chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

La comunità LGBTQI+ festeggia la prima unione omosessuale in Montenegro

Il Montenegro ne ha fatta di strada dai tempi del  2013 SeaSide Pride in Budva, il primo corteo Pride nel paese. Foto da LGBTQ+ Forum Progres, CC BY-NC-SA.

La prima unione omosessuale in Montenegro è stata registrata a Budva [en, come tutti i link successivi, salvo diversa indicazione], una città sulla costa adriatica, il 25 luglio 2021, esattamente dieci giorni dopo l'entrata in vigore di una legge, adottata un anno prima, che legalizza il matrimonio gay.

Il primo giugno 2020, il parlamento del Montenegro ha adottato una legge che regolamenta le unioni tra coppie omosessuali, rendendo il Montenegro il primo paese dei Balcani occidentali a riconoscere legalmente il matrimonio tra persone dello stesso sesso. La legge è entrata in vigore il 15 luglio 2021.

Bojana Jokić. Photo by LGBTQ+ Forum Progres, CC BY-NC-SA.

Subito dopo, Bojana Jokić, la presidente della commissione del LGBT Forum Progress, la prima e la più antica organizzazione LGBTIQ del Montenegro, ha affrontato la questione della disinformazione di natura omofobica [hr], come le accuse che le autorità non sono pronte ad attuare la legge a causa della mancanza di registri appropriati, o come la necessità di un'ulteriore regolamentazione di base. Bojana Jokić ha quindi fatto appello alle istituzioni competenti affinchè completassero l'iter necessario per l'attuazione della legge [hr]:

Nakon toliko godina smo se izborili za ovaj mali korak naprijed i djelimičnu pravnu jednakost, sada nećemo dozvoliti da maliciozna tumačenja pravnih normi dovedu do daljeg prolongiranja ili se zloupotrijebe u političke i druge svrhe.

Dopo tanti anni di lotta abbiamo ottenuto questo piccolo passo avanti e una parziale parità giuridica, e ora non permetteremo che l'interpretazione ambigua delle norme giuridiche si traduca in un ulteriore prolungamento o abuso per scopi politici o altro.

Dieci giorni dopo, le è stato dato ragione. Secondo un articolo del giornale [hr] di Vijesti, “due giovani donne di origini balcaniche che vivono e lavorano all'estero” hanno richiesto la registrazione del loro matrimonio al comune di Budva il 17 luglio.

La coordinatrice del governo locale Milijana Vukotić Jelušić, ha dichiarato che il comune è onorato d'essere la sede di questo evento rivoluzionario.

LGBT Forum Progres ha celebrato l'evento su Twitter [hr]:

Oggi, nel comune di Budva, due donne sono diventate la prima coppia a unirsi legalmente in Montenegro grazie ad una legge approvata solo dieci giorni fa. Auguri alle due donne con tutto il cuore per una vita felice insieme, sperando che questa occasione possa incoraggiare altre coppie omosessuali del Montenegro ad esercitare un diritto consentito dalla legge! Siamo particolarmente orgogliosi del fatto che la prima unione sia stata registrata a Budva, esattamente otto anni dopo il primo corteo Pride tenutosi in questa città.

L'anniversario della marcia del Gay Pride ricorda la strada lunga e difficile che la comunità LGBTQI+ ha dovuto percorrere, considerati gli ostacoli di un paese ampiamente conservatore.

Zdravko Cimbaljevic, il primo uomo a dichiararsi apertamente gay nel Montenegro, ha ricordato su Twitter:

Oggi sono 8 anni dal primo Gay Pride in #Montenegro!

Ho imparato una lezione importante che voglio condividere con tutti voi: Mai sottovalutare la differenza che potete fare come singoli individui! + state bene!

La legge approvata nel 2020 non contiene [bs] le condizioni per l'adozione di bambini da parte delle coppie omosessuali. In merito a tutto il resto, i loro diritti sono gli stessi delle coppie etero, compresi i diritti di proprietà, eredità, previdenza e assistenza sanitaria.

Balkan Insight ha sottolineato che il Ministro della Pubblica Amministrazione, Digital Society e Media, Tamara Srzentic, domenica ha definito il primo matrimonio omosessuale come un momento storico.

Balkan Insight ha anche notato come, nonostante il sostegno da parte delle autorità, l'omosessualità rimanga una questione delicata nel Montenegro. Ha fatto riferimento ad un sondaggio in cui il 71% dei cittadini “vede l'omosessualità come una malattia” e la metà di loro considera la legge sulle unioni omosessuali come “un pericolo per la società.”

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.