chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cina: esami di ammissione universitari e i grandi problemi del sistema educativo

Il 7 giugno 2013, gli studenti cinesi delle scuole superiori hanno affrontato l'esame annuale di ammissione all’ università [en], sperando di ottenere un posto in un'università importante attraverso il test – un privilegio visto da molti come un passaporto per il successo futuro.

Conosciuto come Gaokao (高考), l'esame dura 2-3 giorni, dipende dal luogo in cui si tiene, ed è uno strumento di determinazione nell'ammissione universitaria, quest'anno ci sono stati ben 9 milioni di esaminandi.

Come gli altri anni, giornali e trasmissioni TV sono stati inondati da servizi particolareggiati sul Gaokao, da quelli sui ritardatari al test [zh, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], al divieto del reggiseno [en] introdotto per impedire di copiare, alla perdita delle card con le credenziali degli studenti. Ciò che si è sorvolato comunque è il problematico sistema di istruzione superiore cinese, in cui si vanno a riporre tutte le speranze degli esaminando del Gaokao.

 

Anxious parents wait outside the exam site in China's eastern Fujian province( Screen grab from Youku .)

Anxious parents wait outside the exam site in China's eastern Fujian province (Screen grab from Youku)

Il grande balzo in avanti nell'istruzione superiore

 

Nel 1999 il governo cinese ha cominciato a creare piani ambiziosi, per garantire il capitale umano necessario al decollo economico ed alla stimolazione della stagnante domanda interna, espandendo l'accesso all'istruzione superiore. Solo quell'anno il numero degli studenti universitari cinesi è lievitato di 4 milioni, dai 3.4 milioni degli anni precedenti, come mostrano i dati del Ministero dell'Istruzione.

Adesso 37 milioni di studenti stanno studiando in circa 2,400 università del paese, rendendo il sistema di istruzione superiore cinese il più grande del mondo.

Anche se l'espansione del sistema ha permesso a più persone di entrare nelle università, la rapida impennata del numero degli studenti non è più una notizia positiva.

Secondo il Beijing Evenning News, il Ministero dell'Istruzione ha ammesso pubblicamente del 2008, la sventurata natura dell'aumento del tasso di iscrizioni. Una delle conseguenze è stata lo sforzo derivato nelle risorse all’ insegnamento, a causa del pullulare degli studenti nei campus universitari. In un articolo del 2009, il giornale portavoce del governo, il Quotidiano del Popolo, è intervenuto sulla questione, elencando vari problemi come il declino della qualità accademica, un sistema sbilanciato nel rapporto studente-insegnante, e la sfida aperta per le assunzioni.

La crescente pressione nel trovare lavoro dopo gli studi, in particolare, è una situazione dolorosa vissuta da molti. Il numero record di studenti universitari che devono laurearsi quest'estate è di 7 milioni. Con altri 2.5 milioni non-ancora laureati che cercano un impiego, Du Yubo, il vice ministro dell'Istruzione, ha messo in guarda sull’ enorme sfida dei laureati nel trovare lavoro. Il Global Times ha riportato [en] che circa il 70% degli studenti laureandi quest'anno rimarranno disoccupati.

Corruzione e frodi accademiche

Negli ultimi anni la Cina ha avuto una valanga di casi di corruzione [en] nelle università più importanti, sottolineando disfuzioni amministrative che stanno erodendo l'integrità di molti istituti di istruzione superiore.

I media e gli analisti hanno attribuito il fenomeno all'ondata dell'espansione di infrastrutture scolastiche, sulla scia della proliferazione delle iscrizioni universitarie. I progetti di costruzione di infrastrutture, per accogliere un maggior numero di studenti, sono stati spesso sfruttati dallo staff universitario per ricavarci guadagni e finanziamenti illegali.

