chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Myanmar: viaggio nella pittoresca ma poverissima provincia di Chin

La città di Tedim che si affaccia tra le nuvole. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

La città di Tedim che si affaccia tra le nuvole. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Questo articolo [en] di Pyay Kyaw è stato pubblicato originariamente su The Irrawaddy, un sito di informazione indipendente, e viene ripubblicato su Global Voices come parte di un accordo per la condivisione dei contenuti.

Nonostante la sua bellezza naturale incontaminata, i cattivi trasporti rappresentano un serio ostacolo per lo sviluppo dello Stato Chin [it]. Chiunque l'abbia visitato, soprattutto durante la stagione delle piogge, lo sa bene.

Quando arrivano le piogge le frane sono una piaga che affligge lo stato, di per sé povero. I veicoli slittano spesso mentre serpeggiano per le sporche strade della regione montagnosa nel Myanmar nord occidentale. Strade talmente strette che a malapena permettono il passaggio di un'auto, sono intasate da file di macchine per ore, finché il traffico non si smaltisce.

A quasi 2.500 metri sul livello del mare, i passanti possono godere della vista delle montagne maestose avvolte dalle nuvole, ma anche lo spaventoso posto dove i veicoli giacciono ribaltati nelle strade fangose o nelle colline dopo un incidente. Per chiunque viaggi con un furgoncino, è inevitabile ritrovarsi a spingere il veicolo con il fango fino alle ginocchia o finire con l'essere trainati.

La distanza tra Kalay e Tedim è di circa 95 chilometri, ma per percorrere questa distanza possono essere necessarie 12 ore a causa della pioggia, delle frane e degli incidenti stradali. Il famoso lago a forma di cuore, il Reed Lake, si trova a circa 32 chilometri da Tedim e vicino alla frontiera tra l'India e la Birmania. Dal ponte, che connette i due paesi per ragioni commerciali, è possibile vedere delle differenze impressionanti: immerso nelle luci del tramonto, lo stato indiano del Mizoram è illuminato, mentre nella città birmana di Rihkhawdar soltanto un flebile bagliore luccicante illumina la notte del Myanmar.

Il famoso lago a forma di cuore, il Reed Lake. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Il famoso lago a forma di cuore, il Reed Lake. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Un uomo che va in canoa sul Reed Lake. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Un uomo che va in canoa sul Reed Lake. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Una jeep in viaggio da Kalay a Tedim. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Una jeep in viaggio da Kalay a Tedim. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Un camion merci al valico di confine mentre viaggia verso Rihkhawdar, una città birmana di confine vicino allo stato indiano di Mizoram. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Un camion merci al valico di confine mentre viaggia verso Rihkhawdar, una città birmana di confine vicino allo stato indiano di Mizoram. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Un camion ribaltato sulla strada che va dal Reed Lake a Tedim. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Un camion ribaltato sulla strada che va dal Reed Lake a Tedim. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Persone che aspettano lo sgombero della strada per poter raggiungere Rihkhawdar, una città di confine della Birmania vicino allo stato indiano di Mizoram. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Persone che aspettano lo sgombero della strada per poter raggiungere Rihkhawdar, una città di confine della Birmania vicino allo stato indiano di Mizoram. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Operai che spingono dei carri merci verso lo stato indiano di Mizoram attraverso il ponte di confine che connette l'India a Myanmar. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Operai che spingono dei carri merci verso lo stato indiano di Mizoram attraverso il ponte di confine che connette l'India al Myanmar. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Scolari che ritornano a Myanmar passando per il ponte di confine prima della sua chiusura. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

Studenti che ritornano in Myanmar passando per il ponte di confine prima della sua chiusura. Foto e didascalia: Pyay Kyaw / The Irrawaddy

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.