chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Tunisia: studente incarcerato per aver rilasciato delle interviste

Lo studente tunisino Mohamed Soudani, di 24 anni, è scomparso il 22 Ottobre 2009, dopo aver esser stato intervistato da Radio Monte Carlo International e da France International.

Soudani era già irrintracciabile da 18 giorni quando la polizia di Tunisi ne ha contattato i familiari informandoli della sua detenzione nel carcere di Murnaguiya, a circa 15 km dalla capitale.

Secondo alcune fonti, la polizia ha comunicato alla famiglia che Soudani era stato processato e incarcerato, senza la presenza di un legale, per “disturbo della quiete pubblica” durante il periodo di detenzione e condannato a quattro mesi di prigione. È stato anceh detto loro che Mohamed aveva già fatto appello contro la sentenza

Quando si è presentato davanti alla corte il 6 Dicembre, Soudani ha negato ogni accusa e ha dichiarato di essere stato duramente torturato nel periodo di detenzione precedente al processo. I suoi avvocati hanno richiesto un aggiornamento per studiare la causa e il rilascio su cauzione. La richiesta di rilascio è stata negata mentre la causa è stata aggiornata al 14 Dicembre 2009.

Soudani era stato intervistato riguardo le precedenti attività come leader del Sindacato studentesco della Tunisia. L'anno scorso aveva partecipato a uno sciopero della fame di 56 giorni [in] con altri quattro studenti per invocavare il diritto allo studio. I ragazzi hanno raccontato la propria esperienza quotidiana su un blog [in] che è stato censurato in Tunisia.

Sono stati creati un gruppo su Facebook [in] e un blog [in] a sostegno di Mohamed Soudani nella pesante situazione che sta affrontando.

Nasser Weddady ha contribuito alla stesura del post.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.