chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Nuova rete di giornalisti promette di promuovere la libertà di stampa e i media indipendenti in Cambogia

Membri della Cambodian Journalists Alliance durante il lancio dell'evento. Fonte: Facebook.

Più di 200 partecipanti hanno preso parte al lancio [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione] della Cambodian Journalists Alliance (CamboJA) il 13 dicembre 2019 nella capitale Phnom Penh.

CamboJA mira a promuovere la libertà di stampa, la libertà di espressione e la professionalità nel settore dei media in Cambogia.

È una rete associativa di giornalisti registrati presso il Ministero dell'Informazione del governo. Ora ha quasi 100 membri che sono freelance, parte dello staff e persino giornalisti locali.

L'idea di creare una rete di giornalisti è nata da un incontro organizzato nel febbraio 2019, quando 20 giornalisti professionisti hanno discusso della situazione dei media e delle problematiche affrontate dai giornalisti in Cambogia. Hanno concordato di tenere un incontro settimanale al fine di pianificare la formazione di CamboJA.

Nop Vy, presidente del consiglio di amministrazione di CamboJA, ha sottolineato gli obiettivi del network attraverso un'intervista via e-mail a questo autore:

We plan to improve professionalism through capacity building, raise awareness about the code of ethics, and provide technical support and training to local media.

Intendiamo migliorare la professionalità attraverso lo sviluppo di capacità, sensibilizzazione sul codice etico e supporto tecnico e formazione ai media locali.

Nop Vy, che fa anche parte del Centro cambogiano per i media indipendenti, ha menzionato l'importanza di proteggere i media indipendenti:

We are going to monitor and document the cases of violence against the work of journalists. We will address the lack of access to independent information from Cambodia through the development of a new news media platform. We will also provide legal and mental health support to journalists in order to assure their safety and well-being.

Monitoreremo e documenteremo i casi di violenza contro il lavoro dei giornalisti. Affronteremo la mancanza di accesso a informazioni indipendenti dalla Cambogia attraverso lo sviluppo di una nuova piattaforma di mezzi di informazione. Forniremo inoltre supporto legale e di salute mentale ai giornalisti al fine di garantirne la sicurezza e il benessere.

È stato inoltre lanciato il sito internet di notizie che conteneva storie di giornalisti che affrontano minacce e persecuzioni.

I media della Cambogia hanno incontrato difficoltà negli ultimi anni dopo che il governo di Hun Sen, al potere da oltre tre decenni, ha accusato diverse emittenti radiofoniche e di notizie indipendenti su questioni relative a licenze e tasse. I critici hanno affermato che ciò equivale a una repressione delle notizie indipendenti.

Un altro caso rilevante legato alla libertà di stampa è l'accusa di spionaggio presentata contro due ex reporter di Radio Free Asia. Gruppi mediatici dentro e fuori la Cambogia hanno spesso citato il caso per ricordare al governo di smettere di criminalizzare il lavoro dei giornalisti.

I gruppi della società civile hanno accolto con favore il lancio di CamboJA.

Partecipate al lancio della Cambodian Journalist Alliance (CamboJA). Auguro alla nuova alleanza tutto il meglio nei loro sforzi per ripristinare la fiducia nei media e migliorare la professionalità, la neutralità e l'indipendenza per il settore dei media e dei giornalisti.

Chak Sopheap del Centro cambogiano per i diritti umani ha lodato l'istituzione di CamboJA, pur rilevando alcune delle sfide che il settore dei media deve affrontare:

The introduction of CamboJA is therefore a vital progression for independent journalism. I wish to congratulate CamboJA on their launch and the quality of the work they are already producing. While CamboJA may begin to fill some of the gaps in Cambodia’s free media, the gaps remain numerous and cavernous. Our free press is insufficiently protected and is under constant threat. The use of the courts to harass journalists is an unacceptable tactic to silence and threaten those who speak critically about the government and it must be stopped immediately if we are to protect our fundamental right to free speech.

L'introduzione di CamboJA è quindi una progressione vitale per il giornalismo indipendente. Desidero congratularmi con CamboJA per il loro lancio e la qualità del lavoro che stanno già producendo. Mentre CamboJA potrebbe iniziare a colmare alcune lacune dei media gratuiti della Cambogia, le carenze rimangono numerose e cavernose. La nostra stampa gratuita non è sufficientemente protetta ed è costantemente minacciata. L'uso dei tribunali per molestare i giornalisti è una tattica inaccettabile per mettere a tacere e minacciare coloro che parlano in modo critico del governo e deve essere immediatamente fermata se vogliamo proteggere il nostro diritto fondamentale alla libertà di parola.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.