chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

La scomparsa del libraio di Hong Kong e la paura per i rapimenti della polizia cinese

Hong Kong newspaper, Apple Daily's front page report on the missing bookseller Lee Bo on January 3, 2016. Non-commercial use.

La prima pagina del giornale Apple Daily di Hong Kong che riporta la scomparsa del libraio Lee Bo, il 3 gennaio 2016. Uso non-commerciale.

Il 2016 ha già portato a Hong Kong una notizia agghiacciante, dopo che è stato ipotizzato il rapimento di altro libraio locale da parte della polizia segreta cinese.

Lee Bo, introvabile dal 30 dicembre, è il quinto libraio a scomparire misteriosamente dalla Libreria di Causeway Bay, specializzata in pubblicazione e vendita di letteratura censurata in Cina.

Altri quattro colleghi della stessa libreria sono scomparsi dalle loro abitazioni, rispettivamente a Shenzhen e Thailandia, nel mese di ottobre.

A novembre, lo stesso Lee Bo aveva rivelato a BBC News [en] che i suoi colleghi erano stati arrestati dalle autorità cinesi a causa della loro attività editoriale.

Tra questi quattro troviamo Gui Minhai, uno svedese di origini cinesi e il proprietario della casa editrice che possiede la libreria.

Gui è scomparso dalla sua casa vacanze in Thailandia a metà di ottobre, mentre stava lavorando su un libro che trattava dettagliatamente la vita privata del Presidente cinese Xi Jinping.

Verso le 22.30 del 30 dicembre, la moglie di Lee ha ricevuto una telefonata dal marito che le ha parlato in mandarino invece che nel suo cantonese nativo.

Lee le ha comunicato di stare collaborando in un'indagine e che non sarebbe tornato a casa per un periodo di tempo.

Come indicato nella telefonata registrata [zh], la chiamata è stata fatta da Shenzhen e in seguito la moglie ha scoperto che la “homecoming card” di Lee — un documento di viaggio per entrare nella Cina continentale, era ancora a casa — e ciò significa che egli non avrebbe lasciato Hong Kong attraverso i normali canali di immigrazione.

Le autorità di Hong Kong hanno poi confermato che Lee non ha lasciato alcuna prova della sua uscita dall'isola.

La moglie di Lee ha raccontato alla stampa locale che suo marito è stato ingannato da un chiamata falsa per un ordine di libri e che per questo era andato in magazzino per trovarli.

E’ scomparso poco dopo, lasciandosi dietro decine di libri. L'opinione pubblica crede che Lee sia stato preso a forza dalle autorità cinesi e che sia stato portato da Hong Kong a Shenzhen.

Secondo l'accordo noto come Un Paese Due Sistemi [it], Hong Kong gode di indipendenza giuridica e le autorità cinesi non hanno alcuna giurisdizione per operare nel suo territorio senza un'autorizzazione preventiva.

Se Lee è stato davvero rapito dalla polizia cinese segreta della Cina continentale, l'indipendenza giuridica della città potrebbe essere compromessa.

Su Facebook, i netizen sono rimasti attoniti per la principale notizia del Nuovo Anno. Si Hing, giornalista della non-profit Stand News ha espresso [zh, come tutti i link seguenti] i sentimenti dell'opinione pubblica:

我恐懼,因為終於證實咗喺香港唔會有任何嘢、喺我無犯任何法下保護到我嘅人生安全。而家香港居民可以隨意被非本地執法人員帶走,而政府係完全唔會保護你-不單喺係實際上唔會,連喺口頭上、公關上亦唔敢講一句「絕對唔容許有任何外地執法人員喺香港執法」。

Sono terrorizzato, perchè questo caso è la prova che nessuno può provvedere alla mia sicurezza personale persino se non ho violato nessuna legge. I residenti di Hong Kong possono essere presi da forze dell'ordine non locali e il governo non li proteggerà. Non lo farà nemmeno con le azioni, tanto meno con le parole dicendo “Non permettiamo ad alcuna forza dell'ordine straniera e non autorizzata di operare a Hong Kong.”

