chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

· novembre, 2011

articoli mini-profilo di Asia orientale da novembre, 2011

leggi l

Video: il festival Plural+ premia i giovani registi

  29 novembre 2011

Nella cerimonia conclusiva del festival di cortometraggi, centrato sui temi della diversità, dell'emigrazione e dell'inserimento sociale, giovani provenienti da ogni parte del mondo sono stati premiati per le loro proposte creative tese verso una società pacifica e multiculturale.

leggi l

Filippine: arrestata l'ex presidente Arroyo

  25 novembre 2011

La messa agli arresti ospedalieri dell'ex presidente (2001-2010) Gloria Arroyo -- indagata per reati di furto, violazione dei diritti umani e frode elettorale -- ha fatto diventare l'hashtag #ArroyoArrest uno dei più seguiti su Twitter in questi giorni.

leggi l

Cina: 58 milioni di bambini abbandonati?

  20 novembre 2011

La foto che mostra una bambina in una scuola rurale con in braccio il fratellino di pochi anni ha scatenato un gran scalpore online. L'immagine riflette una piaga sociale ben nota: bambini abbandonati dai propri genitori costretti a emigrare in città lontane per trovare lavoro.

leggi l

Cina: il nemico immaginario del Giappone

  13 novembre 2011

Sui media giapponesi la Cina sarebbe stata rappresentata come il "nemico immaginario" durante un'esercitazione navale congiunta Giappone-USA, in programma la scorsa settimana, causando tensioni per le velleità espansionistiche dei due paesi asiatici.

leggi l

Cina: gli spazi internazionali e la ‘minaccia’ di Taiwan

  11 novembre 2011

Un eminente professore sostiene: la Cina è circondata per l'85% da centri nevralgici nella politica internazionale e necessita di maggiore libertà per affrontare i problemi di geopolitica che si affacciano sul suo scenario. A cominciare dal mancato accesso ai mari che la delimitano.

leggi l

Tailandia: bilanci e aggiornamenti sulle alluvioni

  9 novembre 2011

Il bilancio delle vittime ha superato quota 500, con oltre 1 milione di famiglie colpite e oltre due milioni di ettari di terre coltivabili danneggiate. Informazioni e assistenza rilanciate dai cittadini su Facebook e Twitter.