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Il primo Congresso Mondiale sulla Malaria esplora nuove soluzioni, mentre l'eliminazione della malattia è in stallo

Maelle Ba from Senegal introduces Zero malaria starts with me: a movement for a malaria free Africa Senegal

Maelle Ba del Senegal introduce Zero Malaria Starts With Me (Zero malaria inizia con me): un movimento per liberare l'Africa dalla malaria – Foto dell'autore durante il Congresso Mondiale sulla Malaria.

Il primo Congresso Mondiale sulla Malaria [en, come tutti i link seguenti] ha ammonito sul fatto che la ‘lotta per eliminare la malaria è a un bivio’. La ‘tendenza globale al declino’ si è interrotta, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità. Anche i fondi sono bloccati:

Siamo a un bivio. Trascuriamo la malaria a nostro rischio e pericolo. L'avanzamento è stato in crescita negli ultimi mesi da quando @JulieBishopMP e @DrTedros hanno condiviso il palco #CHOGUM. Messaggio dell’ OMS al @MalariaCongress questa settimana:

Melbourne sembrava una sede improbabile per questo congresso. È lontanissima dalle nazioni che contano la maggior parte dei casi, stimati in 216 milioni e 445.000 morti nel mondo nel 2016.

Ci sono comunque zone davvero problematiche vicinissime all'Australia, come la regione del Mekong e la Papua Nuova Guinea:

In Papua Nuova Guinea la malaria sta tornando – Stimati 1,4 milioni di casi di malaria in Papua Nuova Guinea nel 2016 – un aumento del 400% secondo l’ OMS – 3.000 persone sono morte. Nella subregione del Greater Mekong, i parassiti della malaria stanno sviluppando resistenza ai farmaci antimalarici. #salutepubblica

Un discorso di apertura di Julie Bishop, Ministro degli Esteri in Australia, includeva un gradito annuncio di fondi:

L'onorevole Julie Bishop, Ministro degli Affari Esteri, offre un'eliminazione radicale della malaria nell'Indo-Pacifico. Grandioso vedere un supporto così importante al primo ⁦@MalariaCongress⁩

Comunque, non tutti erano entusiasti, visti i tagli negli aiuti d'oltremare effettuati dal governo australiano negli ultimi cinque anni:

Al riguardo, l'Australia ha molti ricercatori e molte istituzioni in campo medico e sanitario, ma il nostro governo assume attualmente una posizione ben inferiore al nostro peso, quando si tratta di finanziare la salute (e maggiori) aiuti all'estero #MalariaCongress #AiutoAustraliano

Al congresso c'erano 1.000 partecipanti da 60 nazioni con diversi background, inclusi: ricercatori e sviluppatori di farmaci e vettori, organizzazioni non governative, agenzie governative e pianificatori politici, accademici, aziende del settore privato e rappresentanti delle comunità.

Non è perciò stato sorprendente il grande interesse che si è generato nei social media. In effetti, gli organizzatori hanno realizzato una guida, 8 consigli per usare Twitter, con l'aiuto di Inis Communication. Sono stati molto lieti che l'hashtag ufficiale di Twitter #malariacongress sia stato molte volte un tema di tendenza durante i cinque giorni.

Non ci sono solo brutte notizie

Ci sono state molte buone notizie di eliminazione della malattia, con esempi ottimi dallo Sri Lanka e dalle Filippine. Il professor Sir Richard Feachem ha sottolineato questi successi nel suo discorso:

Ricordando il successo nell'eliminazione della malaria nello Sri Lanka grazie a Sir Richard Feachem @MalariaCongress

Sir Richard Feachem mostra il ridimensionamento della #malaria sulla #mappa nelle #Filippine, paese che ha l'obiettivo di eliminare la patologia entro il 2030 #MalariaCongress #FineMalaria

Ci sono anche state storie positive dall'Africa, come la nuova campagna Zero Malaria Starts with Me (zero malaria inizia con me).

Orientamenti futuri

Molte sfide future sono state discusse durante il congresso. Queste includevano: il controllo del vettore (le zanzare), la resistenza a farmaci e insetticidi, la diagnosi e il trattamento, l'impegno della comunità e il finanziamento. Il professor Feachem ha considerate cinque sfide ed era meno fiducioso sullo sviluppo di un vaccino:

Il Professor Sir Richard Feacham al #malariacongress – di cosa abbiamo bisogno per #eliminarelaemalaria? management management management

Philip Welkhoff, della Gates Foundation ha condiviso la sua esperienza nell'affrontare altre malattie:

Fantastico discorso del Dr Philip Welkhoff di @gatesfoundation questo pomeriggio. 👏 Dobbiamo concentrarci sulla realizzazione di un mix di interventi mirati. Il monitoraggio genetico ci offre un'idea su dove, quando e come dislocarli @MalariaCongress #MalariaCongress #finemalaria

Shaz Sivanesan ha elencato una varietà di fattori che crede devano essere affrontati:

Malaria, Genere e Diritti Umani, dobbiamo comprendere i legami. È una malattia della povertà. Dobbiamo guardare l'esclusione sociale, il linguaggio, il genere, l'età, lo stato legale e alle barriere fisiche #FineMalaria #MalariaCongress

Le scarse risorse costituiscono una delle maggiori preoccupazioni. Il caso economico per maggiori investimenti è stato discusso intensamente:

Il Dr @RimaShretta definisce il caso di investimento globale per #FineMalaria: Benefici socioeconomici di 4,1 miliardi di dollari, che offrono un ritorno di 40:1 sugli investimenti e 4,5 milioni di vite salvate. Sostanzialmente, una stupidaggine!

