chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Nuove proposte per rendere le terme giapponesi più aperte alla comunità LGBT

transgender bath beppu japan

Le persone che si identificano come maschi godono di un bagno transgender a Beppu, in Giappone. Screencap da NHK / YouTube

La “capitale delle sorgenti termali” del Giappone sta cercando di trovare modi per rendere uno dei passatempi più popolari del paese più inclusivo per le persone che si identificano come LGBT, quando la maggior parte dei bagni pubblici sono segregati secondo il sesso “maschio” o “femmina”.

Il Rainbow Furoject [jp, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] (‘furoject’ è un composto della parola giapponese per ‘bagno’, ofuro , お 風 呂, e progetto’) è un'iniziativa della città di Beppu [en], situata nella prefettura di Oita, sull'isola sud-occidentale giapponese del Kyushu.

Il 1° maggio 2018, quaranta persone, tra cui membri della comunità LGBT e residenti di Beppu, si sono riunite in un resort termale gestito dal comune per fare il bagno insieme e scambiare idee per rendere più facile alle persone che si identificano come LGBT la possibilità di fare il bagno nelle sorgenti calde in Giappone.

Il #RainbowFuroject è stato trasmesso la scorsa notte a tarda ora su #TenGoChan (NHK Ten5 o Channel 1.5) è stato grandioso.

Per aiutare a rispondere alla domanda “cosa possiamo fare per assicurarci che qualcuno possa godersi un tuffo in una sorgente termale?”, invece di dividere i bagnanti (per genere), i partecipanti hanno escogitato tre modi per organizzare i bagnanti per soddisfare ogni sesso: come ci si considera al di “fuori”, come viene riconosciuto il proprio sesso nei documenti ufficiali e con quale sessualità ci si identifica.

Secondo gli organizzatori dell'evento, è difficile per molti membri della comunità LGBT goderr facilmente del bagno in comune, specialmente per quelli che si identificano come transgender, e non sempre in base al binomio maschio/femmina. Le terme e i bagni pubblici in Giappone sono quasi sempre segregati in bagni “maschili” e bagni “femminili”, senza alcun riconoscimento della fluidità di genere.

Fare il bagno nelle terme o nei bagni pubblici è una parte importante della cultura giapponese. Si stima che ci siano almeno 27.000 sorgenti calde siano aperte in Giappone, e 3.500 di queste sono nella prefettura di Oita, più di ogni altra. Le città termali come Beppu, che ospitano gruppi di hotel per tutti i gusti e tutti i budget, sono state mete di vacanza popolari in Giappone da almeno mille anni.

Inoltre, molti comuni gestiscono anche bagni pubblici termali per la gente del posto, per rilassarsi e fare un tuffo, in genere con familiari, amici o colleghi.

Beppu-shi - 別府市

Beppu-shi – 別 府 市” dell'utente di Flickr Thomas. Le piogge di vapore provengono dai vari hotel termali della città. Licenza immagine: CC BY-NC 2.0.

Beppu, nella prefettura di Oita, una delle più famose città termali [en] del Giappone, ha costantemente sperimentato diverse strategie per attirare i visitatori, tra cui la creazione di un parco tematico per vasche [en] e il lancio di una campagna di pubbliche relazioni per il resort che prevedeva i nuotatori olimpici sincronizzati che si impadronivano di un bagno termale [en].

Il 1° maggio, LGBT Furoject è stato ospitato da Kitahama Onsen Termas, una sorgente calda ad uso diurno gestita dalla città. L'evento è stato coperto dal canale specializzato TenGo, che fa parte di NHK, la televisione pubblica giapponese; e Oguni Shiro, un produttore e editorialista della NHK ha partecipato e coperto l'evento per Forbes Japan.

Durante il giorno, le sessioni di balneazione sono state organizzate su tre temi: come i bagnanti sono presenti esteriormente, indipendentemente dal loro genere alla nascita; secondo il sesso designato nella loro identificazione ufficiale del governo; e secondo come identificano la loro sessualità.

Il risultato è stato che i partecipanti hanno avuto la possibilità di esplorare e capire come le persone transgender e non binarie [it] sperimentano bagni termali in Giappone, dove i bagnanti devono generalmente scegliere di fare il bagno nel reparto “maschio” o “femmina”. Durante il giorno, i locali di Beppu hanno avuto l'opportunità di condividere il bagno e di stringere amicizia con i membri della comunità LGBT invitati a partecipare all'evento.

L'obiettivo della giornata era che il gruppo presentasse alcuni modi per rendere il bagno di gruppo in Giappone più inclusivo, per le persone di tutti i generi. Secondo quanto scrive Oguni Shiro su Forbes, alcune idee per rendere i bagni più compatibili alla comunità LGBT, piuttosto che segregare i bagni tra “maschi” o “femmine”, potrebbe essere la divisione dei bagnanti in base al gruppo sanguigno (un concetto importante in Giappone [en]).

Altre idee includevano la segnaletica che indicava una struttura di balneazione come “LGBT friendly”, come gli stabilimenti che in Giappone sono identificati come “pet-friendly” o “tattoo friendly” (le persone con tatuaggi sono generalmente non accettate nei bagni pubblici [en] in Giappone). Un'altra idea è che le località termali dovrebbero assumere in modo proattivo membri della comunità LGBT per contribuire a rendere la balneazione più inclusiva.

Oltre a fornire l'opportunità di discussione di idee, il Furoject del 1° maggio ha anche permesso ad alcuni partecipanti di prendere parte ad un passatempo per eccellenza giapponese: fare il bagno in pubblico.

Intervistato da NHK, un partecipante e bagnante, un uomo che aveva subito un intervento chirurgico di riassegnazione di genere, ha detto che in genere poteva solo fare il bagno sia molto presto al mattino o tardi la sera, quando c'erano meno persone nel bagno che potevano osservalo.

Un altro partecipante ha detto:

「(体女性、心男性の)トランスジェンダーの自分が男湯にはいっても『違和感ないよ』って言ってくれた。広いお風呂に入ったのは13年ぶり。すごく嬉しかった!」

“(Come uomo che è stato assegnato al genere femminile alla nascita), quando ho fatto il bagno dalla parte degli uomini (al Furoject di Beppu il 1° maggio), nessuno si è sentito a disagio. Questa è la prima volta che entro in un bagno comune in 13 anni. Sono stato così felice! “

L'intero programma NHK TenGo sull'evento può essere visualizzato su YouTube a questo link (in giapponese), mentre il vlogger di YouTube Kazue-chan ha anche partecipato all'evento e realizzato un video blog (in giapponese).

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.