我忿怒,因為呢(五)個香港居民,只係普通到不得了嘅人,就如你我,佢哋無犯任何法,而個人權利沒有受到應得嘅保護。如果你認為,賣禁書就係「特別」、賣禁書就應該被帶走,我只係能講你屌你老母,你咁撚中意大陸你就返去住啦。

Sono arrabbiato perchè questi cinque residenti di Hong Kong sono solo persone ordinarie come voi e me. Non hanno violato alcuna legge ma i loro diritti non sono stati salvaguardati. Se pensate che poichè vendevano libri censurati siano dei “casi speciali” o che le persone che commerciano libri censurati debbano essere portate via, posso solo dirvi “Andate a quel paese, perchè non andate nella vostra amata Cina continentale?”

我無奈,因為除咗喺Facebook屌,我發覺真係乜嘢都做唔到。我已經諗唔到可以同邊個求助同投訴。向上帝求救?打1238?去白宮求助?還是,生活如常,當乜嘢都冇發生過?

Mi sento impotente, perchè a parte esprimere la mia rabbia su Facebook, non posso fare altro. Non so a chi dovrei chiedere aiuto o a chi indirizzare la mia protesta. A dio? Facendo chiamate a caso? Alla Casa Bianca? Oppure continuare a vivere una vita normale e far finta che non sia successo niente?

我不安,因為下一個畀人帶走嘅,可能係我。邊個知原來喺香港賣大陸嘅禁書,會畀人喺香港監生拖返大陸?邊個知一個喺Facebook屌鳩共產黨嘅人又使唔使受到同樣對待?要透過IP搵到一個人嘅地址,呢個喺技術上絕對做得到。令我更加不安嘅係,被帶走嘅可能係你、你、你,或者你。而你,可能畀人帶走咗都無人知。純粹人間蒸發。

Sono in ansia perchè potrei essere il prossimo ad essere portato via. Chi avrebbe mai pensato che vendere libri censurati avrebbe portato ad essere rapiti dalla Cina continentale? Chi lo sa se anche maledire il Partito Comunista potrebbe portare alla stessa cosa? E’ tecnicamente possibile tracciate gli indirizzi IP della gente. Ognuno di voi potrebbe essere portato via. O alcuni di voi potrebbero semplicemente vaporizzarsi senza che nessuno sappia che siete stati presi.

Dal 2014, le autorità della Cina continentale hanno iniziato un giro di vite sugli editori di libri censurati di Hong Kong.

A maggio 2014, un editore di Hong Kong, Yao Wentian, è stato condannato a 10 anni per contrabbando. La sua casa editrice stava per pubblicare un titolo di un autore dissidente focalizzato sul Presidente cinese Xi Jinping.

Lo stesso mese, due editori di Hong Kong di giornali politici cinesi, Wang Jianmin e Guo Zhongjiao, sono stati perseguiti per distribuzione illegate di pubblicazioni di Hong Kong.

Poichè è probabile che tutti e cinque i librai scomparsi siano ora tenuti in Cina, l'Associazione dei Giornalisti di Hong Kong e l'Associazione degli Scrittori Indipendenti hanno scritto al Liaison Office del Governo Centrale chiedendo una spiegazione completa:

1. 盡快澄清香港「銅鑼灣書店」失踪五人的下落。他們是否身在內地?
2. 如是,他們所涉何事?因何在內地?他們如何和何時到內地?
3. 盡快回應事件有否涉及內地執法人員的境外行動? 交代這些行動的相關的法理和依據。
4. 內地當局採取了甚麼措施保證這五人的人身自由和法律權利?
5. 內地當局如何看待和處理在香港出版的「領導人禁書」?過去有否對在港的出版計劃作出過任何干預?

1. Spiegate le coordinate attuali dei cinque librai scomparsi della Libreria di Causeway Bay. Sono in Cina continentale?
2. Se sì [se sono in Cina], per quale ragione [sono detenuti]? Come sono arrivati nel continente cinese?
3. L'incidente vede coinvolte le operazioni delle forze dell'ordine cinesi? Quali sono le basi legali delle loro operazioni?
4. Come possono le autorità cinesi garantire ai cinque l'accesso all'assistenza legale e alla protezione personale?
5. Come possono le autorità cinesi occuparsi generalmente della pubblicazione a Hong Kong di “libri censurati sui grandi leader”? Ci sono mai stati degli interventi sulle pubblicazioni di [libri censurati a] Hong Kong?

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.