chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La comunità LGBTQ+ e i politici salutano la nuova legge sulle unioni omosessuali in Montenegro

Attivisti Montenegrini al SeaSide Pride a Budya 2013  con cartelloni che recitano ” Sono come te”, “Per l'uguaglianza dei matrimoni”, “L'amore è amore”  e” Io voto per amore”.Foto del LGBT Forum Progres, CC BY-NC-SA.

Il parlamento del Montenegro ha approvato [sr] una legge sulle unioni tra coppie omosessuali, rendendo il Montenegro il primo paese nei Balcani orientali a riconoscere legalmente i matrimoni dello stesso sesso.

La legge, che è stata approvata il 1 Luglio, non include [sr] disposizioni che permettano alle coppie omosessuali di adottare dei bambini. Sotto gli altri aspetti, i loro diritti sono gli stessi delle coppie eterosessuali, inclusi diritti di proprietà, eredità, sicurezza sociale e sulla salute.

L'organizzazione non governativa LGBT Forum Progress e il Centro Sociale LGBTIQ, insieme alle loro comunità costituenti, hanno applaudito all'approvazione della legge, congratulandosi [bosniaco] con tutte le persone LGBTI e il loro traguardo storico.

Činjenica da je konačno usvojen Zakon o životnom partnerstvu ima neizrecivo velik značaj za sve LGBTI osobe u Crnoj Gori. Ovo je nesaglediv pomak naprijed za crnogorsko društvo, na naročitu radost cjelokupne LGBTI zajednice. Kao organizacija koja niz godina zagovara pravno prepoznavanje istopolnih zajednica i kao aktivni učesnici Radne grupe koja je kreirala ovaj Zakon, veoma smo srećni zbog ovakvog ishoda koji smo dugo čekali. Sada ostaje ono ključno – primjena ovog zakona u praksi – što je sljedeći veliki korak u procesu zaštite ljudskih prava LGBTI osoba.

Il fatto che la legge sulla vita delle coppie sia stata finalmente approvata ha un'importanza incredibile per tutte le persone LGBTQ in Montenegro. Questo è un grandissimo progresso per la società Montenegrina che ha riempito di gioia l'intera comunità LGBTI. Come un'organizzazione che sostiene il riconoscimento legale delle unioni dello stesso sesso, e come partecipanti attivi del Working Group che ha creato questo progetto, siamo molto felici per questo traguardo così atteso da lungo tempo. Tuttavia rimane ancora un punto fondamentale – la realizzazione nel concreto di questa legge, che sarà il prossimo grande passo nel processo di protezione dei diritti umani delle persone LGBTQ.

Il Montenegro ha lottato a lungo contro l'omofobia nel corso degli anni.

Nel 2013 il Primo Pride è stato sottoposto a violenza fisica [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], incitamento ad uccidere e altri abusi verbali da parte di 200 protestanti dell'opposizione.

Nel 2015 le autorità Montenegrine hanno vietato la Marcia del Pride ritenendola “troppo rischiosa”, con la polizia che ha dichiarato di non poter proteggere i manifestanti dalle minacce di violenza e gruppi omofobici.

Recentemente le marce del Pride nel 2017 si sono tenute senza incidenti, mentre quella del 2018 ha visto la partecipazione di figure politiche d'alto rango. Lo scorso hanno il parlamento non è riuscito a far passare il provvedimento sulle unioni dello stesso sesso per mancanza del quorum.

Il presidente Milo Đukanović, che ha tenuto posizioni esecutive al vertice nel governo Montenegrino a partire dal 1991, ha accolto lo sviluppo, ritraendolo come una prova che il paese si sta muovendo nella direzione delle “democrazie più evolute del mondo” [bosniaco]:

Un altro passo del Montenegro verso la compagnia delle democrazie più evolute nel mondo! Con l'adozione della legge sulle unioni tra persone dello stesso sesso, il Montenegro sta legalmente regolarizzando, per la prima volta, le comunità dello stesso sesso!

Anche il Primo ministro Duško Marković ha accolto l'adozione [sr] delle legge.

Ovo je veliki iskorak u pravom smjeru za crnogorsko društvo, njegovu demokratsku zrelost i proces integracije. Ravnopravnost i jednaka prava za sve osnov su ljudskih i evropskih vrijednosti. Zahvaljujem LGBTIQ zajednici na dijalogu i doprinosu. U evropskoj Crnoj Gori nema i ne treba da bude mjesta za diskriminaciju po osnovu seksualnog opredjeljenja.

Questo è un grande passo nella giusta direzione per la società Montenegrina, la sua maturità democratica e i processi di integrazione. La parità e gli stessi diritti per tutti sono il fondamento dei valori umani e europei. Vorrei ringraziare la comunità LGBTIQ per il dialogo e il contributo. Non ci può essere spazio per la discriminazione basata sull'orientamento sessuale in un Montenegro Europeo.

Anche gli ambasciatori del Regno Unito e degli Stati uniti hanno accolto [sr] positivamente l'approvazione della legge.

L'attivista Bojana Jokić del LGBT Forum Progress ha espresso il suo parere, invece, riferendosi alle recenti limitazioni imposte sulle assemblee:

Iako je današnje glasanje velika stvar za Crnu Goru, želim kratko da se osvrnem i na dešavanja koja minulih sedmica potresaju naše društvo. Kao aktivistkinja i građanka sam zabrinuta zbog ograničavanja ljudskih prava i sloboda kojima svjedočimo, a koja nas podsjećaju da niko od nas nije slobodan i jednak dok svi u društvu nisu slobodni i jednaki.

Anche se il voto di oggi è stato qualcosa di importantissimo per il Montenegro, vorrei affrontare per un momento i problemi delle ultime settimane che hanno scosso la nostra società. Come attivista e cittadina sono preoccupata per le limitazioni dei diritti umani e le libertà, che ci ricordano come nessuno sia libero e uguale fino a che tutti nella società siano liberi e uguali.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.