chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Tailandia: Bangkok in fiamme, la protesta si estende ad altre città

Bangkok in fiamme. Foto di BKKApologist

Bangkok in fiamme. Foto di BKKApologist

Il campo base delle camicie rosse, situato nel centro di Bangkok, è ormai sotto il controllo dell'esercito [in – come tutti i link del post] ma ciò nonostante i dimostranti in ritirata hanno dato fuoco a numerosi edifici. Intanto sono scoppiate le proteste anche in altre province, in particolare a Udon Thani, nel nord-est del Paese. Nella capitale e in molte altre aree della Tailandia è stato imposto il coprifuoco.

La cronaca degli eventi succedutisi a Bangkok nelle scorse 24 ore è disponibile su Bangkok Pundit, Reuters Live Blog, The Thai Report, e Prachatai. Simon Roughneen, Nirmal Ghosh, e Saw Yan Naing, che è anche riuscito ad entrare nel campo base delle camicie rosse, hanno riportato alcune testimonianze delle ultime ore caotiche a Bangkok, mentre Thailand’s Troubles ha pubblicato alcune immagini delle “battaglie” in città.

Il blogger The Drop descrive così la situazione dopo la dispersione delle camicie rosse:

La strada è sudicia, dappertutto ci sono avanzi di cibarie che fermentano sotto il sole cocente. Dietro un muro si nasconde una piccola folla che osserva l'alto edificio che domina il vicolo, cercando di individuare i cecchini. L'accesso al vicolo è libero, non ci sono più pneumatici. L'edificio sede della Kasikorn Bank, ad angolo con Rama IV Road, è andato completamente a fuoco lasciando solo un guscio annerito con cavi elettrici che penzolano dal palo della luce fin giù sulla strada.

Incendio a Bangkok. Foto di Abhinew

Incendio a Bangkok. Foto di Abhinew

Le camicie rosse in fuga hanno appiccato il fuoco a centri commerciali, banche, cinema, emittenti televisive e anche alla sede della Borsa. Ieri alcune zone di Bangkok erano letteralmente in fiamme. Ecco un video del Central World Mall, uno dei più grandi centri commerciali del Paese.

Mentre a Bangkok la repressione ha ormai messo a tacere le proteste, a Udon Thani la situazione è del tutto diversa, in quanto le camicie rosse sono riuscite a prendere il controllo di un palazzo governativo. Su Life in Rural Thailand sono disponibili aggiornamenti puntuali della situazione nella città. Il Thai Report ha pubblicato immagini delle manifestazioni. A seguire un video con scene di protesta davanti ad un edificio governativo.

Le camicie rosse hanno una forte base nel nord-est della Tailandia: molti di loro provengono da comunità rurali sostenitrici del Primo Ministro deposto Thaksin Shinawatra. Oggi tra le camicie rosse non ci sono solo sostenitori fedeli di Thaksin, ma anche gruppi e persone che vogliono cambiare il sistema “elitista” del governo tailandese.

La protesta a Udon. Foto di anonymost

La protesta a Udon. Foto di anonymost

Le camicie rosse chiedono le dimissioni del Primo Ministro Abhisit Vejjajiva la cui elezione ritengono illegittima e antidemocratica. Inoltre chiedono che il Primo Ministro sciolga il parlamento e indica nuove elezioni.

Negli scorsi due mesi le camicie rosse hanno mobilitato migliaia di sostenitori per protestare nelle strade di Bangkok. Poi, circa una settimana fa, è scoppiata la violenza [it] quando il governo ha ordinato il blocco dei campi di protesta e la repressione dei dissidenti. Il governo ha incolpato i “ribelli-terroristi” [it] per la crescente tensione e violenza a Bangkok.

Basta morti

Il blogger Jotman sta raccogliendo i tweet con le reazioni agli eventi di ieri. Qui di seguito altri commenti su Twitter

Bameecutie: LA MIA CITTÀ È ANDATA! Qualcuno di quei fanatici pagherà per questo… ? NON LO FARANNO! E ho sentito che stanno ancora bruciando Siamsquare…
PRA3WA_P: @toeytoeyy Ma non solo Bangkok. Stanno bruciando pneumatici in mezzo alla strada vicino casa mia. Dovresti venire qui a vedere la zona di guerra
pippopunkie: Un negozio d'oro nel mio vicolo è stato completamente bruciato… ecco da dove veniva l'odore di bruciato ieri… :(
slmackley: RT @paisal_nt: Thai PBS: Ancora in fiamme Siam Square, Big C Rajdamri, Bangkok Bank Saphan Luang mentre i ribelli si scontrano con le autorità
iBangkok: Mi chiedo dove siano tutti i vigili del fuoco, non ne ho visti molti in quei video del Central World in fiamme…
dvanpelt: Due grandi pennacchi di fumo stamattina a Din Daeng e Ratchaprasong. Odore di pneumatici bruciati nell'aria. Bangkok
nunid880517: Tanta gente sta morendo, tanti posti sono in fiamme e non posso fare niente per salvare e proteggere la mia amata casa ;(
tulpin: Sento odore di bruciato dappertutto in questa zona, non riesco a capire da dove viene.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.