chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

L'élite della Nigeria è “al di sopra della legge” mentre i poveri affrontano le misure per il COVID-19

Un volontario di Justice and Empowerment Initiatives, una ONG che lavora coi residenti dei bassifondi per evitare le demolizioni, dipinge numeri sui muri di un edificio nel quartiere di Orisunbare Ijora Badia. Lagos, Nigeria, aprile 2015. Immagine di George Osodi / ICIJ. (CC BY-NC-ND 2.0)

Dai un'occhiata alla copertura speciale di Global Voices sull’impatto globale del COVID-19 [it].

I ricercatori dell'Università di Ibadan, in Nigeria, hanno previsto che i casi di COVID-19 in Nigeria raggiungeranno il picco di 312 venerdì 3 aprile 2020, e hanno notato “una crescita costante nei casi giornalieri” dal 19 marzo.

Il coronavirus ha contagiato circa 862.000 [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] persone su scala globale. Il 1 aprile, la Nigeria ha confermato 139 casi di COVID-19, con due morti e nove guariti.

Oltre ai numeri  del COVID-19, le ineguaglianze congenite nella società nigeriana faranno deragliare la battaglia contro il virus.

L'isolamento e il distanziamento sociale sono per i privilegiati

Il 29 marzo, il Presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha ha ordinato l'isolamento per due settimane per rallentare la diffusione del virus ad Abuja, la megalopoli di Lagos e del vicino Stato di Ogun – epicentri del COVID-19 in Nigeria.

Ma mentre il distanziamento sociale e l'isolamento si sono dimostrati efficaci in Occidente, è assolutamente necessario contestualizzare questi provvedimenti per un Paese in via di sviluppo come la Nigeria.

La maggior parte dei nigeriani non possono permettersi il privilegio dell'isolamento.

Questo non è ovviamente possibile per la maggior parte delle famiglie, che vivono in case fatiscenti, nelle residenze del tipo face-me-I-face-you” (tu guardi me – io ti guardo). Gran parte delle abitazioni non ha camere da letto a sufficienza, e ha bagni, utenze pubbliche e cucina condivisi. In queste condizioni di vita, un isolamento e una restrizione sugli spostamenti potrebbero non produrre gli effetti desiderati.

La natura e l'organizzazione delle abitazioni in ogni società è un riflesso delle sue realtà socio-economiche – sostengono Lee Ogunshakin e Olatokunbo Osasona, studiosi di sviluppo urbanistico.

Non sorprende quindi che, secondo la Banca Mondiale, la maggior parte dei nigeriani vivono con solo 2 dollari al giorno. Questo significa che il 69% della popolazione nigeriana, stimata a 200 milioni, vive al di sotto della soglia di povertà.

Per la maggior parte dei nigeriani, la sopravvivenza dipende dai loro guadagni giornalieri. Il prezzo di alimenti di base, come garri [it], riso e pomodori è balzato alle stelle nel Paese, come rivela un'inchiesta di una Business Intelligence. Come sarà possibile per queste persone fornire i mezzi di sussistenza alle loro famiglie, con le condizioni economiche dell'isolamento?

Alimenti in esposizione per la vendita in un mercato in Nigeria. Immagine di RNW.org (CC BY-ND 2.0)

Chris Akor, un politologo dell'Alabama, Stati Uniti, ha riferito a Global Voices che l'isolamento è sostanzialmente “ostruzionismo contro i poveri”:

How will a man with his wife and say, five children, who live in a one bedroom apartment and who survive on the man's daily earnings of 3,000 nairas (about $8 USD), survive for two weeks when the man is unable to go out and earns nothing? The poor are being effectively sacrificed to save the elite and middle class. It will not work. The result is that very soon, there'll be cases of burglaries, arsons, and riots in urban centres where lockdowns persist.

Come farà un uomo con sua moglie e, diciamo, cinque bambini, che vive in un monolocale e che sopravvive dai suoi guadagni giornalieri di 3000 naira (circa 8 dollari), a sopravvivere per due settimane se non può uscire e di conseguenza guadagnare nulla? I poveri stanno, di fatto, venendo sacrificati per le élite e il ceto medio. Non può funzionare. Il risultato sarà che molto presto ci saranno casi di furti, incendi, e rivolte nei centri urbani dove l'isolamento persiste.

Keith Richards su Twitter ha espresso un parere simile:

Continuo a ricevere tweet sul fatto che LAGOS è in isolamento e che il governo sta facendo un buon lavoro. Continuo a dire che tutti questi video sono nell'area della classe media – queste solo le storie vere!

I palliativi economici della Banca Centrale Nigeriana per il COVID-19 sono stati pensati per escludere questa classe di cittadini. Le rigide condizioni per ottenere prestiti familiari sono impossibili da raggiungere per il cittadino medio.

Ad ogni modo, è encomiabile che il governo di Lagos ha recentemente lanciato rifornimenti di soccorso per i residenti indigenti. L'intervento si concentrerà su 200.000 famiglie con razioni di cibi di prima necessità che dovrebbero durare per un periodo di 14 giorni:

Buona questa!

Il governo dello Stato di Lagos ha iniziato a distribuire Rifornimenti di cibo per l'emergenza per le famiglie in difficoltà a diversi istituti governativi locali dello Stato. Queste immagini sono da EPE e IBEJU LEKKI LGAs.

