chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Tailandia: il canale Tv di Stato si rifà nuovamente il trucco

All'inizio del 2008 Channel 11 è diventata NBT [thai] (National Broadcast Television, si veda Wikipedia [in]). Channel 11 è la storica rete televisiva tailandese diretta dal Dipartimento di Relazioni Pubbliche del Governo (PRD). La modifica era avvenuta durante il governo dell'ex Primo Ministro Thaksin per controbattere il precedente cambiamento di un altro canale televisivo, Thai PBS [in], rinominata durante il colpo di stato militare all'inizio del 2007.

Ora che il partito Democratico all'opposizione sta governando il Paese, è forse giunto il momento di ‘cambiare’ nuovamente la NBT?

Satit Wongnongtaey, Capo di Gabinetto del Primo Ministro, portavoce del PRD ha informato la stampa circa “la riforma della NBT” che dovrebbe iniziare il 1° Aprile 2009. La “nuova NBT” avrà una programmazione completamente innovata, un nuovo logo e un nuovo consiglio d'amministrazione. Nel nuovo pailinstesto gli spazi dedicati all'informazione verranno ridotti da 12 ore/giorno a 7 ore/giorno. I programmi aggiuntivi saranno di taglio ‘educativo’.

Satit ha fatto alcuni esempi della nuova programmazione televisiva: programmi che focalizzino l'attenzione su questioni economiche e lavorative, che contribuiscano a ricostruire l'armonia e favoriscano la riconciliazione nazionale, e programmi sulla ‘creatività/moralità’. Il personale della vecchia NBT rimarrà al proprio posto e rappresenterà il fulcro principale della produzione nella nuova NBT.

Pur accennando al fatto che la nuova NBT non trasmetterà notizie “controverse”, Satit ha sottolineato come il nuovo canale non sia una iniziativa contro l'ex Primo Ministro Thaksin e non sarà nemmeno la ricompensa per i dirigenti del movimento anti-Thaksin.

Oltre a un articolo sul sito Prachatai [thai], ecco un buon commento [thai] da Kapook, il secondo maggiore portale tailandese (commento #24):

Sono uno dei produttori della rete NBT. Il mio programma va in onda una volta la settimana. Ad ogni cambio di governo, il nuovo governo arriva e cambia la programmazione della NBT, spostando gli orari di parecchi programmi. Sono molto scocciato da tutto ciò. Gli spettatori devono cambiare continuamente abitudini e orari. Non appena si abituano al nuovo orario, arriva un altro governo e lo cambia di nuovo.

Uno degli argomenti di discussione [thai] su Pantip, maggior forum online della Thailandia, s'incentra sulle ragioni che spingono Satit a cambiare il logo della NBT. Un commentatore riferisce, secondo una fonte interna all'NBT, che è stato proprio il personale a chiedere un nuovo logo, non lo stesso Satit.

La questione del nuovo logo è stata sollevata dal personale della NBT. Ritengono che quello vecchio sia troppo allineato con uno schieramento politico (quello di Thaksin), perciò non sono più orgogliosi di lavorare alla NBT finché manterrà il vecchio logo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.