Durante i due mesi in cui hanno dominato tra gli esami nazionali di ammissione universitaria, è successo che tre università tra le più importanti della provincia sud-occidentale del Sichuan sono state messe sotto indagine per violazione di gravi principi. I servizi dei media hanno ritenuto come causa di questa cattiva condotta l'ambito della gestione finanziaria.

A maggio 2013, Zhou Wenbin, capo della Università di Nanchang, in Cina centrale, è stato indagato per gravi violazioni disciplinari. L'università ha costruito il suo nuovo campus nella periferia della città nei primi anni 2000, coprendo un'area di 2 milioni di metri quadri. Sono per l’entrata dell'istituto, chiamata scherzosamente dai netizen “entrata dell’ Asia”, si dice che la costruzione sia costata 3 milioni di yuan, circa mezzo milione di dollari.

Il governo cinese ha presieduto all'appuntamento con i vertici dell'università, dipingendoli come ufficiali semi-governativi che certe volte mettono prima il potere burocratico e i privilegi, che l'integrità.

Un altra questione pressante delle affascianti università del paese è la diffusa impotenza accademica, con un gran numero di casi di plagio nelle tesi e di frodi accademiche, già venute alla luce in passato. Uno studio del professor Shen Yuan, dell'Università di Wuhan, mostra che scrivere tesi per conto di terzi, nel 2009 è stato un business di circa un miliardo di yuan, e il 70% delle tesi pubblicate sono state plagiate.

Una tendenza che sta diventando inverosibilimente sempre più facilitata, anche se le autorità hanno giurato di punire questi comportamenti. Tutti gli studenti laureandi in Cina, devono finire con una tesi accademica nel loro ultimo anno, che contenga circa 8,000 parole, e lo staff degli insegnanti spesso si affretta a pubblicare le tesi per salire nelle classifiche.

 

Molte strade sono possibili

Certamente la laurea di primo livello [in Cina, la nostra laurea triennale dura in realtà 4 anni, NdT] è stata svalutata quando le università hanno iniziato a sfornare tantissimi laureati, ma il suo significato –è un requisito minimo per qualificarsi tra i lavori dei “colletti bianchi” [it] rispetto a quelli dei “colletti blu”– probababilmente continuerà ad essere invariato nei prossimi decenni.

Allo stesso tempo, il numero di studenti che si sono registrati per sostenere il Gaokao è stato in declino per 5 anni consecutivi, come riportano i media. Un numero crescente di studenti sta guardando alle università estere o sceglie di cercare lavoro dopo essersi diplomato alla scuola superiore.

Siccome la Cina è più che determinata a mantenere il suo impulso economico, e a consolidare la sua innovazione, il dibattito sulla gioventù cinese, sul suo ampio sistema di istruzione superiore, e il meccanismo di selezione dei talenti, non scomparirà dal dibattito pubblico.

L'utente Nothing De Feinini fa una riflessione sul sistema del Gaokao su Sina Weibo, il Twitter cinese:

高考考生人数连年递减 可是高校却年年扩招 这是什么规律 虽说在教育机构泛滥存在的时候来点考验是不错 适者生存 质量提高 但是资金空间浪费太严重了吧 是否过几年高考会成为一种象征式考核手段 之后教育机构就可以利用诸多名义从学生身上榨取经费维持生存或者腐败横生

C'è stata una decrescita continuativa del numero degli studenti che si sono sottoposti agli esami di ammissione all'università, ma tutte le università hanno incrementato le loro iscrizioni, Perchè? In un'epoca in cui ci sono tantissime, troppe, agenzie preposte all'educazione, è razionale usare dei test per promuovere la competizione e la qualità, ma poi quanto pesantemente vengono sperperati i soldi? (Mi chiedo) se gli esami di ammissione all'università non stiano diventando solo una modalità simbolica di test? E se le agenzie guadagnassero soldi dagli studenti per sostenersi, o la corruzione fosse dilagante.

