chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Un italiano è il primo caso di COVID-19 in Nigeria

Lo skyline di Lagos, 28 febbraio 2015. Foto di Clara Sanchiz/RNW su Flickr CC BY 2.0.

Il 27 febbraio, il Ministro della Salute nigeriano, E. Osagie Ehanire, ha confermato il primo caso di COVID-19 a Lagos in Nigeria.

Nella dichiarazione alla stampa [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], il Dr. Ehanire ha dichiarato che il primo paziente confermato è “un cittadino italiano che lavora in Nigeria ritornato a Lagos da Milano il 25 febbraio 2020.” In base al report diagnostico del Laboratorio di Virologia dell'Ospedale Didattico dell'Università di Lagos, il Ministro sostiene che il “paziente è clinicamente stabile, non presenta sintomi gravi ed è ricoverato presso l'Infectious Disease Hospital di Yaba, nel Lagos.”

Di conseguenza, secondo quanto asserisce il Dottor Ehanire, il governo nigeriano ha attivato un Gruppo di Prevenzione al Coronavirus multi settoriale guidato dalla leadership del Centro per il controllo delle malattie della Nigeria (NCDC), per “lavorare a stretto contatto con le autorità del Lagos State Health al fine di rispondere a questo caso ed implementare solide misure di controllo.”

Il  27 febbraio, la Cina ha riportato un totale di 78.630 casi di COVID-19 con 2747 morti.

Il Direttore Generale dell'Organizzazione Mondiale Sanitaria (OMS), Tedros Adhanom, sostiene che il mondo si trova ” ad un punto decisivo” in questa epidemia poiché il “numero dei nuovi casi riportati nel resto del mondo, ha superato quello dei nuovi casi in Cina”:

Outside China, there are now 3,474 cases in 44 countries, and 54 deaths. … And in the past 24 hours, seven countries have reported cases for the first time: Brazil, Georgia, Greece, North Macedonia, Norway, Pakistan and Romania.

Al di fuori della Cina, ci sono adesso 3474 casi in 44 paesi e 54 morti. … E nelle scorse 24 ore, sette paesi hanno riportato casi per la prima volta: Brasile, Georgia, Grecia, Macedonia del Nord, Norvegia, Pakistan e Romania.

La BBC ha affermato che per quanto riguarda il 26 febbraio, l'Italia, fino ad ora, ha assistito ad un totale di 400 casi accertati del COVID-19. Si tratta di un picco drammatico rispetto agli 80 casi del giorno precedente. Sebbene il focolaio dell'epidemia si concentri in un piccolo agglomerato di città in Lombardia e Veneto, “la pandemia ha ucciso 12 persone”, secondo quanto riportato dalla BBC.

L'Italia è anche la fonte della diffusione in “una serie di paesi crescenti in tutto il mondo”, come il Reuters ha riportato ulteriormente. Israele di recente ha chiuso “l'accesso ai non israeliani che hanno visitato l'Italia nelle scorse due settimane.

Il Lagos è una bomba ad ologeria per la pandemia del COVID-19?

Il Lagos, con una popolazione stimata di 21 milioni di persone, la città più estesa dell'Africa e la 7°in via di sviluppo nel mondo, è  un incubo epidemologico.

VIDEO: Come si sottopongono i viaggiatori allo screening per il #coronavirus all'aeroporto di #Lagos #COVID19

La pronta risposta del Ministro della Salute della Nigeria è lodevole. Tuttavia, il resoconto del Laboratorio di Diagnosi dell'indice di casi in Nigeria è diventata disponibile il 27 febbraio, due giorni dopo che i viaggiatori italiani infetti arrivassero a Lagos. I servizi sanitari portuali avrebbero dovuti essere stati più proattivi nella condivisione delle notizie, considerando che il COVID-19 ha registrato una crescita esponenziale in Italia nelle ultime scorse settimane.

Attualmente tracciare in maniera veloce e accurata il contatto è un imperativo, dato che il Lagos è un hub commerciale in Nigeria. La probabilità di una rapida diffusione in altre parti del paese è una possibilità imminente.

