chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

As the managing editor for Global Voices, I explore new ways, formats and technologies to tell stories in order to make sure we can link them to our multiple audiences. I first started in GV in 2015 as a writer and translator.
Today I describe myself as a cultural nomad, language addict, literary translator and booktivist. I call all those places home, as I have reshaped my identities, and found love, friendship, inspiration, books, stories to share and my four cats in Athens, Beijing, Bishkek, Clogher Beach (Baile an Fheirtéaraigh), Istanbul, Kathmandu, New York, Odessa, Paris, Prague, San Francisco, Tashkent, Tbilisi, Tokyo, Vilnius.
I also work as an Editor at Large for Central Asia at Asymptote Journal and have run two cafés in Beijing and Prague.

indirizzo email Filip Noubel

ultimi articoli di Filip Noubel

Una lingua turca in via d'estinzione sopravvive nel cuore d'Europa

L'ultima roccaforte della lingua caraima è una città fortezza della Lituania e Romuald Čaprockij è uno dei suoi più ferventi difensori.

Il coinvolgimento della Turchia nel conflitto di Karabakh potrebbe danneggiare l'Azerbaigian, avverte il giornalista Rovshan Aliyev

"Stavolta sembra che Erdoğan voglia passare ai fatti e sostenere l'Azerbaigian con l'artiglieria pesante. Ma l'Azerbaigian deve stare attento."

“La guerra in Karabakh ha reso più lontana la risoluzione del conflitto”, teme il politico armeno Mikayel Zolyan

"I negoziati ufficiali possono avere inizio solo dopo la cessione delle aggressioni ai civili, ma questa guerra allontana le prospettive di risoluzione del conflitto", dice Zolyan.

Il lungo viaggio verso la visibilità uigura: intervista alla scrittrice francese Sylvie Lasserre

La questione del trattamento degli uiguri da parte della Cina sta lentamente catturando l'attenzione in Francia, secondo l'autrice del primo libro in francese sull'identità uigura.

Bielorussia in tumulto: ecco com'è vista dalla vicina Lituania 

La Lituania ha da tempo un importantissimo ruolo nell'impegno europeo per la Bielorussia. Vilnius pullula di esuli politici di Minsk — saranno i soli?

Milada Horáková: 70 anni dopo il suo processo farsa ed esecuzione, i cechi riflettono sul loro passato comunista

La campagna visiva riapre vecchie ferite nella società ceca ricordando le vittime dei processi farsa staliniani, come quello della femminista Milada Horáková.

“Potremmo mostrare la nostra rivoluzione a un festival del design”: artista bielorusso riflette sulle immagini della protesta

Molti degli striscioni e dei cartelli dei manifestanti bielorussi sono opere d'arte. Il loro è un movimento di massa con una sensibilità artistica, dice Sazanovich.

“Un movimento partigiano di una nazione partigiana”: una poetessa bielorussa riflette sulle proteste nella sua patria

"La più grande debolezza resa visibile in questi ultimi mesi è stata quanto poco lo Stato conosca il proprio popolo", dice la poetessa Valzhyna Mort.

L'autrice ceca Radka Denemarková su Kundera e il patriarcato nella scena letteraria ceca

"Ancora aspettiamo un libro su Kundera scritto da una donna giovane, sensibile, istruita, intelligente, dato che il mondo di Kundera è basato su valori patriarcali."

Il ricordo dell'invasione sovietica della Cecoslovacchia del 1968

Più di un terzo dei giovani della Repubblica Ceca non riesce a trovare un collegamento tra il 21 agosto del 1968 e l'invasione sovietica.

L'arresto del giornalista investigativo Ivan Golunov segna una volta nella società russa

L'arresto di Golunov ha scatenato una rara manifestazione di supporto da ogni parte dello spettro politico della Russia.

‘Il tempo di Lukašėnka è finito': uno scrittore bielorusso esorta alla solidarietà da lontano

"Secondo Lukašėnka, i bielorussi all'estero sono controllati da burattinai, ma è il contrario. Sono i manifestanti in Bielorussia i burattinai e gli emigrati i burattini."