Taotao De Yulu, un presentatore della provincia orientale dello Zhejiang, si è lamentato dicendo:

 三年前,我写过一篇文章《高校扩招带给国家和民族的是灾难》。结果被毙了,说我发布不实信息。那现在呢?后果已经慢慢显现了,大学生越来越多,素质越来越低,就业压力越来越大,中国到底是怎么了?难道非得这么浮躁么?难道非要GDP全球第一么?就算第一了,老外还是看不起你,因为只是一个暴发户。

Tre anni fa ho scritto un articolo intitolato ‘il drastico aumento delle iscrizioni all'università porterà la nostra nazione e le persone al disastro’. Fui dipinto come qualcuno che voleva disseminare ‘false informazioni’. E adesso? Le conseguenze iniziano lentamente a comparire, vengono sfornati sempre più studenti universitari la cui qualità sta sempre più peggiorando, l'assunzione è sempre più complicata, che succede in Cina? è una nazione così impetuosa? Abbiamo veramente come scopo quello di essere al top tra i PIL mondiali? Gli stranieri non ti rispetterebbero comunque perchè sei migliore di “un nuovo ricco”.

Liangyuan Yinzhe, della citta meridionale di Guangzhou, scrive:

大学扩招的必然结果;且大学教育千篇一律,一向向社会输入既非综合型又非技能型更非其他更高层次的人才,因而缺乏多元化,就业方面自然就会扎堆,此外,随着社会发展,机会越来越多,不再仅限于大学生,这当然会形成竞争,初出茅庐的学生竞争力当然会小了许多。

An inevitable outcome of university enrollment expansion: University education all become alike, what they offer to society is neither well-rounded talents, skill-oriented graduates, nor high-end talents, becasue of a lack of diversity, people tend to look for job in similar industries, besides, as the society develops, opportunities are not only available to university students, which creates (more) competition, young and inexperienced students will of course lack competitiveness.

Il risultato inevitabile dell'espansione delle iscrizioni universitarie: l'istruzione universitaria è diventata tutta uguale, quello che offrono alla società non sono dei talenti ben inquadrati, laureati con competenze specifiche, ne tanto meno talenti di fascia alta. A causa di mancanza di diversità, le persono tendono a cercare lavori in industrie analoghe, e nel mentre, la società si sviluppa, le opportunità non sono disponibili per gli studenti universitari, che creano ancora più competizione, e ai giovani ed inesperti studenti manca naturalmente la competitività.

La rivista ‘China reform’ scrive sul suo account di Weibo:

文史学者艾青椒:高校青年教师在学术链条中处于低端位置,普遍将自己归位在社会中下层,充满挫败感和下行感。他们生活在由刚性的课题管理体制和柔性的父权式人际结构构成的学院文化之中,要实现学术和精神上的双重突围何其困难?

Ai Qingjiao, studente umanistico: i giovani insegnanti delle università sono il gradino basso della catena accademica, si vedono lavoratori della classe medio-bassa, sono frustrati e hanno la sensazione di essere in declino. Vivono in una istituzione culturale che è un sistema rigido, di direzione tesi, con una cultura unversitaria che ha relazioni interpersonali patriarcali. E’ così difficile spezzare il dilemma degli accademici e il loro stato d'animo?

Zhang Min, uno schietto professore di scienze politiche dell'Università del Popolo di Pechino, scrive sul suo microblog su Tecent:

大学里弥漫着功利主义,拜金主义。学生不在乎正义,不在乎权利,对所有的事情,都躲着走。他们不相信上面的说教,但也不追求自由。大学教育,正在把他们培养成为一心一意的利己主义者。

Gli universitari sono riempiti di utilitarismo e di adorazione per il denaro. Agli studenti non importa della giustizia e dei diritti, e evitano di affrontare di petto i problemi. Non credono nell'insegnamento dall'alto, e non inseguono nemmeno la libertà. L'istruzione universitaria li ha resi dei risoluti egoisti.

Jack Hu ha aiutato nella traduzione dei post tratti da Weibo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.