chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Cantautrice kenyota conquista fan in tutto il mondo – e online

Non sono in molti a conoscerla come Mwanaisha Abdalla mentre Nyota Ndogo (Piccola Stella in Kiswahili), è un nome noto a tutti nell'Africa orientale.

La copertina dell'album Mpenzi

La copertina dell'album Mpenzi

Gli ammiratori delle sue ecclettiche sonorità, tipiche dell'Africa orientale, sono aumentati negli ultimi quattro anni. Il suo blog è attivo da 3 anni e non c'è dubbio che abbia contribuito alla crescita di una buona parte dei suoi fan online.

Nata nel 1981 sulla costa kenyota della provincia di Mombasa, Nyota Ndogo [in] ha origini molto umili. Lasciò la scuola in giovane età e per un pò di tempo dovette lavorare come domestica fino a quando Andrew Burchell ne scoprì le doti di cantante.

Finora ha realizzato 3 cd da solista: CHEREKO, NATOKA MBALI NA WEWE e MPENZI. È comparsa anche in 3 raccolte internazionali: WORLD 2003, THE ROUGH GUIDE TO KENYA e OFF THE BEATEN TRACK. Inoltre le sono stati conferiti due Premi al Kenya Kisima Music Awards: come Miglior Cantante Taraab 2003 e Miglior Cantante Femminile 2005.

I suoi brani, in kiswahili e alcuni in inglese, vengono eseguiti sia in Taarab [in], genere musicale ascoltato principalmente lungo le coste dell'Africa orientale, che in Kapuka e Genge, generi noti in particolare nelle zone interne del Paese.

Visitando il suo blog [in] viene spontaneo chiedersi come abbia fatto una ragazza con simili origini a usare Internet per imporsi come artista kenyota.

Nel blog Nyota parla di sé come artista con una prospettiva personale, diversamente da articoli e informazioni reperibili nelle sezioni d'intrattenimento di giornali e riviste.

Dai video musicali ai testi delle canzoni fino alle foto di sue performance con amici artisti o fan, il suo blog [in] offre una connessione più intima con chiunque la segua.

Comunque Nyota ha confessato come tenere un blog non sia stata un'esperienza facile. Nel post datato 27 luglio del 2006 alle 13.43 si legge:

stavo quasi per mollare il blog tanto mi riusciva difficile creare un nuovo post. poi ho capito che stavo usando un browser incompatibile. quindi sono tornata al caro vecchio internet explorer. Se funziona aspettatevi delle foto perchè sono successe tante cose.x

Vedendo i post recenti è chiaro come Nyota abbia imparato ad usare bene gli strumenti del blogging. Purtroppo, non possiamo dire lo stesso di molti altri artisti dell'Africa orientale, non sono riuscita a trovarne altri.

Sembra insomma che non occorra essere dei geni per saper gestire un blog, dopotutto è uno strumento, s'impara usandolo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.