chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

I cammelli si godono la neve in Arabia Saudita

Saudi camels enjoying the snow in Tabouk, Saudi Arabia, tweets Aysha bint Abdulaziz (@ayosh70)

Alcuni cammelli sauditi si godono la neve a Tabouk, in Arabia Saudita, tweet di Aysha bint Abdulaziz (@ayosh70).

A volte nevica persino nel Regno dell'Arabia Saudita, in mezzo al deserto. E i netizen si precipitano online per documentarlo. Dalle fotografie ai video, da Twitter a Facebook e da Instagram a Snapchat, abbiamo una documentazione minuziosa al minuto di quello che significa per gli arabi l'esperienza della neve.

La neve, per quanto rara in Arabia Saudita, è più comune a Tabuk [it], nel nord ovest dell'Arabia Saudita, in prossimità del confine con la Giordania, dove si registrano nevicate ogni tre o quattro anni.

Il centro metereologico (Storm Centre) diffonde frammenti di informazioni [ar, come i tweet seguenti]:

Arabia Saudita: Nevicata sulla dorsale Dhahr in Tabouk. Fotografie di Turki Alhuwaiti

Il tweet di Musleh Elharbi:

Sta nevicando sulla dorsale Aldhahr e il terreno si imbianca. Guardate il filmato nel mio account su Snapchat.

Aysha bint Abdulaziz condivide le fotografie, scattate forse all'inizio della giornata, di pecore e cammelli nella neve:

I cammelli nel deserto innevato e la cosa più bella è il gregge di pecore.

E Fahad Aldhorfari ha diffuso un video con la neve che cade sul parabrezza di un'auto (non è uno scherzo), con quasi 70 retweet alla stesura di questo articolo:

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.