Lagos, la città più grande dell'Africa, ha una popolazione stimata di 21 milioni di abitanti, di cui l'8.5% (1.7 milioni di persone) vive in povertà. Nel 2006, vi erano 19.667 abitazioni registrate nello Stato di Lagos.

Per quanto suddetto, l'intervento del governo contro il COVID-19 per i cittadini indigenti di Lagos è una goccia d'acqua nell'oceano.

Il lavoro da casa è costoso persino per la classe media in Nigeria. Ogni abitazione è un consiglio municipale che procura elettricità, sicurezza, acqua e acesso ad internet.

Durante l'isolamento, questo significa che molte abitazioni della classe media nigeriana spenderanno di più per il combustibile dei loro generatori di elettricità. Senza l'energia elettrica, non si potrebbe neanche pompare l'acqua dai pozzi trivellati.

L'accesso a internet in Nigeria è lento e costoso.

Ad ogni modo, i dati internet sono meno costosi che negli altri Paesi africani. Stears Business, un business online di analisi delle notizie, riporta che un gigabyte di dati costa all'incirca “2.78 dollari, paragonato a 2.33 dollari in Rwanda, 3.63 in Ghana e 5.99 in Gabon.” Quartz Africa afferma che la velocità di internet nel continente africano non è ancora all'altezza dello “standard minimo globale”.

Lavorare da casa non è affatto facile qui.

L'ipocrisia della classe politica nigeriana

La pandemia del COVID-19 ha messo a nudo il ventre putrido della classe politica nigeriana.

Le élite nigeriane vivono in due realtà distinte: nel privato, vivono al di là della legge; nel pubblico, dicono le cose giuste davanti alla telecamera.

Tre ufficiali nigeriani — Abba Kyari, Seyi Makinde and Garba Shehu — sono esempi convincenti di questa dualità da Giano bifronte nella classe dirigente nigeriana.

Il 24 marzo, Abba Kyari, capo dello staff del Presidente Buhari, è risultato positivo al coronavirus dopo un viaggio in Germania ed Egitto, secondo la BBC.

Abba Kyari alla sede di Siemens, Germania, 7 marzo. Quest'immagine è stata ricevuta quel giorno da un amico nella celebrazione di un'altra pietra miliare verso un miglioramento della fornitura di energia in Nigeria.

Non era lì per vacanza o per una visita medica. Era un servizio alla nazione.

Ciò che è sconcertante è che tre giorni prima (21 marzo), Kyari ha rimproverato pubblicamente 25 legislatori per aver violato lo screening aeroportuale per il COVID-19 nel tornare dal Regno Unito. Piuttosto che scegliere l'auto-isolamento, i legislatori hanno continuato a socializzare coi loro colleghi.

Apparetemente Kyari ha fallito nel realizzare il suo stesso consiglio.

Il governatore dello Stato di Oyo, Seyi Makinde, ha agito in maniera simile al di sopra della legge quando ha tenuto un raduno politco in Ibadan, nel Sudest della Nigeria, il 18 marzo, contro le misure di distanziamento sociale.

Makinde, in seguito, si è scusato per quel “lapsus di giudizio”.

Analogalmente, il 21 marzo, il portavoce del presidente, Garba Shehu ha sfidato il divieto del governo sui grandi raduni. Shehu era un ospite a un evento di un'associazione di suoi vecchi amici ad Abuja, la capitale della Nigeria.

In Nigeria, la legge è solo per i poveri e gli svantaggiati, mentre quelli che hanno potere la trasgrediscono a proprio piacimento.

Le misure per l'epidemia di COVID-19 non cambieranno questa mentalità.

Come se non fosse abbastanza, nel mezzo della povertà e della devastazione della pandemia COVID-19, i legislatori della Camera dei Rappresentanti della Nigeria hanno ricevuto un ordine di 400 Toyota modello Camry 2020 appena acquistati:

In altre parole, la Casa dei Rappresentanti ha iniziato a prendere in consegna i modelli Toyota Camry 2020 acquistati per i membri come macchine ufficiali. Auto di lusso nel mezzo della pandemia e della povertà multidimensionale!!!

Il 18 febbraio, i legislatori avevano rifiutato i marchi locali. Le nuove automobili costano circa 5 miliardi di naira (circa 13 milioni di dollari statunitensi), stando al giornale Vanguard.  

La classe dirigente nigeriana sta mostrando una discordanza lancinante con il resto della società che è straziatamente inumana – nel volto della povertà estrema, i politici sono più interessati a comprare macchine di lusso alle spese dei contribuenti.

Non era possibile aspettarsi minore interesse nei confronti delle persone vulnerabili per l'impatto del COVID-19.

Questi problemi renderanno probabilmente vano qualsiasi intervento competente che il Centro Nigeriano per il Controllo delle Malattie (Nigeria Centre for Disease Control) sta prendendo per fermare la diffusione del coronavirus.

Quindi, oltre alle graziose promesse nella bocca dei politici, per la maggior parte dei nigeriani la stagione del coronavirus sarà un bel problema, in balia sia della pandemia che delle insicurezze finanziarie.

1 commento

  • Nigeria is really messed up. First, the government promised to share some amount of money, but till today, the poor masses have not seen anything. For the big politicians, this is actually a time to loot more money.

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.