chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La polizia filippina smantella la barricata anti estrazione mineraria durante il lockdown per COVID-19

Barricata di protesta all'ingresso del sito minerario di OceanaGold a Nueva Vizcaya. Fonte: Pagina Facebook di Alyansa ng Novo Vizcayano para sa Kalikasan. Foto usata su autorizzazione.

Il 6 aprile 2020, circa 100 agenti di polizia hanno scortato i serbatoi carburante di proprietà della OceanaGold (OGPI) nel sito minerario della società nella provincia della Nueva Vizcaya, nelle Filippine. La polizia ha smantellato [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] una “barricata di persone” all'ingresso dell'area mineraria per consentire l'ingresso dei serbatoi. La barricata è stata eretta dai residenti della comunità, dagli attivisti ambientali e dalle popolazioni indigene della provincia per protestare contro l'estensione dell'attività mineraria dell'OGPI. La sede principale dell'OGPI è in Australia, ma ci sono anche uffici aziendali in America del Nord.

I leader locali hanno affermato che la polizia in tenuta antisommossa ha usato un'eccessiva violenza per dissipare la protesta, ma secondo gli agenti di polizia le forze armate hanno eseguito l'ordine emesso dall'ufficio del presidente del paese con estrema tolleranza.

AVVISO: circa 100 agenti della Polizia nazionale filippina (PNP) stanno scortando i serbatoi carburante di OceanaGold nel sito della miniera a Brgy, Didipio, Nueva Vizcaya. Il permesso della società mineraria è scaduto lo scorso giugno 2019 e avrebbe dovuto interrompere le sue operazioni.

Estrazione mineraria e resistenza in Nueva Vizcaya

Nel 1994, il governo filippino ha stipulato un accordo finanziario o di assistenza tecnica (FTAA) della durata di 25 anni per esplorare 27.000 ettari nella città di Dipidio, a Nueva Vizcaya, che si ritiene contenga 1,41 milioni di once d'oro e 169.400 tonnellate di rame. Questo progetto è stato acquistato da OGPI nel 2006. Negli ultimi 25 anni, molti residenti locali si sono lamentati dell'impatto negativo delle operazioni minerarie sull'ambiente e dello sfollamento delle popolazioni indigene dalle loro terre ancestrali.

I residenti guardano una montagna denudata a causa dall'attività di estrazione mineraria di OceanaGold a Nueva Vizcaya. Fonte: Pagina Facebook di Alyansa ng Novo Vizcayano para sa Kalikasan.

Il 20 giugno 2019 il FTAA è scaduto, ma l'OGPI ha chiesto il rinnovo della licenza mineraria.

Il governatore provinciale ha detto che la scadenza della licenza significa che l'OGPI non può continuare la sua attività. A sostegno della posizione assunta dal governatore e da altri funzionari provinciali, i residenti locali hanno posto una barricata a Dipidio per impedire all'OGPI di continuare le sue operazioni il 1° luglio. La barricata è riuscita a costringere l'OGPI a sospendere le operazioni, finché il 6 aprile è stata smantellata dalla polizia.

L'OGPI ha descritto la direttiva del governatore a sostegno della barricata come “illegale“. Ha insistito sul fatto di stare attuando “una delle operazioni di estrazione dell'oro più sicure al mondo e che la società, negli ultimi due anni, ha implementato una tecnologia mineraria sotterranea digitale e automatizzata all'avanguardia”.

L'OGPI ha esercitato un'attiva pressione per il rinnovo della sua licenza. Ha ricordato al governatore e ad altri funzionari locali che è il governo nazionale ad avere l'autorità di approvare o respingere le domande di autorizzazione sulle attività di estrazione mineraria.

In attesa della decisione del presidente Rodrigo Duterte, il Mines and Geosciences Bureau -un'agenzia governativa nazionale – ha proposto il “rinnovo provvisorio” della licenza dell'OGPI per l'attività mineraria.

Il 21 gennaio 2020, il segretario esecutivo del presidente ha informato il Dipartimento dell'Ambiente e delle Risorse Naturali di aver concesso all'OGPI la facoltà di portare combustibile nel sito minerario per le attività di disidratazione.

Da allora, l'OGPI utilizza questo ordine dell'ufficio del presidente per abbattere la barricata. Dopo ripetuti fallimenti, il 6 aprile ci è riuscito, quando a guardia della barricata c'erano solo 29 manifestanti .

Danza tribale comunitaria durante un'azione di protesta alla barricata dell'attività di estrazione mineraria di OceanaGold a Nueva Vizcaya. Fonte: Pagina Facebook di Alyansa ng Novo Vizcayano para sa Kalikasan. Foto usata su autorizzazione.

