chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Pastore nigeriano diffonde teorie complottiste e disinformazione sul COVID-19

La cattedrale di Christ Marina, nello Stato di Lagos, è la cattedrale anglicana più antica in Nigeria. Crediti: dotun55, 25 marzo 2015, via CC BY-SA 2.0.

Dai un'occhiata alla copertura speciale di Global Voices sull'impatto globale del COVID-19 [it].

Quando si tratta di false informazioni e coronavirus, è via libera per alcuni dei pastori evangelici nigeriani. Ciarlatani che diffondono disinformazione, molti pastori hanno rifiutato l'idea del lockdown che avrebbe significato la chiusura delle chiese.

Al 13 maggio, la Nigeria ha 4971 casi confermati [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] di COVID-19, con 164 morti e 1070 ricoveri.

Teorie del complotto e disinformazione

Screenshot di un video di YouTube del pastore Chris Oyakhilome [nella didascalia in alto: “il Pastore Chris Oyakhilome spiega la relazione tra Coronavirus, 5G, e il piano dell'Anticristo”].

Il pastore Chris Oyakhilome dell'associazione LoveWorld Incorporated (conosciuta anche come Christ Embassy), a Lagos, Nigeria,​ ha fatto alcuni commenti selvaggi da quando la pandemia è iniziata nel paese.

Il pastore predica una prosperità esuberante dalla teologia o vangelo della prosperità — una credenza abbracciata da alcuni cristiani evangelici per cui le benedizioni finanziarie sono manifestazioni dell'obiettivo di Dio per loro.

Il profitto di Oyakhilome vale 30–50 milioni di dollari e la sua confessione ha intorno a 13 milioni di membri, all'interno e all'esterno della Nigeria.

L'8 aprile, Oyakhilome ha pronunciato un sermone con più di 12.000 visualizzazioni su YouTube dove ha affermato che l'introduzione delle tecnologie 5G è responsabile per l'esplosione della pandemia del coronavirus. Ha anche asserito che la somministrazione del vaccino per il COVID-19 sarà utilizzata per installare un “nuovo ordine mondiale” capeggiato dall'Anticristo.

Il 5G è una tecnologia wireless di quinta generazione [it] per le comunicazioni che supporta la rete dati del cellulare.

Altri due pastori nigeriani, Sam Adeyemi e Matthew Ashimolowo, hanno confutato le affermazioni di Oyakhilome. Ashimolowo ha respinto le affermazioni dicendo che “le teorie del complotto non hanno niente a che fare con l'Anticristo”, come riporta il Premium Times, un giornale online della Nigeria. “Seminare il terrore tra i loro seguaci è sempre stata la natura dei leader cristiani”, nonostante “gli avvenimenti su scala mondiale” dice Ashimolowo. 

Il pastore Sam Adeyemi uccide l'ignoranza, i punti di forza e la disinformazione in soli due minuti con una semplice ricerca su internet e delle letture su una pandemia precedente. Se solo la gente facesse le proprie ricerche prima di abbracciare le teorie del complotto…

Adeyemi, un pastore anziano del centro cristiano di Daystar, ha messo in luce che la febbre spagnola del 1918 ha avuto un impatto molto forte in Nigeria, e ha causato la chiusura di chiese, moschee, scuole e mercati.

Una settimana dopo, Oyakhilome è tornato sui suoi passi, affermando di essere semplicemente contrario ai “rischi per la salute” della rete 5G.

L'implicazione della salute pubblica nello smerciare queste teorie cospirazioniste ha ampie ramificazioni. Di già, il senato nigeriano ha iniziato un'indagine sullo status del 5G e il suo potenziale impatto sulla salute dei cittadini.

Sfortunatamente, come la maggioranza delle teorie sul 5G legate al COVID-19,  semplicemente “non vi è una gerarchia di possibilità”, scrive il giornalista Amy Davidson Sorkin del New Yorker. Il coronavirus è un virus trasmesso da uomo a uomo attraverso le goccioline della saliva.

Le onde radio utilizzate nel 5G sono onde non ionizzanti, che, secondo l’Agenzia per la Protezione Ambientale degli Statu Uniti, ha “abbastanza energia per muovere gli atomi e farli vibrare”, ma non l'energia necessaria per “rimuovere gli elettroni dagli atomi”.

Di conseguenza, le onde radio 5G non sono in grado di generare abbastanza energia per riscaldare il corpo umano o indebolire il suo sistema immunitario”. L'idea che il 5G abbassi le tue difese immunitarie è del tutto infondata,” riferisce alla BBC Simon Clarke, professore associato in microbiologia cellulare all'università di Reading.

Ma i fanatici come Oyakhilome continuano a riciclare queste false credenze.

Chris Oyakhilome è stato confusionario sotto ogni aspetto sul periodo del Coronavirus. Irresponsabile al punto di sembrare folle. Un completo disastro. Una disgrazia assoluta. Per quelli ancora nel programma o abbastanza delusi per adorare la sua faccia imbellita di talco, la sua parlata forzata, vi portiamo la demistificazione.

Apparentemente, il coronavirus, il 5G e la cospirazione anticristiana non hanno scoraggiato Oyakhilome dal diffondere ancora più disinformazione.

Nel video indicato sopra, Oyakhilome ha descritto indossare le mascherine per mitigare la diffusione del COVID-19 come “abbracciare la scienza”. All'inizio dell'epidemia, ha ricordato ai suoi seguaci che l'Organizzazione Mondiale della Sanità e il Centro per il Controllo delle Malattie (CDC) hanno detto che “le maschierine non avrebbero funzionato”. Crede che “Indossare  [le mascherine] è politica, non importa. Ma nessuno deve mentirci dicendo che si tratta di scienza… Infatti, scientificamente, è pericoloso per la salute. Questa è la verità.”