Titoli da prima pagina che vorremmo vedere un giorno! La presentazione di @rimashretta sul caso di investimento per l'eliminazione e la sconfitta della malaria – e come possiamo trasformare la malaria in storia #MalariaCongress

Dovremmo forse creare un tipo di caso differente per gli investimenti nella lotta alla malaria? Sì
Coinvolgiamo la comunità e la società civile. Educhiamo il Parlamento. Riformuliamo le argomentazioni per parlare la loro lingua #MalariaCongress

L'importanza del coinvolgimento della comunità è stato un tema ricorrente. Il ruolo del volontariato è stato evidenziato, ma questo comporta questioni ad esso collegate, incluso il suo finanziamento:

Il prof. Manderson fa notare che gli sforzi del volontariato nella comunità riguardo a #FineMalaria presumono che il tempo e la disponibilità siano elastici e ricadano in modo sproporzionato sulle donne. Ma questo è insostenibile per le donne coinvolte, hanno bisogno di un sostegno finanziario. #MalariaCongress @MalariaCongress

Pallottole magiche e pistole fumanti

La ricerca di nuovi farmaci per trattare i pazienti infetti resta un'assoluta priorità. Ad esempio, Tafenoquine viene acclamato come la scoperta fondamentale più recente, grazie al suo rapporto costo/efficacia e la facilità d'impiego:

Se il nuovo farmaco contro la malaria, il tafenoquine, ottiene una recensione positiva, ridurrà drasticamente i costi di trattamento e ridurrà i tassi di contagio, dice Isabelle Borghini of @MedsforMalaria: #ProntiASconfiggereLaMalaria #MFAP2030

Comunque, è uno dei farmaci al centro di una controversia riguardo gli studi farmacologici su membri delle Forze Armate Australiane. L'Associazione Quinoline dei Veterani e Famiglie (QVFA) è un movimento locale comunitario di veterani:

Many of the veterans who were given Tafenoquine during drug trials now suffer from serious, chronic illnesses including bipolar disorder, schizophrenia, major depression and anxiety, seizures, hallucinations and psychosis.

Molti dei veterani a cui è stata somministrato il Tafenoquine durante gli studi farmacologici soffrono adesso di malattie gravi e croniche, incluso disordine bipolare, schizofrenia, gravi forme di depressione e ansia, attacchi epilettici, allucinazioni e psicosi.

Stuart McCarthy, membro QVFA, e altri membri e sostenitori hanno inviato tweet durante il Congresso sulla questione, ma hanno ricevuto pochissime risposte:

Per i partecipanti al #MalariaCongress; tafenoquine:
“Credo che se una commissione reale fosse realizzata domani, scoprirebbe probabilmente che gli studi farmacologici sull’ @AustralianArmy (esercito australiano) hanno ucciso o leso permanentemente più soldati australiani dei Talebani …”#TafenoquineRC

Le notizie linkate in questo tweet riguardano recenti richieste di un'indagine condotta da due membri federali del parlamento australiano.

Idee innovative

Nascoste tra tanta scienza e politica c'erano un paio di soluzioni creative relative a programmi sul campo.

Sibo è un'iniziativa educativa dell'Istituto per il Controllo Sostenibile della Malaria dell'Università di Pretoria (in Sudafrica).

Sibo diffonde la sua conoscenza sulla malaria al @MalariaCongress a Melbourne.
Leggete la sua storia online: https://t.co/TmVEl7u2c4 #Sibofightsmalaria #MalariaCongress #EndMalaria #readytobeatmalaria #malariamustfall

Camilla Burkot ha tentato un po’ di pensiero laterale. Le LLIN sono zanzariere con insetticida di lunga durata, (solo un esempio di innumerevoli e spesso oscuri acronimi che hanno inondato il Congresso):

Sono colpita da come esempi di zanzariere riutilizzate nella pesca continuino a ripetersi… curiosa se qualcuno ha mai sperimentato la distribuzione di vere reti da pesca insieme alle LLIN (zanzariere) combinate alle strategia di prevenzione della malaria e per il sostentamento?? #domandaoriginale #MalariaCongress

Messaggi da ricordare

Un paio di ricercatori del co-ospite Burnet Institute hanno condiviso le loro impressioni:

Mentre il #MalariaCongress sta per concludersi, due ricercatori di Burnet condividono le idee che porteranno a casa. @philippe_boeuf @h_opi

Il congresso si è concluso con una Dichiarazione di Azione. Le sue priorità chiave sono:

1. Think creatively outside existing solutions and promote scientific and social innovation.
2. Engage vulnerable communities and civil society.
3. Listen, then act collaboratively.
4. Hold ourselves to account. Facilitate cross-sector conversations and relationships.
5. Commit to mobilizing increased and sustained financing.

1. Pensare in modo creativo, fuori dalle soluzioni esistenti, e promuovere l'innovazione scientifica e sociale.
2. Coinvolgere le comunità vulnerabili e la società civile.
3. Ascoltare, poi agire in forma collaborativa.
4. Agire in modo responsabile. Agevolare le conversazioni e le relazioni interdisciplinari.
5. Impegniarsi nella mobilitazione per un maggiore finanziamento duraturo.

Se desiderate leggere altri dei 4000 tweet, il giornalista della salute Alistair Quaile @aliquaile ha creato un Momento su Twitter che riunisce alcuni dei momenti salienti: highlight.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.