Eliminare la disinformazione, placare il panico

I netizen si stanno attivando nel sedare qualsiasi disinformazione per non generare panico sproporzionato in seguito all'entrata del COVID-19 in Nigeria:

Ormai sono tutti esperti epidemiologi e in malattie infettive.

Vi prego di avere una buona igiene. Diffondere i fatti e non il panico. Lasciate fare il proprio lavoro agli esperti. Condividete solo informazioni verificate.

Il COVID19 è un virus influenzale con un tasso di mortalità molto basso.

Le persone stupide sono più mortali del virus

È più importante condividere suggerimenti sull'igiene piuttosto che indurre a un isteria di massa:

Poiché la Nigeria conferma  il primo caso di Coronavirus in Lagos, questo è tutto ciò che hai bisogno di sapere riguardo al virus e come restare al sicuro. Non fatevi prendere dal panico!!! ⚠️ #coronavirusnigeria

Anche un altro utente ci mette in guarda dall'isteria:

Coronavirus confermato in Nigeria. 😭😢
A dire il vero,finora, la Nigeria ha fatto un buon lavoro nel monitorare la situazione come mi aspettavo. Ma adesso ho paura del panico delle notizie fake e dell'isteria tra gli utenti più anziani.
In momenti come questi vorrei ancora aver fatto la Reason Am.
Abi mi fa smettere di parlare rapidamente?🤔

Un Déjà vu del caso di Ebola in Nigeria

Nel luglio 2014, i nigeriani furono gettati in un panico simile quando il paese registrò i casi di Ebola. Patrick Sawyer, un americano liberiano, il quale aveva assistito un familiare malato di Ebola, collassò nell'aeroporto di Lagos appena arrivato in Nigeria. Fu trasportato di corsa in ospedale dove venne inizialmente curato per malaria. Morì pochi giorni dopo. A Sawyer venne diagnosticata l'Ebola giorni prima di morire.

Il 20 ottobre 2014, comunque, l'OMS dichiarò la Nigeria libera dall'Ebola. La Nigeria superò la più esplosiva diffusione dell'Ebola che iniziò in Lagos attraverso un lavoro epidemiologico a raso. Fu così senza precedenti che persino l'OMS,di solito moderato, definì l'impresa come “un pezzo di lavoro investigativo epidemiologico a livello internazionale.”

La Nigeria ha scacciato l'Ebola, ciò ci da così tanta speranza, riusciremo a gestire anche il coronavirus. Auguriamo a tutti gli operatori sanitari di operare in sicurezza. Non deve essere facile sapere che si può essere infettati solo per un errore .

Potere di risposta

Il Centro per il controllo delle malattie della Nigeria (NCDC), l'istituzione autorizzata a rispondere e tracciare i casi di epidemie infettive in Nigeria, è preparata per questa epidemia.

La Nigeria ha il suo primo caso di Coronavirus. La mia previsione: la loro esperienza con il Polio e l'Ebola li consentirà di gestire ciò in maniera più competitiva della maggior parte delle democrazie occidentali.

Amy Maxmen che scrive per Nature, rivista scientifica, ha affermato che negli ultimi due anni il capo del NCDC, Chikwe Ihekweazu, ha “più che duplicato lo staff dell’ NCDC, installato una rete di laboratori di biologia molecolare nel paese” per “diffondere la minaccia che l’ epidemia in Nigeria rappresenta per il resto del mondo”.

Stiamo gestendo un nuovo virus. Ci sono 47 paesi che hanno riportato almeno 1 caso.

Un caso non è un simbolo di fallimento il nostro @NCDCgov fu stabilito per situazioni come questa. Stiamo lavorando 7 giorni su 7 con i governi pertinenti.

Per favore evitate le voci e il panico #FattiNonPaura

Il tempo dirà se la Nigeria supererà e ridurrà questa pandemia da COVID-19 come fece quando l'Ebola scoppiò.

Leggi la Copertura Speciale di Global Voices sulll’ impatto globale del COVID-19 [it].

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.