chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Uganda: pop star che cantava di giustizia sociale è diventato un nuovo politico

Bobi Wine a uno dei suoi comizi. Foto per gentile concessione della pagina Facebook ufficiale di Bobi Wine. Utilizzata con permesso.

Dopo una campagna elettorale di alto profilo culminata con l'arresto in occasione del suo ultimo comizio, il cantante pop ugandese Robert Kyagulanyi Ssentamu [en, come gli altri link, salvo diversa indicazione], notoriamente conosciuto con il nome di Bobi Wine, è ora ufficialmente un politico.

Wine non è nuovo all'attivismo politico. Da tempo la sua musica è incentrata su questioni di giustizia sociale. Tuttavia, limitarsi a cantare di problematiche connesse alla politiche non era più sufficiente. Il 29 giugno, dopo aver ottenuto un seggio parlamentare nella contea di Kyadondo con il 75% dei voti nell'ambito di un'elezione complementare, Wine ha finalmente oltrepassato il confine di cantante per diventare un legislatore.

Ha iniziato a cantare di giustizia sociale nel 2005. Durante le elezioni generali del 2016 si è rifiutato di interpretare una canzone che elogiava e supportava la rielezione del presidente in carica Museveni, al potere da tre decenni. Molti musicisti di spicco hanno partecipato alla registrazione della canzone che Wine ha invece rifiutato di eseguire.

Una delle sue più popolari canzoni, “Ghetto”, parla della brutalità con cui la polizia agisce nei confronti delle persone che vivono nei bassifondi di Kampala e dell'inadeguato livello di servizi fornito ai residenti.

Wine si autodefinisce il “presidente del ghetto” e l'“Omubanda Wakabaka”, che tradotto liberamente significa “la star della banda dei re”. È il quinto membro della comunità artistica presente nel paese ad entrare in politica, sulla scia di Ali Ndawula Wowoto, Sulaiman MadadaJudith Babirye e Kato Lubwama, che ora sono deputati del Parlamento.

La campagna del cantante è stata scandita da elementi che richiamano il mondo della musica: diversi musicisti, personaggi della radio e conduttori televisivi si sono esposti e hanno utilizzato i loro profili sui social media al fine di diffondere il messaggio elettorale di Wine attraverso l'hashtag #BikwaseKyagulanyi, che significa “affidate tutto nelle mani di Kyagulanyi”.

Durante il suo ultimo comizio, Wine è stato arrestato dalla polizia. Le autorità hanno affermato che il raduno politico si stava tenendo in una sede non idonea perché vicina a quella in cui il presidente Museveni stava conducendo la campagna in sostegno del suo candidato. Il video seguente pubblicato dalla NTV Uganda, una rete locale, mostra il momento il cui Wine viene arrestato. Il cantante supplica gli ufficiali, dichiarando che sta combattendo per i diritti delle persone.

Ciò nonostante, Wine è riuscito con facilità a vincere le elezioni. Ha ottenuto 25.659 voti, sconfiggendo Sitenda Sebalu, il candidato del partito di maggioranza NRM, il quale ha invece ricevuto 4556 voti. I punti sostenuti dalla campagna di Wine, come la disoccupazione e le altre problematiche che incidono sui giovani, i quali secondo il cantante vengono spesso rappresentati in modo errato, hanno ricevuto un forte sostegno.

Dopo essere stato proclamato vincitore, in un tweet Wine ha comunicato ai suoi 28.000 sostenitori che le elezioni politiche ugandesi hanno portato a un profondo cambiamento.

I CITTADINI HANNO PARLATO

Il 29 giugno segna un punto di svolta nella politica del nostro paese! La storia ha…,

Gli ugandesi hanno utilizzato i social media per congratularsi con l'artista 35enne in seguito alla sua elezione in parlamento. Tra i sostenitori del cantante vi sono politici, musicisti e gente comune che è presente sulle piattaforme mediatiche.

Poche ore prima dell'annuncio dei risultati da parte della commissione elettorale, il Segretario generale del partito NRM Justine Lumumba ha pubblicato su Twitter un messaggio di congratulazioni:

Congratulazioni agli abitanti della contea di Kyadondo Est, congratulazioni a @BobiWineOmuband  Kyagulanyi Robert Sentamu.

Anche Kizza Besigye, il primo candidato in corsa per la carica di presidente nella campagna del 2016, ha applaudito la vittoria di Wine; Besigye non ha mai portato avanti una campagna a favore della sua elezione in quanto il partito che lo rappresentava è stato capitanato da un altro candidato:

Schiacciante vittoria per Bobi Wine. Congratulazioni! Potere al popolo! Ecco perché gli abitanti del distretto di Wakiso non hanno potuto votare nel 2016.

Il collega artista Jose Chameleone si è congratulato con Bobi WIne per la sua vittoria:

When we believe, We Achieve.
Congrats to Hon. Robert Kyagulanyi,Family,Friends and Kyadondo East for the remarkable victory .
Leaders are chosen by God.So, May he guide you as you deliver Kyadondo East to the promised Land.

Quando noi ci crediamo, vinciamo.

Congratulazioni all'onorevole Robert Kyagulanyi, alla famiglia, agli amici e a Kyadondo Est per la straordinaria vittoria.

I leader sono scelti da Dio. Possa egli guidarvi quando condurrete Kyadondo Est verso la Terra promessa.

Anche i musicisti Radio e Weasel hanno ringraziato Wine per l'impegno, che ha assunto sia in qualità di musicista sia ora come politico, volto a dare voce ai poveri:

You Have Brought The Ghetto UpTown. Congrats Broda Bobi Wine

Hai portato il ghetto ad un livello superiore. Congratulazioni fratello Bobi Wine

In passato Bobi Wine era noto per aver fatto uso di marijuana e per i litigi con il compagno musicista Bebe Cool. Tuttavia, gli abitanti di Kyadondo Est sarebbero disposti a ignorare tutto questo e a eleggerlo in parlamento. La sfida per Wine, che è stato chiamato a proseguire i lavori, consiste nel dimostrare che il duro lavoro lo metterà in pari con i colleghi parlamentari, i quali sono in parlamento da più di un anno, e nel realizzare le aspettative degli elettori da lui rappresentati e del paese in generale.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.