chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Iran: blogger e attivista rischia la pena di morte per “comportamento ostile a Dio”

Shiva Nazar Ahari

Cresce il timore che Shiva Nazar Ahari [en come tutti gli altri link, salvo dove diversamente indicato], attivista dei diritti umani, blogger e animatrice dell'organizzazione iraniana Comitato dei giornalisti dei diritti umani, al momento detenuta, possa essere accusata di moharbeh [muovere guerra a Dio, nemica di Dio] nel processo che l'attende.

In Iran questo genere di accusa può significare la pena di morte.

L'avvocato di Shiva Nazar Ahari, Mohammad Sharif, ha espresso la preoccupazione che nel corso del processo potrebbe, appunto, emergere il reato di moharebeh, che nel Paese rappresenta un'accusa molto grave.

Nazar Ahari è stata arrestata il 14 giugno 2009 nel suo ufficio. Dopo aver trascorso 102 giorni di detenzione, venne rilasciata il 23 settembre 2009 dietro il pagamento di una cauzione di 200.000 dollari. Di quei 102 giorni ne trascorse 33 in isolamento. È stata poi arrestata una seconda volta, il 20 dicembre 2009, e da allora non è più uscita dal carcere, mentre le autorità non hanno mai spiegato il motivo del suo arresto.

Sembra che il nuovo processo sia stato fissato al prossimo 4 settembre.

“Non lascerò l'Iran”

In questo breve filmato, che ritrae Nazar Ahari dopo il rilascio seguito al primo arresto, la donna dice che resterà in Iran ad ogni costo poiché – afferma – è proprio nel suo Paese che la sua attività riveste grande importanza e significato.

Di seguito una foto che mostra Nazar Ahari durante la sua attività di volontaria per un'associazione che sostiene i ragazzi di strada e i lavoratori bambini.

Shiva Nazar Ahari

Il blogger iraniano Arman Sabz scrive [fa]:

Se lei è un nemico di Dio, allora chi sarà il prossimo… Un giorno diranno lo stesso di noi… Se aspettate che arrivi qualche super-eroe a cambiare il nostro destino, alla fine sbatteranno in galera tutti noi e i nostri cari.

Un altro blogger, Azad Bashim, aggiunge [fa] che Shiva è in grave pericolo, nonostante le accuse siano prive di fondamento e la sua resistenza a ogni pressione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.