chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Spagna: messicani immigrati usano i blog per sentirsi a casa

Sono molti i latino-americani emigrati in Spagna [sp, come tutti gli altri link, eccetto ove diversamente indicato], convinti che qui possano cogliere tutte quelle opportunità poco accessibili nel proprio Paese. Ci concentriamo stavolta su un gruppo specifico di immigrati dall'America Latina, i messicani. Secondo il sito Mexicanos en España, nel 2009 erano 15.593 i messicani che vivevano in Spagna, in maggioranza nella capitale, con 4.675 residenti a Madrid. Si tratta tuttavia di una stima approssimativa, e molti ritengono la cifra sia assai più elevata.

La stragrande maggioranza dei messicani che vivono nella Peninsula sono studenti, con cifre che si aggirano attorno ai 4.919 giovani. Gli altri hanno un lavoro in Spagna o fanno parte di quella che alcuni definiscono la “migrazione rosa”, per riferirsi a quanti sono rimasti perché innamoratisi di uno/a spagnolo/a.

La comunità di blogger messicani residenti in Spagna offre a questo gruppo di immigrati l'opportunità di esprimersi, di rimanere in contatto con i propri cari e di creare una rete di connessioni con altri messicani che vivono nella stessa regione.

Elizabeth Hernández Quijano, autrice del blog De Piratas y Otras Historias descrive la sua vita di tutti i giorni integrandola con la poesia:

Esta blog es libre y hablaré de temas diversos. Tiene enlace a mis otros blogs y a los que comparto. Mis escritos son la unión con la gente que tengo lejos. Es espacio de poesía, de relatos, de literatura; mía y de escritores amigos o que me gusten. Por supuesto esta blog es para compartir amistad. Una bitácora para salir del mundo cotidiano, un diario personal abierto.

Questo blog è libero e parlerò di diversi argomenti. Ci sono link ai miei altri blog e ad altri che apprezzo. I miei scritti sono il legame con chi mi sta lontano. È uno spazio di poesia, di racconti, di letteratura, mia e di scrittori amici o che mi piacciono. Naturalmente questo blog vuole condividere amicizia. Sono note che aiutano a uscire dal mondo quotidiano, un diario personale aperto.

Un altro blog interessante è México Lindo y Querido, uno spazio dove l'autrice offre punti di vista diversi sulle tradizioni messicane celebrate sia in Spagna che in Messico.

Per esempio il Día de Muertos è una festa messicana nella quale ci si diverte, si gioisce e si festeggia in memoria dei propri amati ormai defunti, tra cibo, fiori e altari improvvisati. I messicani di Barcellona festeggiano il Giorno dei Morti in maniera assai simile a quanto avviene nella madre patria, come testimonia questa foto su un blog:

Día de Muertos

Foto di Martha Ines Sanchez Navarro usata con il suo permesso.

Il blog Chido Guey – Madrid, mostra esempi di design messicano nell'abbigliamento e informa su mostre collegate all'arte messicana.

Lluvia Morales è una studentessa messicana che frequenta un dottorato di ricerca a Madrid. Nel suo blog My Sweet Lluvia, racconta la sua vita quotidiana e mette a confronto le abitudini delle due nazioni:

Aqui en España muchos niños comen en la escuela y cada escuela tiene su nutricionista que se dedica a balancear la comida diaria. Que les encantan la cerveza y las tapas? Si, pero con moderación. Se toman dos o tres copitas y un bocata, no se atascan tres litros o mas de cerveza en una noche y se comen todos los tacos y el pozole que les es posible.

Qui in Spagna ci sono un sacco di bambini che mangiano a scuola tutti i giorni e ogni singolo istituto ha un proprio nutrizionista che si occupa di preparare un pasto bilanciato. Se apprezzano la birra e le tapas? Si, ma con moderazione. Gli spagnoli bevono due o tre bicchieri accompagnati da un panino, non si scolano oltre tre litri di birra in una notte e non buttano giù tutti i tacos e pozole [it] che possono ingoiare.

I blog hanno assunto un ruolo piuttosto importante nella società, in quanto contribuiscono a informare e a mantere i contatti con certi gruppi di persone, o come in questi casi, ad avvicinare quanti vivono in un Paese diverso da quello d'origine. Mexicanos en España, ad esempio, è una delle maggiori e più utili comunità online per i messicani residenti in Spagna. Oltre ad informare sugli eventi madrilegni collegati alla cultura messicana, vi segnalano opportunità di lavoro, link a risorse e testate messicane come quotidiani, spettacoli televisivi, riviste, ecc., e anche consigli sulla cucina tradizionale.

In altre parole, questi blog sono un esempio della rivoluzione online avviata dai messicani residenti in Spagna negli ultimi anni, essendo riusciti a unire le persone, informarle, e farle sentire a casa anche trovandosi a miglia e miglia di distanza dall'amata patria.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.