chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Giappone: “lavori o sei disoccupato?” è diventata domanda-tabù

Con l'economia mondiale in recessione, l'industria automobilistica nazionale in crisi [in], finanche la riduzione dell'orario per i grandi magazzini [in] nel tentativo di tagliare i costi — per non parlare di alloggi temporanei [in], parcheggi [in] e internet café [in] che vanno riempendosi dei nuovi senzatetto del Paese — molti in Giappone hanno perso in parte la speranza di un futuro migliore.

In un intervento che ha riscosso un grande interesse fra i lettori [ja], il blogger koheko riflette sull'impatto imposto dal rallentamento economico nazionale e globale sui rapporti umani fra amici e colleghi [ja]. Non solo la vita è diventata complicata in termini materiali, spiega il blogger, ma ha reso difficili anche le conversazioni, con molti argomenti — in particolare quelli correlati al lavoro — che ora sono una sorta di tabù:

正月に久々に会った友人たちは皆元気そうで安心した。ただやはり我々ももう30歳を迎え,気になることはいくつかあった。まず,一番面白いというかショックというか複雑な現象だなと感じたのは,「今何やってるの?」という質問が禁句になっているということだ。

A capodanno ho incontrato degli amici che non vedevo da un po’, e sono stato felice di apprendere che stavano tutti bene. Ma al tempo stesso, essendo tutti noi sulla trentina, ci sono cose che mi preoccupano. Prima di tutto, la cosa più interessante, o forse dovrei dire più scioccante — mi dà l'impressione di un fenomeno complesso — è che la domanda “che cosa fai adesso?” sembra essere diventata un tabù.

10人ぐらい集まると,ご時世なのかもしれないが,1人2人はフリーターのような生活を送っているものもいる。そういう人間への配慮だろうか,「今何やってるの?」は禁句であり,仕事の話も極力避けようという空気があった。

Forse è un segno dei tempi, ma quando una decina di persone o giù di lì si ritrova insieme ce n'è sempre una o due che vivono una vita da freeter [it]. Per questo motivo, quando ho rivisto i miei amici (anche se non credo fosse il loro caso), la domanda “Come te la passi adesso?” sembrava tabù, e si faceva di tutto per evitare l'argomento lavoro.

さらに,ある友人は彼女を連れてきていたのだが,この2人に対して「結婚」の話題を持ち出すのもタブーである。以前私はある友人に彼女を紹介され,「結婚するの?」と聞いたところ空気がものすごくどよーんとしたことがあった。同席者には後から,「あんなこと聞いちゃ駄目だよ」と怒られた。そうなのか。

In aggiunta, al party c'era uno dei miei amici insieme alla sua ragazza, ed è venuto fuori che anche parlare di “matrimonio” è tabù. In precedenza ero stato presentato alla sua ragazza, e le avevo chiesto, “Allora vi sposerete?”, l'atmosfera si fece subito imbarazzante. Più tardi, un altro dei presenti mi ha detto
“Non puoi chiedere cose simili alla gente!” Davvero?

思い出話も悪くないが,それだけでずっと持つものではない。皆一所懸命生きているのだし,色々と思うこともあるだろう。また,旧友たちと仕事上の関係を持っておくのも悪くない。しかしそれは我々のグループにおいてはタブーとなってきている。お互いを傷つけあわないようにするためのルールなのだろう。しかし,そういう関係は長続きするのだろうかという気もする。

Rievocare i vecchi tempi non è male, ma questo tipo di conversazione non dura granché. Ognuno investe tutto quello che può nella propria vita, e presumo che la gente abbia molte cose per la testa. E anche avviare rapporti di lavoro con i vecchi amici non è necessariamente una cosa sbagliata. Ma neppure di questo si poteva parlare nel mio gruppo di amici. Immagino sia una sorta di regola (non scritta) per evitare di farsi male l'un l'altro. Del resto, mi chiedo anche se questo genere di rapporti di lavoro (tra vecchi amici) possa davvero reggere a lungo.

私も研究者として自立できているわけではないから,旧友たちと会うのはひどく緊張する時期があった。当時会社に入って3〜4年の友人は,私の不安定な立場をなじり,「いいよなあ気楽で」とテンプレートのようなことを言い,「こっちだって大変だよ」と言った私に対して「ふざけるな」と声をあげた。会社員がいかにつらいか,お前らに分かってたまるかということらしい。

C'è stato un tempo in cui io stesso, facendo il ricercatore, non ero in grado di mantenermi da solo, così ogni qualvolta incontravo qualche amico mi assaliva un gran nervoso. Alcuni di loro, che allora lavoravano da 3-4 anni in un'azienda, mi schernivano per la mia situazione precaria, e lanciavano qualche frase fatta, — “Beato te, che non hai problemi!” — e quando provavo a spiegare che non era facile, esclamavano “Stai scherzando!”. La vita degli impiegati d'azienda è un inferno, e apparentemente non ero affatto in grado di comprenderlo.

