chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

‘Gabbie’ la chatbot automatica che aiuta le vittime di molestie sessuali nelle Filippine

Pagina Facebook di Gabbie.

Questa è Gabbie, [en, come tutti i link seguenti] una chatbox di Facebook Messenger che aiuta i filippini a deunciare incidenti di violenza o molestia sessuale. Gabbie è il progetto di Gabriela, un gruppo di donne filippine.

Oltre 10.000 donne tra i 15 ai 49 anni hanno vissuto varie forme di abuso fisico e sessuale nel 2012. La polizia ha registrato più di 23.000 casi di donne con ferite fisiche e 1.897 casi di stupro nello stesso periodo. Tutti i dati arrivano da un sondaggio del 2013 condotto dall'Autorità Statistica Filippina.

Tramite Gabbie, Gabriela spera di istruire le vittime ed incoraggiarle a denunciare la violenza che hanno subito alle autorità.

Ecco come funziona: quando una persona manda un messaggio a Gabbie, viene chiesto a lei o lui se è una vittima di aggressione o molestia, oppure se vuole semplicemente sapere di più sulla violenza sessuale. Gabbie è programmata con informazioni sulle leggi filippine e la violenza contro le donne.

Se l'utente vuole presentare una denuncia contro il suo/sua molestatore/molestatrice, Gabbie farà varie domande sull'incidente e le risposte verranno riunite in un modulo che l'utente può scaricare o inviare ad avvocati, dipartimenti risorse umane o agenzie governative. Esiste inoltre la possibilità di inoltrare la denuncia a Gabriela.

L'utente Facebook Lovely Ramos ha provato lo strumento e l'ha trovato educativo e comodo da usare. In basso trovate alcuni screenshot che ha scattato quando ha mandato un messaggio a Gabbie.

Dopo che un utente ha identificato il tipo di molestia con cui lui o lei hanno avuto a che fare, Gabbie fornirà informazioni di base, incluse le leggi a riguardo. Gli screenshot provengono dalla pagina di Facebook di Lovely Ramos.

Nella mia conversazione via mail con Joms Salvador di Gabriela, lei ha spiegato come Gabbie li stesse aiutando nella loro campagna per fornire servizi alla vittime di molestia sessuale:

Gabbie provided an additional platform for victims of sexual harassment to reach out to GABRIELA and for us to respond to specific situations where for example….Facebook is more accessible or convenient to them compared to phone or face-to-face counseling. Gabbie also served to complement our direct services to a growing number of victims even as we are faced with limited institutional staffing and volunteers.

Gabbie ha fornito una piattaforma aggiuntiva per vittime di molestia sessuale per raggiungere GABRIELA, e in modo che noi possiamo rispondere a situazioni specifiche dove per esempio… Facebook è più accessibile o comodo per loro rispetto al telefonare o all'assistenza faccia a faccia. Gabbie è stata utile anche per integrare i nostri servizi diretti ad un numero crescente di vittime anche se ci troviamo di fronte a personale istituzionale e volontari limitato.

Salvador ha aggiunto che Gabbie è inoltre destinata a raggiungere studenti e altri giovani utenti di internet:

Gabbie is almost a year old but she still has a lot of potential in further expanding our services to victims of sexual harassment and in educating the public about women’s rights. We are hopeful that through Gabbie, we can reach out more to young women, who are statistically the segment of the female population more vulnerable to sexual harassment, and who are more exposed to digital media.

Gabbie ha quasi un anno, ma ha ancora tanto potenziale per espandere ulteriormente i nostri servizi per le vittime di molestie sessuali e per educare l'opinione pubblica sui diritti delle donne. Speriamo che attraverso Gabbie potremo raggiungere sempre più giovani donne, che statisticamente sono il segmento della popolazione femminile più vulnerabile per quanto riguarda le molestie sessuali, e che sono più esposte ai media digitali.

Dal suo lancio nel novembre 2017, Gabbie è stata presentata in diversi telegiornali ed è stata promossa nelle scuole, nei municipi, e nelle stazioni ferroviarie.

Gabriela ha inoltre intenzione di rendere Gabbie più multilingue, dato che per il momento, parla solo inglese. Gabriela prevede inoltre di promuovere Gabbie tra i lavoratori filippini all'estero:

If we could improve on Gabbie’s program, she also has the potential further reach out to a growing number of overseas Filipino workers who may also be experiencing sexual harassment and are searching for information.

Se potessimo migliorare il programma di Gabbie, potrebbe anche riuscire a raggiungere un crescente numero di lavoratori filippini all'estero che potrebbero essere vittime di molestie sessuali e che sono in cerca di informazioni.

Si stima che 12 milioni di filippini vivono e lavorano al di fuori delle Filippine.

Sebbene questo strumento renda più facile per i cittadini filippini trovare in rete informazioni sulle molestie sessuali e l'aggressione, solleva preoccupazioni sulla privacy e la sicurezza. Gabbie è stato progettato per rispettare la legge sulla privacy dei dati del paese e si impegna a proteggere tutte le informazioni fornite dai suoi utenti. Tuttavia la protezione dei dati degli utenti di Gabbie dipende ancora dalle infrastrutture digitali dell'applicazione Facebook Messenger, e le pratiche generali di archiviazione e gestione dati di Facebook.

Facebook è stato accusato in varie occasioni di compromettere i dati dei suoi utenti. Recentemente, a settembre 2018, la compagnia ha rivelato che almeno 50 milioni di account sono stati risultati vulnerabili ad un bug tecnico che consentiva agli aggressori di accedere a tutte le informazioni dell'utente, includendo potenzialmente conversazioni private come quelle che offre Gabbie. Ad aprile 2018, le informazioni personali di almeno 1.8 milioni di filippini potrebbero essere state compromesse, come parte dello scandalo sugli abusi dei dati di Cambridge Analytica. Infatti, la Commissione Nazionale per la privacy filippina ha scritto una lettera a Facebook poco dopo, chiedendo trasparenza e cooperazione nel controllo della condivisione non autorizzata dei dati personali degli utenti filippini di Facebook.

Ciò nonostante, Facebook rimane l'applicazione di messaggistica più popolare nelle Filippine, rendendo Gabbie un approccio efficace anche se imperfetto alla divulgazione della conoscenza delle modalità per affrontare le molestie sessuali o un'aggressione. Mentre Gabbie compie un anno il mese prossimo, Gabriela dovrebbe cercare modi più forti e più sicuri per proteggere la privacy dei propri utenti massimizzando la sua popolarità e la sua portata.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.