All'inizio, c'è stata della confusione sui vantaggi di indossare mascherine in pubblico. In ogni caso, quel periodo ha avuto vita breve.

Molti scienziati in primo piano, tra cui Camilla Rothe e gli associati dall'ospedale universitario LMU di Monaco, in Germania, e Lirong Zou e altri dal Centro per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione a Guangzhou, in Cina, raccomandano di indossare mascherine o sciarpe per limitare la diffusione del virus.

Basandosi sull'evidenza scientifica, il 13 Aprile il CDC ha raccomandato di indossare mascherine o “tessuti a coprire il viso in contesti pubblici dove altre misure di distanziamento sociale sono difficili da mantenere (ad esempio, supermercati o farmacie) specialmente nelle aree con trasmissioni significative nella comunità” [sottolineato dal CDC].

Allo stesso modo in Nigeria, il NCDC ha incoraggiato la popolazione ad indossare mascherine di stoffa come un “ulteriore livello” di prevenzione contro la trasmissione del coronavirus.

Oyakhilome ha omesso tutti questi consigli dalla sua narritiva.

In aggiunta, si è anche contraddetto dicendo che ” se [indossare mascherine] è scienza, allora è una questione aperta al dibattito”. Questa è un'implicazione del tutto irresponsabile – come se le evidenze scientifiche siano mere opinioni e quindi è possibile discuterle.

Non del tutto inaspettatamente – le sue affermazioni senza fondamento non sono niente di nuovo.

Nel 2004, la Nigerian Broadcasting Corporation ha vietato la trasmissione di miracoli “non verificati” sulle reti nazionali. Due anni dopo, Oyakhilome ha rielaborato il divieto come “una trama del Dio Onnipotente e dei suoi angeli” che hanno bloccato i suoi sforzi per far verificare i miracoli.

Il rifiuto del lockdown delle chiese

Il governo nigeriano ha ordinato di restare nella propria dimora per 14 giorni in due Stati chiave, Lagos e Ogun, e ad Abuja, la capitale, il 30 marzo – che è poi stata estesa dopo, il 13 aprile, per altre due settimane. Oltre a questo, vi è stata una restrizione su un'ampia fascia di incontri sociali e religiosi in Nigeria.

Il 4 maggio, il presidente Buhari ha annunciato un allentamento del lockdown a Lagos, Ogun and Abuja. In ogni caso, i luoghi di preghiera rimangono chiusi.

Il 30 aprile, Oyakhilome si è ribellato al lockdown continuo perché le chiese sono “dei luoghi di cura”.

So, those of you who love to run around government officials to get your validation, come and get COVID-19 compliant registration for your church. That is the last day Jesus will be in that church. But that is coming.

Quindi, per quelli di voi che adorano correre intorno agli ufficiali di governo per sentirsi convalidati, venite e prendete la registrazione di conformità per il COVID-19 per la vostra chiesa. Questo è l'ultimo giorno che Gesù sarà in quella chiesa. Ma è ciò che sta arrivando.

Ad ogni modo, Oyakhilome non è da solo. David Oyedepo, vescovo a capo di Living Faith Worldwide, ha anche domandato perché i mercati sono aperti mentre le chiese sono rimaste chiuse.

Il vescovo Oyedepo condivide alcuni pensieri sul parziale allentamento del lockdown. Tu cosa dici?

Il vescovo Oyedepo, nel video, ha descritto come il continuo lockdown sulle chiese è un attacco demoniaco: “Sento puzza di bruciato. Le forze delle tenebre stanno influenzando le persone su vari livelli perché la crescita della chiesa è il più grande mal di testa del diavolo”, ha detto.

La Winners Chapel di Oyedepo ha rami in più di 300 città nella nazione. I quartieri generali della chiesa a Otta, nello Stato di Ogun, nel Sudest della Nigeria, ospita un auditorium di cinquantamila posti, che si ritiene sia uno più gradi auditori religiosi nel mondo.

Reputato uno dei più benestanti pastori della Nigeria, Oyedepo è il fondatore dell'università di Covent, basata sulla fede.

È significativo considerare che non tutte le attività economiche sono state riprese.

Ancora, l'idea che il lockdown sia diretto alle chiese non è vera. Le occasioni di incontro sociale e le scuole, che attraggono ugualmente molte persone – restano sospese.

Nel frattempo, molti cristiani in Nigeria sono stati capaci di provvedere ai loro bisogni spirituali attraverso i servizi online. È ragionevole – piuttosto che esporre le persone a un rischio non necessario.

I predicatori che dovrebbero lavorare a livello locale, statale e col governo locale per mettere le persone al sicuro e che si lamentano con le direttive di governo stanno impazzendo? Qual è il loro problema?

Sembra che questi pastori abbiano bisogno del saggio consiglio del loro collega, Ignatius Kaigama, arcivescovo cattolico di Abuja, che ha enfatizzato che i pastori dovrebbero guidare il loro gregge al paradisco “a prescindere dal fatto che il coronavirus sia attivo o no”.

In altri luoghi, i capi delle chiese hanno espresso amore cristiano per i più vulnerabili e per chi muore in maniera diversa. Per esempio, la Chiesa Cattolica ha donato 425 ospedali e una chiesa evangelica basata nello Stato di Lagos ha donato il suo auditorium al governo per essere utilizzato come centro di isolamento.

Questa azione merita maggiormente di essere emulata piuttosto che le teorie del complotto, la disinformazione e la confusione durante una crisi sanitaria globale.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.