Repressione durante il lockdown per COVID-19

La polizia e l'OGPI sono accusati di aver attaccato la barricata in un momento in cui la contea sta affrontando la pandemia del COVID-19. Secondo quanto riferito, persino coloro che si trovavano alla barricata stavano attuando le misure di distanziamento sociale per evitare l'affollamento in un unico luogo. Di conseguenza, è diventato facile per la polizia disperdere i manifestanti e rompere la barricata.

L'Alyansa ng Novo Vizcayano para sa Kalikasan (Alleanza degli abitanti della Nueva Vizcayan per l'ambiente) ha denunciato la polizia per essersi schierata con i grandi minatori:

In that heartbreaking afternoon, the elements of the Philippine National Police (PNP) sided with the foreign large-scale mine than with the indigenous people living in Didipio. PNP elements protected the right of Oceanagold than those of the people of Didipio who have been resisting the operation of the foreign mining giant for over 25 years.

In quel doloroso pomeriggio, gli agenti della Polizia nazionale filippina (PNP) si sono schierati con la grande miniera straniera, piuttosto che con gli indigeni che vivono a Didipio. Gli agenti della PNP hanno protetto il diritto di OceanaGold rispetto a quelli della popolazione di Didipio, che hanno resistito all'operazione del gigante minerario straniero per oltre 25 anni.

Il governatore di Nueva Vizcaya, Carlos M. Padilla, ha salutato coloro che si sono uniti alla barricata e all'opposizione alle grandi miniere:

My heart bleeds for our brave men and women of Didipio who had to suffer and be arrested for expressing their resistance against mining, a great menace to Mother Earth. I salute them for their bravery and being steadfast for the protection of the environment to ensure the survival of all living things and of our planet.

Il mio cuore sanguina per i coraggiosi uomini e donne di Didipio che hanno dovuto soffrire ed essere arrestati per aver espresso la loro resistenza contro le miniere, una grande minaccia per la Madre Terra. Li saluto per il loro coraggio e per la loro fermezza nel proteggere l'ambiente al fine di assicurare la sopravvivenza di tutti gli esseri viventi e del nostro pianeta.

Il governatore ha anche un messaggio per il governo nazionale:

Instead of providing protection to OceanaGold whose FTAA had expired nine (9) months ago, the national government should tell OGPI TO PACK UP AND GO HOME

Invece di fornire protezione a OceanaGold, il cui FTAA è scaduto nove (9) mesi fa, il governo nazionale dovrebbe dire a OGPI di FARE LE VALIGIE E TORNARE A CASA.

La Commissione per i diritti umani, un organismo governativo indipendente, ha affermato che l'azione della polizia e dell'OGPI ha messo in pericolo la vita dei residenti locali:

While people are trying to flatten the curve by complying with the enhanced community quarantine, such action by OGPI and the police increases the danger of losing the lives of the involved communities. Furthermore, the intensified presence of the military and the police nationwide heightens the fear of crackdown and attacks against indigenous peoples’ rights defenders given the restrictions of movement.

Mentre la gente cerca di appiattire la curva rispettando la quarantena rafforzata della comunità, tale azione da parte dell'OGPI e della polizia aumenta il pericolo di perdere vite delle comunità coinvolte. Inoltre, considerate le restrizioni di movimento, l'intensificarsi della presenza dell'esercito e della polizia a livello nazionale aumenta il timore di repressioni e attacchi contro i difensori dei diritti delle popolazioni indigene.

Kalikasan ha riecheggiato la richiesta di vari gruppi ambientalisti del paese:

We demand that all activities of Oceanagold be immediately locked down. We demand that the mining corporation be held accountable for repeatedly inciting social conflict on the ground during these perilous times.

Chiediamo che tutte le attività di OceanaGold siano immediatamente bloccate. Chiediamo che la società mineraria sia ritenuta responsabile per aver ripetutamente incitato al conflitto sociale sul terreno in questi tempi pericolosi.

Nel frattempo, la polizia provinciale ha chiarito di non avere intenzione di sostenere o di andare contro qualsiasi attività mineraria in quanto essa avviene su “terreni neutri”. Ha aggiunto che “l'incidente è stato causato dall'attuazione di un ordine legale”.

La barricata è stata distrutta, ma non lo spirito di resistenza contro le miniere dell'OGPI e la violenza della polizia. Anche il governo filippino deve ancora decidere se permetterà il rinnovo della licenza mineraria dell'OGPI.

I residenti di Nueva Vizcaya si sono opposti alla marcia delle miniere verso l'ingresso dell'attività di estrazione mineraria di OceanaGold nel febbraio 2020. Fonte: Pagina Facebook di Alyansa ng Novo Vizcayano para sa Kalikasan. Foto usata su autorizzazione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.