chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Venezuela: dibattito-Twitter sui 12 anni della Presidenza di Hugo Chávez

Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Chávez Frías

Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Chávez Frías. Immagine di Bernardo Londoy su Flickr, ripresa con licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0

Non è necessario vivere in Venezuela per accorgersi che in questi anni le divergenze ideologiche hanno diviso il Paese in due nazioni diverse. Se è vero che, per mantenere sano lo Stato bisogna consentire dibattiti importanti per la crescita della società, in ogni Paese dev'esserci spazio per partiti politici e gruppi che esprimano punti di vista diversi (sia pro che contro il governo di turno), è anche vero che quello del Venezuela è diventato un fenomeno che va oltre le “normali” differenze di qualsiasi altro Paese latino-americano odierno. Paradossalmente, l’unica cosa che accomuna queste due fazioni è il loro presidente, Hugo Chávez [it] che il 2 febbraio del 2011 ha celebrato 12 anni di potere.

Prova tangibile di tale divisione sono le scritte che compaiono sulle mura delle vie del Paese. Allo stesso tempo, attraverso i social network il mondo ha assistito alla lotta di quella che chiamiamo società 2.0: i venezuelani hanno utilizzato Twitter come piattaforma su cui discutere la situazione interna e ciò che per alcuni rappresenta 12 anni di errori da parte del Governo e per altri i risultati ottenuti dalla rivoluzione (due modi di pensare in un paese diviso). Luis Vicente León (@luisvicenteleon) [es, come i link successivi tranne ove diversamente indicato], direttore di Datanálisis (Compagnia di ricerca sul mercato), dichiara:

12 anni dopo il Venezuela è diviso in due, solo che una parte ha più denaro, potere, controllo e coesione.

Basta leggere alcuni tweet del 2 febbraio per vedere questa divisione. Da una parte, Sonia Aguirre (@soniaguir) domanda:

Come si fa a celebrare la mediocrità??? Averlo fatto per 12 anni è un po’ troppo, no????

Domingo Sifontes (@dsifontes) dice:

Perché Esteban [nome con cui gli oppositori del governo [es]si riferiscono al presidente] si dovrebbe meritare un’altra opportunità? L’ha avuta e l’ha sprecata dividendo il Paese. È come un marito che picchia la moglie.

Luis Manuel González (@Luismac) commenta:

12 anni… Senza pace

L’altra parte invece celebra i 12 anni di rivoluzione. FFM, Frente Francisco de Miranda, (@fmm_oficial) riporta:

In 12 anni di Rivoluzione Bolivariana il Governo Nazionale ha costruito più di 500 scuole http://bit.ly/hXfHyD#12revolución

Oscar José Armas G. (@OJarmas) dice:

#12REVOLUCION di libertà e di liberazione dalle catene…..

Constanza Harding V (@ConstanzaHV) esprime con un’emoticon ciò che sente per l’anniversario:

#12REVOLUCION

Queste differenze sostanziali sono evidenti ogni giorno, sono il sentimento di quello che il Venezuela è diventato in 12 anni.

Maria Belén Otero (@mariabelenotero) considera le cifre riportate dal giornale El Nacional e le mostra in una lista chiamata”#CifrasdelDictador”:

#CifrasdelDictador: Ci sono attualmente 15 milioni di armi illegali nel Paese. #ElNacional 13/08/10

#CifrasdelDictador: In Venezuela negli ultimi 10 anni gli omicidi sono aumentati del 134%. #ElNacional 14/08/10

#CifrasdelDictador: I casi di sequestro sono passati da 44 nel 1999 a 795 nel 2009, e ciò rappresenta un aumento del 1.707%. #ElNacional 14/08/10

#CifrasdelDictador: L'aumento del 1.707% dei sequestri negli ultimi 10 anni non prende in considerazione i casi che non sono stati denunciati. #ElNacional 14/08/10

#CifrasdelDictador: Ogni 27 minuti un venezuelano rimane ucciso per violenza: 52 vittime al giorno. #ElNacional 20/08/10

Dal punto di vista opposto, Venezuelan Analysis, Venezuelan Analysis ha pubblicato un articolo di Gregory Wilpert che sostiene che:

Venezuela has made significant progress in the past 12 years of Chavez’s presidency towards creating a more egalitarian, inclusive, and participatory society

Il Venezuela ha compiuto progressi significativi negli scorsi 12 anni di presidenza di Chávez in cui si è creata una società più egualitaria, globale e partecipativa.

Wilpert continua a citare i successi del Governo Chávez in ambito politico, economico, sociale e riguardo alle relazioni internazionali. Riporta però anche i punti deboli e gli ostacoli dello stesso.

L’anniversario dei 12 anni di Governo di Hugo Chávez ha mostrato ancora una volta la divisione del Venezuela. Alcuni sperano che il Paese continui lungo il corso stabilito in questi 12 anni, mentre altri si augurano un cambiamento il prima possibile. I venezuelani torneranno alle urne nel dicembre del 2012 per decidere il futuro del Governo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.