それはそれで悲惨な思い出ではあるのだが,私もその経験を乗り越えて強くなった。当時,怒りもしたが,しかし自分の甘さを痛感しもした。自分の言葉に説得力がないから,彼は私を馬鹿にしたのだろうと思った。

Sono ricordi difficili, ma ho imparato qualcosa e sono diventato più forte grazie a esse. All'epoca tendevo ad arrabbiarmi, ma avvertivo anche chiaramente come fossi un bersaglio facile. Pensavo dentro di me, quello che dico che non è convincente, ecco perché mi prendono tanto in giro.

そして,今年は今自分がやっていることを皆に伝え,理解してもらおうと思っていた。相手の苦労も聞いてあげたいと思った。しかし,いつの間にか,研究者への道を目指すということは,それほど大変なこととは認識されなくなっていた。今,何よりも大変なのは会社員であり,さらに現在職を持たない人間は,他人からの罵倒に日々怯えながら生きていかないといけないような立場にあるのである。

Così ho pensato: quest'anno proverò a spiegare agli altri cos'è che sto facendo, farò in modo che possano capire la situazione. Mi offrirò anche di stare ad ascoltarli quando mi racconteranno le loro avversità. Prima di scoprirlo sulla mia pelle, il percorso per diventare ricercatore non sembrava essere considerato qualcosa di così arduo. I momenti più difficili adesso li stanno passando gli impiegati d'azienda, e ancor più quelli che non hanno lavoro, che devono vivere ogni giorno sopportando lo scherno degli altri.

飲み会は3次会,4次会まで続き,参加人数が減ってくると,徐々に場の話題はネガティブなものへと移ってきた。みんな実は我慢していたのだろう。会社という組織がいかに不愉快な場所かという話を延々聞かされた。私も正直愚痴りたいことはあったが,とても切り出せるような空気ではなかった。とにかく恐ろしいことは,今自分が所属している会社を誇りに思っている人間が,我々のグループの中には1人もいないという現実であった。

Al terzo o quarto party (con i miei amici), il numero dei partecipanti era calato parecchio, e a poco a poco le conversazioni presero un tono negativo. Credo che fino ad allora ognuno avesse solo cercato di controllarsi. Mi informarono in dettaglio di quanto siano sgradevoli le aziende. Sinceramente, c'era qualcosa di cui avrei voluto lamentarmi anch'io, ma non c'era affatto l'atmosfera giusta per interloquire (ed esprimere il mio punto di vista). Ma ciò che trovavo davvero spaventoso era che non ci fosse nessuno, fra tutti i miei amici, che si sentisse orgoglioso dell'azienda per cui lavorava.

我々の30代はそんな感じで幕を開けた。みな,20代の頃は寄り道しながらも精一杯走ってきた。少し疲れがたまってきたのが今の我々だろう。この10年間をどのように過ごすかということについて,明るい未来を想像している人間は,我々の中にはいなかった。とにかく,生き残ることのみに皆関心を集中させていた。

Ed è così che abbiano accolto i nostri trent'anni. A vent'anni correvamo a tutto gas verso la vita. Ma ora la fatica si è accumulata, credo che siamo semplicemente stanchi. Nell'intero gruppo non c'era una sola persona che, pensando ai prossimi dieci anni, intravedesse un futuro luminoso. Ognuno concentrava la propria attenzione su come cavarsela al momento, e nient'altro.

日本は豊かな国なのだろうか。不思議になる。少なくともそこに生きる我々は,あまり自分のことを幸せだとは思っていない。他人は蹴落とす対象であり,自分もまた他人にいつでも蹴落とされる存在である。上司は信用できず,部下の言うことはいちいち腹立たしい。みんながみんなそこまで病んではいないだろうが,会社で働く人間であればそういう要素を少なからず持っているように思う。

Mi chiedo, il Giappone è davvero un Paese così agiato? È un mistero. Perlomeno nel giro degli amici che vivono qui, non tendiamo a considerarci persone felici. Si calpesta il vicino pur di cavarsela, ma potremmo anche essere calpestati in ogni momento, ecco come viviamo. Non puoi contare sul tuo capo, e qualunque cosa ti dicano i tuoi subordinati ti irrita. Non tutti si trovano in una situazione talmente grave, suppongo, ma almeno fra gli impiegati in azienda, molti si ritroveranno in parecchie di queste descrizioni.

今自分がやっている仕事の話を笑顔でする。それはもはや贅沢なことであるようだ。しかし実現不可能なことではないはずだ。30歳の友人たちに会って,私は,10年後,「今自分は何をやっている」という話を自分が出来て,友人にも聞くことができる状況になっていることを心から期待して,その場を後にした。

Sorrido quando parlo del lavoro che sto facendo in questo momento. Sembra un vero lusso poterlo fare oggigiorno. Ma è anche una cosa non impossibile da ottenere. Dopo aver incontrato i miei amici trentenni, ho immaginato me stesso fra dieci anni, spero che potrò parlare di “come me la passo”, e di poter girare anche a loro la stessa domanda — (ho espresso questo desiderio fra me e me), e poi ho lasciato il party.

Questo post è stato tradotto nella sua interezza con il permesso del blogger [giap].

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.