chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Paolo d'Urbano

Abruzzese, laureato in arabo e traduttore freelance. Dal 2007 vive a Londra dove è PhD candidate in Media Studies al SOAS. Si interessa di: mangiare (anche troppo), giocare a pallanuoto (troppo poco), saperne di più sul rapporto tra nuovi media e politica in Medio Oriente (mai abbastanza). Ha un blog.

indirizzo email Paolo d'Urbano

ultimi articoli di Paolo d'Urbano

Le discussioni sul divieto del burqa scuotono l'Australia multiculturale

  18 febbraio 2010

Da quando in Francia si discute sul divieto del burqa, anche la blogosfera australiana è assai interessata al problema. Fra gli altri, un controverso conduttore radiofonico, ex agente di polizia, ha sollevato un vespaio per la sua posizione critica sull'uso di tale indumento negli spazi pubblici.

leggi l

Pakistan: Karachi sotto attacco

  8 febbraio 2010

Il 5 febbraio due attentati hanno colpito gruppi di pellegrini sciiti a Karachi, provocando 15 morti e 70 feriti. Solo l'ultimo episodio di una lunga serie di violenze nel cuore della città. Blogger e cittadini riflettono sulla situazione generale e sul'operato delle forze di sicurezza.

Egitto: “Siamo i migliori” (nella Coppa d'Africa)

  4 febbraio 2010

La nazionale egiziana di calcio ha sconfitto il Ghana nella finale di Coppa d'Africa, aggiudicandosi così il terzo titolo consecutivo. Si tratta del settimo successo dell'Egitto dall'inizio di questa competizione negli anni '50. I blogger si sono uniti al resto del Paese nei festeggiamenti per la vittoria.

leggi l

Iran: due blogger rischiano la pena capitale

  2 febbraio 2010

Due blogger iraniani, impegnati attivamente nella difesa dei diritti umani, sono stati arrestati e accusati di reati gravissimi: aver "dichiarato guerra a Dio” ed essere “Mohareb” (nemici di Dio). Sulla stessa base, si sono avuti altri arresti e due persone sono state giustiziate la scorsa settimana a Teheran.