chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cortometraggio colombiano vince concorso online sul consumo responsabile

Concorso internazionale videoIl IV Concorso Internazionale online per il miglior cortometraggio sul consumo responsabile ha un vincitore [es, come tutti gli altri link].

A questo concorso, organizzato dall’ECODES e dalla Direzione Generale per il Consumo del Governo Aragonese, potevano partecipare produttori di cortometraggi dalla Spagna e dall'America, inviando video in spagnolo. Un cortometraggio colombiano è stato nominato vincitore tra 10 finalisti.

I video provenivano da differenti regioni della Spagna, del Brasile e della Colombia. Il vincitore, La Recicleta (“ricicletta”, contrazione di riciclaggio e bicicletta), mostra come vivere al di sopra dei nostri mezzi possa costringerci ad azioni drastiche ma necessarie.

Anche i due video successivi erano tra i finalisti. Il primo è intitolato Plastic ed è stato girato a Saragozza, Spagna. Ci mostra come delle  buste di plastica, apparentemente insignificanti, possano impossessarsi delle nostre case. In un appartamento possiamo riporre altrove i sacchetti, ma sul pianeta non c'è un altro posto dove metterli:

Individual Choice, dal Brasile, era un altro corto in concorso. Il filmato illustra come poter cambiare e migliorare quelle decisioni che prendiamo quotidianamente, se solo fossimo più responsabili e attenti:

Per vedere gli altri video e saperne di più sulle idee degli autori, nella pagina del concorso si trovano tutti i 10 finalisti e altre informazioni.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.