chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Mentre la costa occidentale degli Stati Uniti brucia, false voci si diffondono sui social media cinesi

Screenshoot del video via Tire and Fire.

Sui social media cinesi, tra cui Twitter, Weibo e WeChat, si stanno diffondendo voci false secondo cui gli incendi che devastano la costa occidentale degli Stati Uniti sarebbero stati causati dal Partito Comunista Cinese (PCC).

Un video che mostra le fiamme sparate da un elicottero viene presentato come prova concreta a sostegno della falsa affermazione, che si è diffusa su Twitter e altre piattaforme di social media tra i dissidenti politici cinesi. Questo post del video ha ricevuto oltre 4000 retweet [zh]:

l drone spia del CCP è stato catturato. Il 9 (di settembre), i funzionari dell'FBI hanno rivelato che l'indagine dell'Ufficio per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha dimostrato che l'incendio si è propagato lungo la costa occidentale e si è propagato lungo le autostrade della foresta. La casa del cinquantasettenne cinese americano Li Jianjun, emigrato negli Stati Uniti da 20 anni, è stata perquisita. Un video è stato trovato sul suo computer. La registrazione GPS sulla sua auto mostra che all'inizio di agosto si è recato più volte nel quartiere dei pompieri. La guerra senza restrizioni del CCP ha un ROI (Return on Investment) estremamente elevato – investendo 10 mila dollari, può costare 10 miliardi di dollari di danni. Assassinii e distruzioni sono solitamente confezionati come conflitti personali.

Diverse organizzazioni per la verifica dei fatti in lingua cinese hanno smentito [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] l'affermazione.

Il video è stato originariamente pubblicato da un sito di notizie automobilistiche chiamato Tire Meets Road come parte di un articolo sull’ “eli-torcia”, un dispositivo di accensione appeso a un elicottero che disperde grumi di benzina gelatinosa accesi. L'eli-torcia è spesso usata per condurre “backburning“, una comune tattica di soppressione degli incendi.

Le informazioni sul cittadino cinese-americano indagato per incendio doloso sono state anche etichettate come non fondate dalle stesse agenzie di verifica dei fatti.

In Cina, lo stesso video, insieme alla stessa infondata affermazione sull'incendio della foresta appiccato dal drone, sta circolando anche su Weibo e Wechat, ma senza riferimento al PCC.

Negli Stati Uniti, ci sono state voci di incendi causati da attivisti di sinistra. Mentre varie organizzazioni di verifica dei fatti, così come l'FBI, hanno chiarito che sono del tutto false, tali affermazioni continuano a circolare sui social media e hanno viaggiato fino in Cina.

Ad esempio, un post popolare su fonti WeChat sostiene il fatto con una storia del sito web di Blue Lives Matter, un movimento pro-polizia che è emerso negli Stati Uniti, come reazione alla Black Lives Matter. Il post su WeChat dice [zh]:

2020年9月第二个礼拜,俄勒冈州警察又拘留了几名正在森林中纵火的武装激进分子……所以你依然相信,大媒体喋喋不休地向你灌输的,美国西海岸连翻大火是由于全球变暖引发的么?

Nella seconda settimana di settembre 2020, la polizia dell'Oregon ha arrestato diversi estremisti armati che stavano dando fuoco alla foresta (…). Credete ancora che le infinite notizie dei grandi media che fanno il lavaggio del cervello sulle cause del cambiamento climatico nella West Coast siano le cause degli incendi boschivi?

Sempre sullo stesso post di WeChat, uno screenshot di Google Maps che mostra quelli che erano i presunti luoghi dell’ incendio lungo la costa occidentale è stato presentato come un'altra prova di incendio doloso. La didascalia dello screenshot dice [zh]:

以下是北美洲西部大火的地图
美国的两个邻国安然无恙
国境线之外根本没有什么大火

Questa è una mappa che indica il fuoco incontrollato della costa occidentale degli Stati Uniti. I due paesi vicini sono intatti. Fuori dal confine degli Stati Uniti non c'è nessun incendio.

La versione inglese di questa affermazione, che utilizza la stessa mappa, ha avuto un'ampia diffusione sia su Facebook che su Twitter. L'organizzazione di verifica dei fatti Snopes ha identificato il fatto reputandolo falso.

‘Guerra senza restrizioni’

Questa particolare tendenza alla disinformazione sembra essere sostenuta da una più ampia narrazione di “guerra senza restrizioni” tra Cina e Stati Uniti, dato che almeno alcuni degli internauti cinesi che hanno postato su di loro hanno usato questo termine (tra cui @zengjieming, @Liudeming, @iamapoldfriend, @niuniu_Liu2 su Twitter).

Unrestricted Warfare” (incendio senza restrizioni) è il titolo di un libro cinese sulle strategie militari scritto nel 1999 da due colonnelli dell’ Esercito di Liberazione Cinese.

Il libro sostiene che la Cina sia in grado di sconfiggere gli Stati Uniti attraverso strategie non militari, come l'economia e Internet. È diventato una lettura popolare in Cina, e le sue idee sono state abbracciate da nazionalisti cinesi.

Da quando la guerra commerciale USA-Cina si è intensificata, il commentariato politico cinese ha sempre più incorporato il termine “guerra senza restrizioni” nel suo discorso sulle relazioni tra i due Paesi.

Su Weibo, i post che fanno riferimento alla guerra con gli Stati Uniti sono abbastanza comuni. L'ultima iterazione di quella conversazione sulla piattaforma riguarda un post bilingue scritto da Zhao Shengye, il fondatore della China Red Hacker Alliance (紅客聯盟 [zh]) – una rete patriottica di hacker, in cui descrive come sarebbe una guerra nucleare tra i due Paesi. L'utente di Twitter @xiaoli_ya ha pubblicato uno screenshot del post di Zhao:

I leader dell'opinione pubblica cinesi vogliono che Cina e Stati Uniti muoiano insieme.

Paradossalmente, le idee di Zhao sono state popolari anche tra i falchi negli Stati Uniti, tra cui l'ex capo stratega di Trump Steve Bannon, che ha citato il libro definendolo come un’ “ispirazione“.

Quando la COVID-19 è arrivata negli Stati Uniti, l'idea della “guerra senza restrizioni” ha fatto il giro del mondo su Twitter, forse più frequentemente dimostrata dall'insistenza di Trump sull'uso del termine “virus cinese”.

Due mesi fa, i misteriosi “semi” inviati anonimamente dalla Cina a persone in almeno 50 Paesi sono stati interpretati da alcuni commentatori come una forma di “guerra senza restrizioni”. La disinformazione sugli incendi della West Coast sembra seguire la stessa strada.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.